Home Due ruote QJMotor PV e Voge Real 5T, maxi-scooter elettrici di domani

QJMotor PV e Voge Real 5T, maxi-scooter elettrici di domani

2
CONDIVIDI
maxi-scooter elettrici

Dalla Cina due interessanti proposte di maxi-scooter elettrici, in arrivo in Italia nei prossimi mesi. Naturalmente urbani, i due modelli si spingono oltre grazie alle prestazioni e ad un’ampia dotazione tecnologica.

Che possa piacere o meno quello che offrono, è innegabile che i produttori cinesi di motociclette siano in prima linea nell’espansione globale della mobilità a zero emissioni. Sono un punto di riferimento del settore e, ripensando agli albori, hanno fatto passi in avanti importanti in termini di qualità dei loro prodotti.

È soprattutto nel segmento degli e-scooter urbani che i grandi colossi cinesi fanno la voce grossa, dominando il mercato odierno grazie ad un’ampia offerta di prodotti, che anche il palato fine dell’utente medio europeo ora comincia ad apprezzare. Per la loro economicità, certo, ma non solo.

maxi-scooter elettrici

Maxi-scooter elettrici, il mercato cresce

Tradizionalmente legati alla produzione di scooter elettrici compatti, agili e versatili in ambito urbano (vedi le gamme Niu, Lifan o Yadea per intenderci), alcuni produttori cinesi si stanno affacciando con sempre maggiore insistenza anche al segmento dei maxi-scooter, mezzi sempre più apprezzati dai clienti europei. E all’ultima edizione di Eicma ne abbiamo avuto la prova tangibile.

In questo particolare campo, nel 2023 sono in arrivo da noi diversi modelli interessanti. Due dei quali, molto simili tra loro, esteticamente e per prestazioni, hanno destato particolare interesse al Salone di Milano. E sono appunto cinesi. Vediamoli.

QJ Motor (Benelli) nei maxi scooter elettrici con PV

Il primo si chiama PV ed è lanciato da QJ Motor, marchio cinese tra i più attivi nel proporre modelli a misura dei mercati occidentali.
L’approdo in Italia di questo brand – che appartiene alla Qianjiang Motorcycle (controllata del colosso Geely), lo stesso che ha rilanciato la nostra Benelli – è stato a dir poco “torrenziale”: una gamma ampissima di ogni tipologia di moto, tra cui anche alcuni modelli elettrici, come la sportiva RX e, appunto, lo scooter PV.

Prestante nelle forme, ma elegante nello stile, il PV (nome in codice QJ10000DT) è il tipico maxi-scooter moderno, dai connotati ben marcati. Costruito in parallelo sul progetto del “fratello” termico Fortress 350 (di cui effettivamente sembra una copia), il mezzo promette prestazioni importanti per essere, di fatto, paragonabile ad un 125 termico.
Il motore elettrico, montato alla base del forcellone oscillante in lega di alluminio, ha una potenza di picco di 10 kW e sviluppa una velocità massima di 130 km/h, ideale per non “annoiarsi” nei giretti fuori città.

La batteria non estraibile da 96V-80Ah garantisce un’autonomia media dichiarata intorno ai 150 km.

maxi-scooter elettrici
PV di QJ Motor, uno dei maxi-scooter elettrici più apprezzati a Eicma 2022

Sicurezza e connettività ok, ma pesa 218 kg

L’e-scooter non pesa pochissimo (218 kg, 45 di batteria…) ma offre una ciclistica sicura, con impianto frenante a disco (pinze radiali Brembo all’anteriore) e sistema ABS, oltre a cerchi in lega da 15 pollici all’anteriore e 14” dietro.

Come equipaggiamenti e apporto tecnologico, il PV si destreggia bene tra la concorrenza. C’è un ampio vano portaoggetti nel sottosella, tasche nel grembiule anteriore, un portapacchi e un parabrezza alto regolabile elettricamente. La strumentazione TFT a colori è dotata di connettività.

