Home Aziende Più fondi a WeCity, l’app che premia il risparmio di CO2

Più fondi a WeCity, l’app che premia il risparmio di CO2

0
CONDIVIDI
risparmio di CO2

WeCity, l’app che premia il risparmio di CO2, ha chiuso con successo la campagna di equity crowdfunding lanciata lo scorso luglio su OpStart. Realizzata da una start up modenese, WeCity è una piattaforma che consente di calcolare e remunerare le minori emissioni di anidride carbonica ottenute da chi opta per una mobilità sostenibile o adotta il cosiddetto Bike to Work.

risparmio di co2

Il rismarmio di CO2 vale 300 euro l’anno

Sono remunerati tutti gli spostamenti quotidiani in bicicletta, a piedi, su mezzi pubblici o veicoli elettrici anzichè con l’automobile privata. Tra le prime applicazioni, quella lanciata qualche tempo fa dal Comune di Modena (leggi). La città emiliana premia con una cifra che può arrivare a 300 euro l’anno, chi certifica un risparnio di CO2 andando al lavoro in e-bike, monopattino, bicicletta muscolare. A Modena, si sono accodate altre 33 amministrazioni in Emilia-Romagna tra cui Rimini, Parma e Ferrara.

Un crowdfunding da 175 mila euro

WeCity, che è una società benefit , ha triplicato l’obiettivo minimo del crowdfunding raccogliendo capitali per 174.802 euro. Quanto raccolto consentirà di ridisegnare la app mobile, consolidare la community attraverso social e gamification e accelerare l’espansione e la crescita di WeCity.

Gli investimenti più consistenti provengono da Saving Co2 SB Srl (Saverio Magni), società modenese attiva nel settore dei titoli di efficienza energetica e da ICT-Group (Samuel Campani), azienda di informatica di Reggio Emilia che da 25 anni utilizza la tecnologia e l’innovazione per automatizzare e migliorare i processi di aziende di tutto il mondo con particolare attenzione alla tracciabilità e alla rintracciabilità.

Entrando nel capitale, queste due aziende metteranno al disposizione della propria clientela i servizi di WeCity. Quest’ultima potrà continuare concentrarsi sullo sviluppo dell’app e della community.

Fondata a Modena nel 2014 come PMI innovativa WeCity, nel 2020 a seguito della pandemia si è trasformata in Società Benefit (SB). Il team  è composto da ingegneri nel campo della mobilità sostenibile e del Carbon Trading, da sviluppatori e da professionisti del marketing digitale..

WeCity diventa benefit aziendale

Si rivolge da un lato agli utenti che scaricando gratuitamente la app dimostrano un risparmio di CO2, dall’altro a imprese, brand e pubbliche amministrazioni. Può già contare su partnership con municipalizzate, la A.U.S.L. di Bologna o SETA, la società di trasporto pubblico dell’Emilia-Romagna-Ovest. Ma anche con brand noti come Conad e Tucano che coinvolgono e premiano gli iscritti in piattaforma.

We City può gestire programmi personalizzati di incentivi alla mobilità sostenibile. L’algoritmo proprietario permette infatti di individuare il mezzo di trasporto utilizzato anche in successione intermodale.

Oppure genera certificati verdi

La certificazione ISO14064-II inoltre, permette di collocare sul mercato volontario della CO2 i titoli generati. Al crescere della community vengono attivate le revenue stream legate alla monetizzazione dei crediti emissivi di CO2, dei titoli di efficienza energetica e dell’uso dei dati aggregati di mobilità per la pianificazione urbanistica, il marketing e l’advertising.

risparmio di co2
Paolo Ferri

Paolo Ferri, CEO di WeCity ha dichiarato che le risorse fresche serviranno «ad ottimizzare l’algoritmo di individuazione del mezzo di trasporto in condizioni complesse, grazie anche all’intelligenza artificiale e al machine learning».

Tra gli altri sottoscrittori spiccano anche Energy Intelligence,  che opera nella transizione energetica e IDIALAB s.r.l., una software house già fornitrice di WeCity.