Home Nautica Podio italiano a Monaco Boat Energy: Bologna (1) e Milano (3)

Podio italiano a Monaco Boat Energy: Bologna (1) e Milano (3)

0
CONDIVIDI
nautica elettrica
il catamarano Italiano che ha vinto la competizione di Monaco

Si fa onore la nautica elettrica italiana. L’Università di Bologna con Uniboat e il Politecnico di Milano con Physis PEB sono rispettivamente primi e terzi nella classifica generale e della classe energia della nona edizione del Monaco Energy Boat Challenge. 

L’evento ha messo in competizione per la miglior soluzione sostenibile 38 squadre (21 nazioni) tra cui 27 università.

 

La classifica 

Nautica elettrica
La classifica generale con ai primi posti i team italiani

Gli studenti, i ricercatori, gli ingegneri e i docenªªti universitari italiani sono saliti negli scalini più alti del podio  della classifica generale, ma hanno vinto pure altri premi: primo nell’endurance, nello slalom e nella championship race e primo anche per la per la migliore presentazione tecnica di progetto, il Best Tech Talk. Il Politecnico di Milano porta a casa il primo premio per l’Eco Conception (Politecnico Milano).

nautica elettrica
Italiani primi anche in altre classifiche del premio

Nella Challenge Open Sea hanno vinto gli inglesi (ma con un ramo italiano) di Vita Lion Yachts, la sfida a cui hanno partecipato anche gli italiani di Villa D’Este e AS Labruna.

Meno costi, meno energia e meno spazio: una barca in valigia

Fare (in questo caso navigare) con meno. Questa la filosofia dell’evento che premia il minor impatto sull’ambiente e sul risparmio energetico. Anche nel trasporto delle imbarcazioni. “I partecipanti hanno adattato i propri progetti per ridurre al minimo i costi di trasporto e il proprio impatto ambientale, mettendo alla prova tutta la propria ingegnosità su barche che possono essere smontate o pieghevoli“.

YouTube player

Portabilità all’estremo fino a mettere in valigia la barca come ha fatto il team Dubai Sailing Tigers. Buon lavoro anche per i canadesi di Exocet: Abbiamo dovuto imballare i pezzi in uno spazio minimo perché tutto arrivava per via aerea. Alla fine, è andato tutto in una scatola lunga circa 1,5 metri“, come spiega Olivier Tessier, l’ingegnere meccanico del team.

Nautica elettrica
Il catamarano del progetto physis peb salito sul podio a monaco

Innovazione all’idrogeno, al lino e bambù

Il premio per l’innovazione è andato al team portoghese di Técnico Solar Boat (Classe Energetica) che ha sviluppato un sistema per deumidificare l’idrogeno e i gas che passano attraverso la cella a combustibile. Interessanti anche altre innovazioni come ha sottolineato il presidente della giuria internazionale, Jérémie Lagarrigue, Ceo di EODev: “L’eco-design con bambù, fibra di lino e PET riciclato su motori ancora ricchi di tecnologia. Gli studenti stanno sviluppando le competenze necessarie per la nautica da diporto di domani con analisi del ciclo di vita che guideranno la progettazione delle future navi”.

Nautica elettrica
Monaco Boat Energy Photo by courtesy of YCM Studio Borlenghi

 

La propulsione è una delle componenti della barca green. “Sono stati fatti progressi anche sulle eliche con profili che offrono quasi l’80% di efficienza contro l’attuale 50%“.

In gara con motori da 10 kW

Nella Classe Energetica gli scafi monotipo sono forniti da Yacht Club de Monaco e i team scelgono il sistema di propulsione. Quest’anno si è passati a motori da  10kWh.

L’evento è stato organizzato dal collettivo Monaco, marchio ombrello dello Yacht Club de Monaco in collaborazione con Fondazione Principe Alberto II di Monaco. Più il supporto di Credit Suisse, BMW, SBM Offshore e cantiere Oceanco.

—  Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome