Home Nautica Pogo 30, si naviga in elettrico con la barca bretone

Pogo 30, si naviga in elettrico con la barca bretone

0
CONDIVIDI
Pogo 30 barc a vela motore elettrico

Più autonomia, la ricarica anche con i pannelli solari,  l’idro generatore e il minor peso che rende più leggera e performante la barca a vela. Sono gli elementi che portano alla scelta elettrica. L’ultima arrivata è il Pogo 30, dalla Bretagna.

La  nuova creatura del cantiere bretone Pogo Structures è una versione elettrica del Pogo 30. La barca a vela convertita in elettrico grazie alla richiesta di un cliente. Il Pogo, infatti, è già sul mercato dal 2013 – sono 120 le unità vendute – con un buon gradimento dei velisti.

Un Pod elettrico da 4 kW, autonomia per 60 miglia

Pogo 30 in navigazione

La versione elettrica si basa sui motori Torqeedo, il marchio tedesco ha fornito
il  Pod elettrico da 4 kW alimentato da due batterie agli ioni di litio da 48 Volt. L’autonomia è di circa 60 miglia contro i 200 del motore diesel da 20 CV. Lo scarto c’è tutto, ma per i velisti è già un buon risultato: il motore si usa soprattutto per le manovre in porto e per altri piccoli spostamenti. Le batterie poi si ricaricano di continuo grazie al sole e in navigazione con l’idro generatore.

Si guadagna spazio e 200 kg

Gli interni di Pogo 30

Un altro beneficio, molto gradito da coloro che vogliono planare con Pogo, è una buona riduzione di peso. Sostituire il motore diesel permette di risparmiare circa 200 kg e ottenere più spazio in barca lunga 9.14 metri  per 3.70 di larghezza. Una barca snella, ma disegnata  con forte attenzione per il comfort dei navigatori e dei loro ospiti.

Pogo 30 elettrico costa 14.000 euro in più

Il prezzo della versione con motore elettrico costa 14 mila euro in più che corrispondono al 10 % del prezzo complessivo della barca a vela. Una spesa che può crescere se si vuole aumentare l’autonomia con un pacco batteria più grande. Non è la prima volta elettrica del cantiere bretone nato a fine anni ’80. Il debutto risale al 2007, ma la tecnologia, mancano un fornitore di motori come Torqeedo, non era al livello di quella attuale.

LEGGI ANCHE: RS21, la barca a vela leggera ed elettrica