Home Auto Primo successo Volkswagen ID: la 4 si vende, eccome

Primo successo Volkswagen ID: la 4 si vende, eccome

13
CONDIVIDI
La Volkswagen ID.4 nella versione "prestazione" GTX, presentata nei giorni scorsi.

Primo successo Volkswagen con la nuova serie elettrica ID. I dati di aprile dicono che le vendite della ID.4, un Suv, sono piuttosto incoraggianti.

Primo successo in aprile: verso le 10 mila unità/mese

Va fortissimo la ID.4 nei Paesi del Nord Europa, che sono un po’ il paradiso dell’elettrico. In Svezia il mese scorso è stata leader tra le EV con 1.444 unità consegnate, in Norvegia seconda con 2.691. Ma anche nell’Europa del Sud non è andata poi male: terza in Spagna, un piccolo mercato, con 108 unità, e quinta in Italia con 330. Bene anche in Irlanda e Danimarca: sommando questi sette mercati, si arriva a 4.469 ID.4 vendute.

primo successoParadossalmente il mercato in cui ancora non ha sfondato è la Germania, dove ad aprile si è piazzata al quinto posto tra gli EV , con 1.419 immatricolazioni. Ma in patria la Volkswagen si difende con la e-Up, prima nel periodo gennaio aprile con 9.864 auto vendute, e con la ID.3 (8.215). Quest’ultima fa bene in Germania e stenta invece nel resto d’Europa. Già con i mercati citati, comunque, aggiungendo le prime 474 ID.4 immatricolate negli Usa ad aprile, si arriva oltre quota 6 mila.

Elettrico al 2% delle vendite del Gruppo VW, pochino 

La ID.4 è una pedina fondamentale nella scalata della Volkswagen al mercato dell’elettrico, finora dominato da Tesla. Anche perché, sulla stessa base tecnica, stanno arrivando altri due Suv di medie dimensioni, l’Audi Q4 e-Tron e la Skoda Enyaq. In settimana il gruppo di Wolfsburg ha pubblicato i dati di vendita del primo trimestre dell’anno, in cui gli acquirenti di elettriche sono stati 59.900 (+78%). Altri 73.400 clienti hanno optato per auto ibride plug-in (+178%).

primo successoMa gli obiettivi sono più ambiziosi, se davvero la VW vuole portare l’elettrico fuori dalla nicchia. In totale nel trimestre il gruppo ha venduto 2,4 milioni di veicoli, con le EV a rappresentare poco più del 2%. Davvero pochino. L’Italia è uno dei mercati in cui i prodotti a batterie del gruppo tedesco stentano maggiormente. L’unico veicolo presente nella top five di aprile è proprio la ID.4, al 5° posto. Ma il n.1 di VW Group Italia, Massimo Nordio, ritiene che è tutto il mercato EV ad avere il freno tirato nella penisola, anche a causa di disinformazione su temi come prezzi, autonomia e tempi di ricarica.

 

 

 

Apri commenti

13 COMMENTI

  1. Sarebbe carina ma come tutte le altre elettriche non Tesla, è senza ecosistema, e dato che come consumi e prestazioni è in netto svantaggio, io avrei puntato sul prezzo più basso e allestimenti completi.
    Addirittura la pompa di calore è a parte.
    Non ci siamo..!
    Tra poco arriverà anche la Cinese Nio, ho seri dubbi che tra cinesi e americani riuscremmo a salvare il mercato dell’auto dei prossimi 10 anni.

  2. Sicuramente , se potessi permettermi una spesa tale, tra l’altro, per una quasi ”seconda auto”.
    Sarebbe Tesla ad occhi chiusi.

  3. Se costasse quel 10/20% in meno sarebbe io suo prezzo. Così é troppo alto per il tipo di auto. Chi é disposto a spendere 45.000 può spenderne 50.000 per una Tesla.. Un altro livello

  4. Per ora le auto elettriche sono lussi per ricchi che possono permettersi 2 auto: una elettrica per la città ed una tradizionale per le grandi distanze. Solo se i governi vieteranno le auto a motore termico la gente “normale” comprerà le elettriche in massa.

    • Ci siamo Vicini.. Ma la vedo lontana visto che hanno dato bonus per le termiche, roba da pazzi..
      Le nostre città, i nostri polmoni e i nostri figli si meritano città più vivibili..
      Dovrebbero farle costare uguali alle termiche.. Allora forse ci siamo. Ma rimane sempre il problema che la maggioranza non ha un garage privato..

  5. Sicuramente se VW potenziasse la capacità produttiva della e-Up potrebbe incrementare notevolmente le vendite nel Sud Europa.
    La e-Up è un’auto eccezionale che per rapporto qualità e prestazioni/ prezzo non ha al momento eguali, con l’unica pecca della ricarica DC a soli 22-24kw (non 40 come dichiarato).
    Probabilmente la redditività è bassa e in VW preferiscono lasciare spazio agli altri modelli che però in Italia e Spagna ed altri paesi a reddito pro-capite medio-basso hanno prezzi non alla portata di tutti.

    • In effetti negli unici due paesi in cui è in vendita, Germania e Spagna (dove è ancora marchiata Seat Mii), i risultati sono notevoli, da leader nelle vendite. In Italia qualche fornitura di e-Up sta arrivando adesso, dopo mesi di nulla,

  6. La vw sparire?andate a quel paese francesi cinesi con macchine de plastica la vw dominerà il mercato anche nel futuro un granché marchio che è in continua ascesa

  7. Caro Piero, come sei poco informato……..tanti allestimenti e tanti prezzi …………porta rispetto per chi da da lavorare a migliaia di persone anche in Italia.
    Sicuramente avrà dei difetti ma non trovo grandi differenze tra i vari player dell’automotive.

  8. sarebbe bello che VW sparisse, elettrico o non elettrico.
    Hanno venduto per anni auto di media qualità a prezzo esagerati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome