Home Auto Posteriore elettrica e salite sulla neve: che succede?

Posteriore elettrica e salite sulla neve: che succede?

41
CONDIVIDI

Posteriore elettrica e salite sulla neve: che succede? Come promesso, alla prima nevicata abbiamo deciso di testare un’auto elettrica a trazione posteriore su salite innevate, per saggiarne il comportamento dinamico. Ovviamente con pneumatici invernali su entrambi gli assi. Vediamo come è andata (qui il VIDEO).

Nella bufera, sul Monte Bondone

Il test è avvenuto sul Monte Bondone, a circa 1500 mt di altitudine, durante una copiosa nevicata. La strada era completamente innevata, in alcuni tratti coperta di neve battuta, in altri abbiamo viaggiato su neve fresca. L’auto e i pneumatici invernali (dei Bridgestone LM005) non hanno disatteso le aspettative. La direzionalità e il controllo si sono sempre mantenuti su livelli molto alti.

L’auto non si è mai scomposta e la sensazione di controllo è sempre rimasta su livelli elevati. Abbiamo affrontato salite innevate con pendenze di oltre il 10% senza il minimo tentennamento. Anche le prove di partenza da fermo in salita hanno dato ottimi risultati.

Solo in un’occasione, quando abbiamo tentato di ripartire da fermi su una salita con pendenza di circa il 15% ci siamo dovuti arrendere ai limiti della fisica. Non siamo riusciti a trovare il grip necessario a proseguire immediatamente e per farlo siamo dovuti prima arretrare di alcuni metri. Colpa forse del manto troppo compatto o di ghiaccio sul fondo. Molto probabilmente un secondo motore elettrico all’anteriore ci avrebbe aiutato.

Volkswagen ID.3 alla prova salita innevata

Posteriore elettrica e salite sulla neve: e in discesa?

Anche in discesa l’auto ha mantenuto un comportamento affidabile. All’aumentare della pendenza, la leggera frenata rigenerativa sull’asse posteriore ha sempre garantito una grande stabilità. Fondamentale il sempre affidabile appoggio laterale dei pneumatici invernali che non hanno mai tolto direzionalità all’avantreno.

La frenata: risultati ottimi, anche senza freni a disco

Grande polemica aveva suscitato la mancanza sull’asse posteriore di ID3 (e ID4) di freni a disco. Volkswagen ha infatti qui optato per freni a tamburo al posteriore. Scelta molto criticata da tanti, ma che nella pratica non sembra aver tolto nulla in termini prestazionali. Se sull’asciutto e con pneumatici estivi ID3 si arresta da 100 km/h in soli 38 metri, anche nella frenata fino al completo arresto da 50 km/h non ha destato alcuna preoccupazione. Non abbiamo avuto la possibilità di misurare gli spazi, ma l’operazione si è concluso in una manciata di secondi, senza il minimo sbandamento e in piena sicurezza.

Apri commenti

41 COMMENTI

  1. Secondo test col freddo id3 riesce a fare 200km ?????? Poi la id3 ha dei problemi meglio prendere la tesla per adesso la wolksvagen è un bidone ma dai che se la tengono i tedeschi hahahahahahaha

  2. Una volta le gomme erano più versatili e avevano più trazione sulla neve ma probabilmente anche prestazioni peggiori sull’asciutto. Le gomme estive odierne offrono una trazione vicino allo zero sulla neve. A meno di non avere gomme 4 stagioni o invernali o una pendenza che sia più simile ad un falsopiano che altro sei fregato. Personalmente dato le condizioni climatiche della mia regione, rimango sulle estive e tengo le catene nel bagagliaio.