Per quanto riguarda la commercializzazione non è ancora dato sapere quando partirà in Italia. Idem per il prezzo. Ma visto lo spirito agguerrito di QJ Motor, c’è da scommette che il PV sarà presto sulle nostre strade.

Il Voge Real 5T punta sulla linea

Un destino che con ogni probabilità accompagnerà anche un secondo interessante maxi-scooter che ad Eicma ha fatto la sua prima passerella ufficiale: il Voge Real 5T.

Anche qui siamo di fronte ad un marchio cinese conosciuto sul suolo europeo. Voge è infatti il sub-brand premium con cui la Loncin Holdings fa sentire la sua presenza nel mercato motociclistico del Vecchio Continente.
Deciso a farsi strada anche nel mondo dell’elettrico, il colosso cinese ha dato recentemente vita ad un nuovo brand specifico (Bicose), debuttando nel settore dei maxi-scooter elettrici proprio con il Real 5T. Che in Italia, appunto, arriva marchiato Voge.

maxi.scooter elettrici
Il Voge Real 5T esposto a Eicma nel novembre scorso

Il Bicose/Voge Real 5T ha un’estetica accattivante e moderna. Di personalità. Anche qui, frontale muscoloso ma linee nel complesso più aerodinamiche e sportive del connazionale PV.

Ma anche su potenza e autonomia fino a 240 km

Il motore, posizionato in zona centrale, sviluppa fino a 15 CV con una coppia massima di 389 Nm. La velocità di punta viene indicata in 115 km/h.
L’alimentazione è affidata a due batterie fisse agli ioni di litio da 4,8 kWh, che garantiscono un’autonomia di 150 km nel ciclo di prova NDEC.
La Casa ci tiene a far sapere però che, a velocità costante da città, in modalità ECO, si può arrivare fino a 240 km con una sola carica.

Il Real 5T è munito di caricabatterie integrato, compatibile con le prese di ricarica delle normali colonnine dedicate alle auto elettriche. Servono 2 ore per raggiungere l’80% della carica. Alla presa domestica i tempi del “rifornimento” sono ovviamente maggiori.

Voge Real 5T.

Dotato di tutto, anche i pulsanti a sfioramento

Tradizionale la ciclistica, con telaio a doppia culla in acciaio, forcella a steli rovesciati e ammortizzatore regolabile. Anche qui troviamo l’ABS per l’impianto frenante e le ruote da 14 pollici.
Nella dotazione di serie anche un ampio sottosella da 30 litri, i fari full-LED, il controllo di trazione e la retromarcia.

Interessante l’apparato tecnologico. In particolare i comandi sul manubrio, costituiti da pulsanti a sfioramento, e il sistema di ricarica wireless dello smartphone. La strumentazione digitale è moderna, accessibile sul grande display multi-touch a colori da 8”. Diverse le applicazioni gestibili e controllabili: dalla normale navigazione al monitoraggio del meteo in tempo reale, fino all’ascolto di musica online.

Come per il QJ Motor PV, non si conoscono i tempi esatti di arrivo di questo maxi-scooter sul nostro mercato, così come il prezzo. Molto probabile che ciò avvenga comunque già quest’anno.

– Iscriviti alla newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Ora che i Cinesi hanno messo sul mercato delle copie di Xmax elettrici, la Yamaha e gli altri costruttori giapponesi (e non solo) vogliono darsi jna svegliata prima che sia troppo tardi?

  2. /// L’e-scooter non pesa pochissimo (218 kg, 45 di batteria…) \\\ Visto il peso speriamo che la batteria sia LFP.. A parte questo, il settore maxiscooter promette bene, a fare concorrenza ai modelli giá disponibili dovrebbero arrivare anche il Sarkcyber HC10 (https://www.vaielettrico.it/sarkcyber-il-nuovo-che-avanza-da-una-costola-di-honda/) e l’Ebroh Strada (vedi galleria fotografica dell’articolo
    https://www.vaielettrico.it/terravision-electric-dagli-autobus-alla-micro-mobilita-nasce-un-nuovo-player-sul-mercato/)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome