Home Scenari Poste Energia: i prezzi delle offerte luce e gas

Poste Energia: i prezzi delle offerte luce e gas

12

Poste Energia rivela i prezzi delle sue offerte luce e gas, entrando in concorrenza diretta con altri due colossi di Stato, Enel Group in primis, ma anche Eni.

Poste Energia
Le altre componenti che concorrono alla spesa sono connesse ai costi trasporto gestione del contatore e oneri generali, e sono applicate nella misura definita e aggiornata dall’ARERA. Per la luce sono previsti anche i seguenti costi di dispacciamento (PD: 0,01993€/kWh e DISPbt: – 18,3418€/anno).

Poste Energia: tariffe bloccate per 24 mesi, con 2 opzioni

Era stato l’ad Matteo Del Fante ad annunciare a fine gennaio che Poste Italiane sarebbe entrata in questo nuovo settore, dopo la finanza e la telefonia. E ora arrivano i dettagli delle offerte, disponibili solo negli uffici postali, su poste.it e sulle app Postepay e BancoPosta. Il prezzo della materia prima luce e gas dell’offerta (vedi tabella) è bloccato per 24 mesi. Previste due opzioni di pagamento: quella tradizionale, con importo variabile in base a quanto consumato nel mese. E quella innovativa a rata fissa, calcolata sulla base dei consumi dell’anno precedente.Quest’ultima soluzione consente di pagare lo stesso importo mensile per 12 mesi, pianificando le spese energetiche senza sorprese in bolletta. A fine anno, la rata viene ricalcolata per l’anno seguente, in aumento o in diminuzione, sulla base dei consumi effettivi rilevati.

Poste energia
Matteo Del Fante, Ad di Poste Italiane

Del Fante assicura bollette trasparenti

Come si può vedere dalla tabella in alto, si tratta di prezzi molto competitivi. Per l’elettricità l’Arera il 29 dicembre ha stabilito a  0,5311 il costo al kWh per chi ha il contratto in regime di maggior tutela. Qui parliamo di 0,2900 più oneri di sistema e dispacciamento. “Con il lancio di Poste Energia“, spiega Del Fante, “completiamo il processo di ampliamento della gamma di servizi ai clienti di Poste Italiane. Puntando sulla forza della nostra piattaforma innovativa e omnicanale. L’ad definisce l’offerta “trasparente, prevedibile, innovativa e sostenibile”. L’elettricità venduta in particolare, proviene al 100% da fonti rinnovabili prodotte in Italia. E le emissioni del gas immesso al consumo sono compensate. Quanto alle modalità di sottoscrizione, il n.1 di Poste spiega che “è sufficiente presentare una bolletta recente“.

Vesper
Apri commenti

12 COMMENTI

  1. Boh io tutti ‘sti aumenti non li vedo…
    Ho un banale contratto Enel Energia Scegli tu bioraria. Mai toccato mai cambiato.

    Ultima bolletta? 66,36€ per 275kWh consumati quindi 0.24 €/kWh che diventano 0,18 togliendo i costi fissi.

    L’offerta di Poste? Lascerei perdere… a ognuno il suo lavoro.

  2. 29€cent/KWh di componente energia.
    In pratica finito parliamo di 40€cent ad occhio.

    La cosa che mi fa sorridere sono quelli del webbe che ti dicono “ma hai fatto i conti di quanto hai speso del FV”.

    Io SI ho le fatture figurarsi se non lo sò, ho anche le bollette presenti.e passate.

    Mi viene da chiedere “avete fatto due conti di quanto spendete e spendere DOPO il 30 Giugno?”.
    Perché, secondo me, una bella fetta NON lo ha fatto.

    Riguardante l’articolo presente se non erro per i prox 2,5 anni sono apposto con tariffa bioraria intorno ai 10€cent. Sempre che non ci siano clausole di rimodulazione che a quel punto mi aspetto di vedere applicate a Giugno.

  3. ADESSO.. … io non vorrei dire ma…

    ragazzi…
    ohhh ragazzi…
    Ma che ci azzecca Poste Italiane spa con la telefonia e adesso con luce e gas?
    Voglio dire…
    … sto povero impiegato di poste che prima timbrava le buste… poi l’hanno messo a fari i conti correnti e a vendere i contratti telefonici.
    Adesso ti propone la bolletta della luce e del gas.?!?!?!????
    Cioè… non per svalutare la capacità cognitiva di questi dipendenti ma…
    ..
    ma…
    siamo sicuri che siano professionalmente preparati per gestire queste molteplici conoscenze oppure ci affidiamo ad un mero venditore che smacchina a comando?
    Non è che poi è come l’influencer con la terza media che sponsorizza il fondo di investimento Arabo con sede a Cipro?
    E’ una domanda lecita? un dipendente di Poste Italiane è professionalmente preparato … ma soprattutto psicologicamente?
    Ma poi … sto AD… (amministratore delegato) … che limite avrà mai?
    Potremo un giorno andare in posta e ordinare ostriche e champagne mentre stiamo seduti in attesa di una consulenza sulle utenze di casa e magari facciamo trading sul Forex aspettando che l’auto si ricarichi nel parcheggio di Poste…. mentre leggiamo le mail dal postefonino e ci facciamo stirare la camicia dall’impiegato….

    Che bella l’idea di andare al bar stasera e farmi un taglio di capelli piuttosto del solito aperitivo.
    APERITIVO – TAGLIO CAPELLI – CAMBIO GOMME – ..
    … Fermatemi…. stò andando troppo avanti con la fantasia…

    • La cosa sconcertante non è tanto la pluralità dei compiti assegnati agli operatori ma è che approfittando della rete fisica che hanno già come poste fanno di fatto concorrenza sleale alle altre società che una rete fisica di quella dimensione, se la vogliono, la devono pagare di tasca loro mentre quella di poste risale in buona parte a quando era una società statale e quindi probabilmente l’abbiamo pagata noi con le nostre tasse.

    • Penso proprio di sì.
      È da tempo in corso un cambio generazionale con dipendenti nati già sotto l’era tecnologica.
      Ci sono professionisti, laureati…. Che manco sanno usare lo SPID.. o magari usare il pc.
      Cosa potrà mai essere proporre un contratto di fornitura di un servizio o un’offerta telefonica?!
      Quanto alla preparazione dei dipendenti credo che loro continue interazioni allo sportello con persone di ogni tipo li portino ad essere quasi degli psicanalisti.
      Rifletta 🙂
      Non lavoro alle poste

  4. Offerta innovativa forse, ma spacciata (e sì, ho scelto questo verbo di proposito) nel solito vecchio modo subdolo e disonesto, come anni fa con gli investimenti o con le schede telefoniche: ho visto coi miei occhi, ed è successo anche a una parente, offrire questa soluzione alle persone anziane che andavano in posta a pagare le loro bollette tramite bollettino. Gli impiegati chiedono di poter fare una copia della bolletta che stanno pagando per poter poi fare un’offerta “molto conveniente”. Magari due testimonianze non fanno statistica, ma mi pare il solito vecchio metodo “alla Poste”.

    Oltretutto, la cifra che ho visto offerta alla mia parente (e che ho invitato subito a ignorare) era del 25% maggiore della spesa annuale attuale pur se in quest’ultima c’erano i mesi invernali col metano alle stelle, e del 10% di quella di NeN, che abbiamo provato subito dopo per compararla a un’altra azienda che offre la rata fissa; giusto per dire che la rata fissa non è così innovativa, la fanno anche altri.

    Nuovi servizi, le solite vecchie Poste.

  5. Prezzo componente energia. E quindi il prezzo finale comprensivo delle accise a quanto ammonta?

    La mia ultima bolletta ho pagato 222.79 euro, levando i 9 euro del canone tv sono 213.79 euro. Materia energia 166.32. kWh consumati 582. Quindi sto pagando 0.286 €/kWh per la componente energia, proprio l’offerta di Poste. Il prezzo finito nel mio caso è 0.377 €/kWh. Presumo sia lo stesso più o meno anche per Poste.

    • E’ una offerta a canone fisso per 2 anni. E’ questo il punto. Quindi se tuo zio è il mago di Segrate o la tua vicina è una che fa le carte, puoi sapere se stai facendo un’operazione conveniente. Oppure tiri una monetina. In alternativa puoi sempre laurearti in economia e commercio, specializzarti in finanza, studiare a fondo i mercati e con un pizzico di fortuna capire se ti conviene. Parafrasando potremmo dire: “E’ il mercato libero bellezza”.

      • Sì ma se il prezzo sul mercato libero dovesse scendere, credo tu possa sempre andartene senza pagare penali. Quindi se fosse la miglior offerta sul mercato (NON LO SO!) si potrebbe aderire per cambiare dopo. Andrebbero fatte delle simulazioni

    • Io ho fatto un preventivo per curiosità e facendo la spesa annuale/consumo atteso, sono 0.4636€ al kwh. Comprensivo di canone rai o almeno così sta scritto, con prezzo componente energia 0,29€ e “tutte le componenti di prezzo incluse”

Rispondi