  3. buongiorno io posseggo una id3 con gli pneumatici estivi ho acquistato le catene da neve konig, contattando precedentemente la ditta per la compatibilità alle misure dei miei pneumatici (215/50 r19), da quello che leggo sarebbero inutili nel caso in cui trovassi la strada innevata?

    grazie per la risposta

      • Non ho trovato alcun test di comportamento vettura con catene da neve, per valutare io comportamento dell’avantreno su fondi innevati

        Per questo motivo chiedo se sono, secondo voi, necessari gli pneumatici invernali.

  4. Grazie della prova. Ma posso farvi notare che in italiano “pneumatici” richiede l’articolo determinativo “gli”?
    Tutte le parole maschili che iniziano con Z, PN, SC richiedono”lo” al singolare e “gli” al plurale.
    Grazie per il vostro impegno nella difesa della lingua italiana!

    • Non ci sovraccarichi di responsabilità. La lingua italiana la difende l’Accademia della Crusca. A noi basterebbe difendere la mobilità sostenibile

    • L’uso di “il”, “un” e “i” non sarà correttissimo, ma comunque tollerato. E tra l’altro risulta più gradevole da sentire…

  5. Ma non sarebbe naturale e più semplice progettare le auto elettriche con 4 motori uno per ogni ruota con controllo elettronico?

  6. HO LA MIA BMW METANO BENZINA TRAZIONE POSTERIORE GOMME TERMICHE 4 BRIDGESTONE UNA BOMBA MAI NESSUN PROBLEMA SU GHIACCHO O NEVE! BOLLO 25 EURO 150 ASSICURAZIONE .ANNO 1990 1600 ASI ORO VI BATTE TUTTEEEER!

  7. La Panda 4x 4 vecchio tipo per via della leggerezza e delle ruote strette anche senza gomme invernali se la cava molto bene a patto di non fare salite troppo ripide però con gomme da neve non la frega nessuno io con le Pirelli winter di serie sono salito su pendenze abbastanza ripide anche con 20 cm di neve 😄 il problema è a scendere a salire sale dappertutto a scendere ti voglio 😄 . I fuoristrada da loro contro hanno il peso più imponente e le gomme più grandi rispetto alla vecchia Panda 4 x 4 Ecco perché sono meno agili su salite o discese senza gomme adatte però hanno il vantaggio delle marce corte e l’altezza che gli permette di camminare anche su molti centimetri di neve. comunque queste macchine elettriche con doppia propulsione e trazione integrale sono interessanti.

    • Ci sono anche elettriche divertenti, pure sulla neve: io ho una Model 3 LR AWD ed abito in Norvegia… sai che spasso in questo periodo! 😁

      • Non è il mio tipo di auto, ma non metto in dubbio che con la coppia subito disponibile ci si può divertire…. Anche se la versione rwd sarebbe la più adatta!

  8. Grazie per la prova, innanzitutto. Vorrei se possibile chiedere un paio di chiarimenti:
    – quale differenza di comportamento ha riscontrato rispetto alla trazione anteriore (es: e-Golf)? Va meglio?
    – verso la fine si parla di “leggera frenata rigenerativa sull’asse posteriore”…. leggera nel senso che non è particolarmente significativa? Scendendo dal Bondone quanto ha dovuto utilizzare i freni?

    • Buon giorno Dario,
      la trazione posteriore garantisce in generale una maggior motricità. Su fondi con scarsa aderenza questo effetto si nota maggiormente.
      La frenata rigenerativa si autoregola in funzione della pendenza, dell’ approssimarsi di stop o incroci, del comportamento del veicolo che precede. E naturalmente si può regolare manualmente con l’utilizzo del pedale del freno. Nel caso del test, la pendenza non estrema in discesa dal Bondone e l’assenza di traffico produceva una modesta azione frenante rigenerativa sufficiente a rendere superfluo qualsiasi intervento extra.

      • Scusa ma mi pare errato che si ha più trazione con il posteriore su fondi poco aderenti la fisica vuole che più peso sull’asse maggiore è la trazione e quindi solo in caso di motore posteriore si ha più trazione

        • Enrico buon giorno,
          la domanda di Dario era relativa a e-Golf (full electric a trazione anteriore con motore da 100 kW, appunto all’anteriore) e ID.3 (full electric a trazione posteriore con motore da 150 kW, al posteriore). In entrambe i casi, il peso del motore è trascurabile rispetto a quello della batteria. La disposizione della batteria, in entrambi i casi, garantisce una ripartizione dei pesi vicina al 50/50 tra anteriore e posteriore. In fase di accelerazione, l’asse anteriore si alleggerisce e, mentre in e-Golf questo, quando si esagera con l’acceleratore, può provocare lo slittamento delle ruote, in ID.3, anche con scarsa aderenza (ad esempio fondo bagnato) e una coppia maggiore, è comunque possibile scaricare a terra tutti i cavalli senza alcuno slittamento.

  9. Skoda Eniaq dual motor di prossima uscita 2021 come Ev, mentre Rav4 hybrid plug in gia disponibile. Confermo in assenza di pneumatici invernali, oppure almeno 4stagioni sulla neve non si va da nessuna parte ho avuto jimny 4×4, X3, X5, korando 4×4 e attualmente Zoe e Rav4 hybrid
    saluti
    AC

  10. E’ pronto il pianale E-GMP a trazione integrale inseribile di Hyunay Kia, saranno disponibili a breve 25 modelli entro il 2025.

  11. Leggo spesso e con attenzione i Vs articoli e mi piacciono poiché “suonano concreti”. Bravi!
    E’ da un annetto che vorrei comperare un’auto elettrica “tipo Yaris”, o al limite un mini-SUV, da usare nella mia realtà, dove neve e pendenze stradali elevate sono una normalità per almeno 4 mesi all’anno.
    E’ per questo che sono in trepidante attesa di un’EV dotata di controllo di trazione sulle 4 ruote (tipo AWD), ma… sembra che per ora il mercato non stia proponendo molto (eufemismo).
    Ci sono prospettive in tal senso per il 2021?

    Grazie

  12. Ho provato la mia ID3 alla prima nevicata sul passo delle Erbe (11/10/2020) e con la strada non completamente coperta dalla neve (montavo pneumatici normali) la macchina si e bloccata, l’unica possibilità che mi rimase fu di scendere in retromarcia in discesa fino a quando in una curva ho avuto lo spazio per girare la macchina.

        • Non concordo io in montagna con strade innevate con trazione anteriore ci sono sempre andato senza catene e quando non si riusciva mi fermavo e sgonfiavo i pneumatici a circa un bar di pressione

      • Dipende, il blocco in ogni caso a mio parere non aiuta in certi casi poi dipende da situazione a situazione, io ci vado sempre e mai un problema ps ho una lada niva

    • Scusa ma dovresti chiarire cosa intendi per “bloccata”, l’auto non riusciva più ad avanzare perché le gomme slittavano oppure i controlli elettronici dell’auto toglievano motricità alle ruote? Penso che sia una precisazione importante che aiuta a capire.
      Grazie.

      • Era un blocco elettronico, se le ruote avessero pattinato sarei riuscito ad avanzare, la strada era innevata a chiazze
        Non avevo la tranquillita di testare altre opzioni visto la situazione un po pericolosa, forse avrei dovuto provare a spegnere e riaccendere la macchina.
        PG

        • Ciao Pier Giorgio e grazie per la precisazione, quindi significa che molta gente qui ha sparato sentenze inutili senza sapere come stavano le cose…
          Comunque anch’io anni fa su una Mercedes classe B ho avuto lo stesso problema nonostante avessi le gomme invernali, la macchina non ne voleva sapere di muovere le ruote, anche escludendo il controllo elettronico della trazione e tutti i dispositivi possibili, unica soluzione fare 2 km in retromarcia fino ad un posteggio.
          Ma sicuramente qui ci sarà qualcuno che avrà da insegnarci qualcosa no?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome