Home Auto Preventivo Spring, il conto è giusto? E l’incentivo…?

Preventivo Spring, il conto è giusto? E l’incentivo…?

26
CONDIVIDI

Preventivo Spring, Andrea ci chiede se i conti vanno bene. Un altro lettore, sempre per la piccola Dacia, ha da ridire sugli incentivi. Vaielettrico risponde.

Preventivo Spring

Preventivo Spring: “Queste le voci, aiutatemi a capire se può andare”

“Sono appena tornato dal concessionario Dacia della mia zona con il preventivo della Spring comfort plus. Adesso il concessionario aspetta solamente la mia conferma, però ho tantissima paura, essendo un mondo nuovo per me. Vi scrivo intanto per sapere se il preventivo in foto è coretto o ci sono altri sconti di cui posso usufruire. Per seconda cosa: la Dacia garantisce il pacco batteria per 160.000 km o otto anni, può andare? O è troppo poco e mi ritrovo tra 5 anni con le batterie da buttare? Vi prego, aiutatemi…” . Antonino Giunta.

preventivo Spring
Il preventivo ricevuto dal nostro lettore per l’acquisto di una Dacia Spring.

Preventivo Spring: il conto e le batterie secondo noi…

Risposta. Il preventivo ci sembra sostanzialmente corretto. E ci sembra opportuno, tra le due versioni disponibili, optare per la Comfort Plus, che offre anche la ricarica rapida in DC con punte oltre i 30 kW di potenza. Un’opportunità che può fare molto comodo se si affrontano viaggi un po’ più lunghi degli spostamenti in città e dintorni per cui questa auto nasce. Quanto all’usura delle batterie, ci sentiamo di tranquillizzare Antonino: dopo 5 anni gli accumulatori non saranno da buttare. Avranno perso un po’ dell’autonomia iniziale, ma nulla di drammatico. Consigliamo comunque di leggere con attenzione la prova che ha realizzato per noi Paolo Mariano, dopo avere guidato la Spring per 2 mila km.

“Volevo comprare la Spring, ma gli incentivi sono follia”

Preventivo Spring“Qualche mese fa ho provato ad acquistare una Dacia Spring, usufruendo degli ecoincentivi per rottamare la mia Grande Punto Natural Power del 2009. Dopo qualche decina di minuti dal concessionario, avevo già firmato il preventivo per l’acquisto dell’auto nuova. A fronte dell’inserimento della domanda per l’ottenimento degli incentivi sul portale del ministero, però, il concessionario mi diceva che per la mia vettura non erano previsti incentivi per la rottamazione.  Approfondendo un po’, mi sono reso conto che la mia auto è EURO 5a e non EURO 4 come richiesto dalla normativa degli incentivi. Per cui mi sono rassegnato ed ho deciso di non sostituirla per il momento. Resto però basito quando leggo che invece potrei ottenere degli incentivi per la rottamazione se scegliessi di acquistare un veicolo benzina o diesel euro 5! Riassumendo: da 12 anni guido una vettura ecologica e vorrei sostituirla con una almeno altrettanto rispettosa dell’ambiente. Ma non posso avere incentivi, a meno che decida di acquistarne una ben più inquinante con motore termico. Ho capito male o, come sovente accade, chi scrive le norme non ha idea di quello che fa?– Andrea Burdi.

preventivo springIl lettore ha ragione, purtroppo…

Risposta. Purtroppo è così e lo conferma il Ministero nella Guida all’Ecobonus (clicca qui).  La FAQ n17 recita infatti: “È possibile rottamare un veicolo classe euro 5?”. La risposta è: “Si, ai fini del riconoscimento del contributo L. Bilancio 2021 acquistando un veicolo nuovo appartenente alla fascia di emissioni 61-135 g/km CO2 è necessario consegnare per la rottamazione un veicolo appartenente alle classi Euro 0,1,2,3,4 e 5. Mentre per la fascia 0-60 g/km è possibile rottamare un veicolo appartenente solo alle classi Euro 0,1,2,3 e 4. È proprio il paradosso di cui ci parla Andrea, ma non è il caso di pensare che chi scrive le norme non sappia quel che fa. Lo sa benissimo. I due incentivi nascono in contesti diversi. Quello per le auto elettriche e ibride plug-in (fascia 0-60 g./km) nasce da obbiettivi di maggiore sostenibilità. L’incentivo per la fascia 61-135 è invece un sostegno a un mercato dell’auto in grande difficoltà. Ecco perché sono stati più di manica larga, anche se il risultato finale, il lettore ha ragione, è incomprensibile.

— Leggi anche: il preventivo della SpringVaielettrico risponde: mi piace la Dacia Spring, ma… Qui: il rompicapo degli incentivi nell’acquisto di una Spring.  Qui: per 140 km al giorno basta la Spring? E qui infine: ricarica della Twingo e della Spring, che fare.

Apri commenti

26 COMMENTI

  1. A settembre sono entrato in un concessionario vicino a Udine e di Spring neppure sognarsi di ordinarla. Troppe richieste e Dacia non prende gli ordini. L’incentivo rottamazione l’ho dovuto dirottare su una piccola macchina a benzina (non Dacia). Peccato.

  2. Ok….in questo caso lui non aveva un auto euro 4…..altrimenti a quanto ammontava il contributo statale?….10 Mila euro….giusto?….quindi 11500€???

  3. Con lo stesso prezzo ( o anche meno ) prova la sandero gpl … fai 1000 km con i due serbatoi pieni e non hai l’ansia da ricarica.

  4. In Lombardia il 1 Marzo alcuni hanno pagato 6.000 euro la Twingo Intens che ha un prezzo di listino di 24.000 euro. Gli incentivi cambiano però a seconda del periodo e oggi lo stesso cliente pagherebbe 16.000 euro. Non si possono fare paragoni tra periodi e luoghi diversi.

    • Fino a quando non si stabilizzerà la situazione incentivi i confronti in periodi diversi non si potranno fare. Io sono felice possessore di una spring acquistata a 9600€ e anche con qualche migliaio di € in più sarebbe comunque un acquisto sensato

  5. “Comfort Plus, che offre anche la ricarica rapida in DC con punte oltre i 30 kW di potenza” correggete la vostra risposta, la ricarica in DC da 30kw ha un costo aggiuntivo e deve essere richiesta in fase d’offerta in quanto non può più essere aggiunta successivamente.
    Sulla comfort plus NON è presente di default

  6. Possiedo la Spring ma l’ho pagata 11.750€. sinceramente a 15 e rotti non lo farei. L’auto è molto basic e hanno risparmiato ovunque. Dovendo spendere comunque farei uno sforzo e punterei su Twingo o meglio e-Up.

  7. Io invece non capisco perché in questo sito viene dato molto risalto alla Dacia; ci sono articoli, prove, approfondimenti per i dubbi dei lettori ma per il resto poca cosa…

    @vaielettrico, siete sponsorizzati dalla Dacia per caso?

    Se così, ok allora si spiega tutto.

    • Non abbiamo mai preso un euro di pubblicità da Dacia. Solo abbiamo una rubrica che si chiama “Vaielettrico risponde”, se negli ulti tempi la gran parte dei quesiti riguarda la Spring (forse perché è la EV meno costosa) non è colpa nostra. Peraltro non siamo sponsorizzati da nessuno, solo dal nostro cervello.

      • Salve sono il lettore che ha fatto la domanda. Non c’è nessuna pubblicità di dacia solamente il desiderio di possedere un auto elettrica usufruendo dei numerosi vantaggi e per il momento per le persone comuni l’unica macchina elettrica che posso permettermi (è penso come me anche altre persone) è la dacia spring

  8. Ho comperato una Dacia Spring Confort plus, cioè quella più cara fra le due Dacia ultime arrivate sul mercato. Ho firmato il contratto ad aprile e mi è arrivata verso la fine di settembre. Prima di decidere mi sono fatta rilasciare vari preventivi: ho scelto quello meno caro, presso un concessionario multimarca. Ho pagato 11500 euro. Nella cifra è compreso anche il cavo di ricarica domestica di 300 euro. che era in opzione. Ho poi scoperto che le barre portatutto, sul tetto dell’auto, non portano niente , sono solo un aspetto estetico. L’auto mi serve per brevi tragitti e quando torno a casa, se necessario la ricarico, nel box, fino a 80. come consigliato. Ho visto che posso anche usare il forno a microone e la lavatrice , mentre l’auto è in ricarica.Il mio contatore è di 3 kw. Sono soddisfatta dell’acquisto , anche perchè mi è venuta a costare poco grazie agli incentivi. Voglio anche dire che Vaielettrico mi è stato molto utile per acquisire tante informazioni e fare la scelta migliore per le mie esigenze e continuo a seguirlo.

      • Certamente.
        Inserisco la presa dell’auto direttamente nella presa del box, che però è di tipo industriale. Ricarico l’auto ogni volta che torno a casa, così non c’è bisogno di tenerla molto a lungo sotto carica; la carico fino a 80- 82, durante il giorno, ed ho scoperto che posso anche usare contemporaneamente lavatrice e microonde. Il mio contatore ha 3 Kw di potenza. E’ meglio sempre leggere bene le istruzioni, non basta ciò che dice il concessionario, poiché questa auto è ancora poco conosciuta dagli stessi concessionari. Ho imparato molte cose seguendo Vaielettrico, prima che mi arrivasse l’auto.

  9. Fermi un attimo: io la Twingo ZE l’ho pagata, quest’anno, 12.000 tondi con gli incentivi. Questi 15.000 per la Spring mi sembrano un prezzo alto. La Spring dovrebbe costare meno della Twingo a rigore. Comunque in generale i preventivi di certe concessionarie sembrano delle “supercazzole” ed è giusto chiedere sempre il senso delle varie formule che usano, come ad esempio “Prezzo servizi”.

      • Adesso purtroppo danno massimo 8000€ di incentivi, quando la comprata lei davano 10000€. Inoltre abito in Sicilia e non c’è nessun altro tipo di sconto regione 😞

    • Diciamo che i €15000 forse era riferito senza rottamazione solo con il contributo statale altrimenti c’erano €4000 in più come incentivo infatti se vedi nel preventivo non c’è scritto i dati dell’Auto da rottamare

  10. Io prima di spendere 15k per una city car molto molto basic ci penserei 1000 volte

    Con 15k,specie se si allarga la ricerca a vetture usate di meno di 1 anno si comprano cose davvero interessanti

    Poi se per forza si vuole elettrico ok

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome