Home Incentivi Piemonte: 11 milioni per auto (fino a 10mila euro, ma son quasi...

Piemonte: 11 milioni per auto (fino a 10mila euro, ma son quasi finiti), moto e bici

18
CONDIVIDI
incentivi auto elettrica

Il Piemonte stanzia quasi  11 milioni di euro  per  acquistare veicoli elettrici e non. Ma non fatevi troppe illusioni per le auto, visto che i soldi sono quasi finiti. Quasi  una lotteria con la corsa a presentare la domanda.

In concreto su 9.122.741,33 milioni euro in dotazione ora – nel momento in cui scriviamo – ne sono stati impegnati 9.067.150. Calcolando qualche domanda respinta i fondi sono quasi terminati. Speranza, invece,  per i contributi destinati a ciclomotori, motocicli, velocipedi, biciclette, anche le cargo bike elettriche, e per chi rottama veicoli, ciclomotori, motocicli senza l’acquisto di un nuovo mezzo.

Auto: i soldi volano via subito

regione piemonte
L’andamento dei contributi della Regione Piemonte

Come si volatilizzano oltre 9 milioni di euro in pochi giorni? C’è da finanziare tutta la coda del 2020 ovvero, fanno sapere dalla Regione, “esaurire tutte le 1211 richieste presentate entro il 12 dicembre 2020“. A queste si sono aggiunte quelle presentate in questi giorni per un totale di 1.317 da liquidare (salvo quelle che saranno cestinate). Importante: conviene sempre presentare la domanda perché si può essere ripescati. Il gioco vale la candela, gli incentivi sono generosi: da 2.500 a 10mila euro per le elettriche pure. Secondo la Regione per le nuove domande ci sono “oltre 2 milioni e 900mila euro che equivalgono a circa 450 veicoli“. Il bando parla di agevolazioni per la categoria M, sulla categoria N  il servizio di “assistenza” di Finpiemonte al telefono non ha saputo dare spiegazioni. Attendiamo i tempi di risposta della direzione del servizio regionale a cui abbiamo scritto.

Emilia e Lombardia
Nel bando della Regione Piemonte non solo gli incentivi alle elettriche

Per chi vuole partecipare ecco alcune informazioni da conoscere: si riconoscono le spese ancora da sostenere (no km0 /no noleggio) o già sostenute dal 9/8/2019. Le spese sostenute dal 1/10/2020 devono evidenziare in fattura lo sconto di almeno il 12% dal prezzo di listino base o, per i soli veicoli elettrici, di 2mila euro.

La domanda va inserita solo con la Spid o altri documenti digitali (c’è pure un tutorial di ben 37 pagine per cercare di capirne di più) e si deve cliccare su questo link. Importante: il contributo è cumulabile con quello statale.

Alle moto 4mila euro, 2mila per i ciclomotori

La Vespa elettrica: il prezzo è alto, ma con i doppi incentivi statali e regionali…

Incentivi generosi anche per i motocicli (4mila euro) e i ciclomotori (2mila euro) elettrici – cumulabili con altri bonus – se si  rottama il vecchio mezzo termico. Su questo capitolo si hanno molte speranze di prendere il contributo. Le domande presentate sono 89 per una liquidazione teorica da 328mila euro ma la dotazione totale è da 1.971mila euro. C’è tempo fino al 30 giugno per presentare domanda.

 

assessore ambiente Piemonte
Matteo Marnati, assessore regionale Piemonte

Finanziamenti anche per le bici e le cargo e-bike. Ci sono da liquidare le 119  domande del 2020 mentre la dotazione totale è oltre un milione e 300mila euro.  Il contributo è da 150 euro per una bici/ebike e fino a 1.000 euro per una cargo e-bike per il trasporto di persone. Infine chi  rottama un veicolo (auto/motociclo/ciclomotore) senza ulteriore acquisto prende 250 euro. Qui ci sono a disposizione 405mila euro.  Per maggiori dettagli sul bando cliccare sul link.

Chiudiamo con l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati:Abbiamo mantenuto la promessa di coprire la richiesta di contributo per tutti i cittadini che avevano già partecipato con grandi aspettative al bando“.

simbolo auto Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratis alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

 

Apri commenti

18 COMMENTI

  1. Ho impiegato dieci giorni per riuscire ad entrare in quella dannatissima piattaforma. ho scritto varie volte, compilando un form specifico , mi rispondevano invitandomi a cancellare tutta la cronologia ,tutte le caches, i cookie ed anche a far intervenire un tecnico informatico. Per poco non azzeravo il computer ; quando finalmente sono riuscita ad arrivare alla fine della compilazione della domanda, lavoro non da poco, e la invio , mi trovo l’avviso che c’è stato un errore imprevisto ed avrei dovuto ricominciare daccapo. A questo punto mi è venuto un cattivo pensiero , ho scritto per avere spiegazioni e, incredibile , mi è stato risposto che la domanda era stata inviata correttamente. Ma non è finita. In automatico mi era stato dato un numero di domanda folle; stasera ho ricevuto una e-mail che mi invitava a verificare il numero di domande pervenuto ad oggi. Vado a cercare e trovo che è bassissimo rispetto al numero che mi è stato assegnato. Ho subito scritto per avere una spiegazione, aspetto la risposta. Non so proprio cosa pensare.

    • Grazie Cecilia, naturalmente non possiamo esprimerci su una procedura che non abbiamo sperimentato di persona, ma sono diversi i lettori che ci hanno scritto lamentando problemi. Abbiamo sperimentato l’assistenza al telefono e su questa la valutazione non è positiva: non si possono dare risposte fuorvianti per tentare di nascondere l’ignoranza sul tema. Grazie

  2. Buongiorno, io ho effettuato la domanda per una auto elettrica lo scorso ottobre e sono in graduatoria intorno alla 300ima posizione.
    Sapete se verrà inviata una mail di conferma di accettazione?

  3. Scusate io ho acquistato un auto elettrica a gennaio 2020 usufruendo degli incentivi statali, state dicendo che posso fare richiesta anch’io per questi regionali?

    • Si dovrebbe averne diritto, se trova ancora posto. Le consiglio di scaricare il bando e di seguire tutte le istruzioni il più presto possibile. Fondamentale avere una chiave digitale per entrare nella piattaforma. Poi ci faccia sapere.

      • Purtroppo il regolamento per il Piemonte è più restrittivo di quello nazionale: per la rottamazio e sono ammesse solo auto fino ad euro 3, la mia era un benzina euro 4. Grazie comunque per l’articolo, non ne sapevo niente!

  4. Questi contributi regionali sono studiati male in partenza. Dovrebbero intanto essere più bassi, così da accontentare una platea doppia o tripla di persone con lo stesso stanziamento (tanto sono cumulabili con gli statali). Poi dovrebbero essere cedibili ai concessionari così l’accesso alle piattaforme sarebbe riservato solo agli operatori del settore e il cliente potrebbe beneficiare di uno sconto immediato aggiuntivo

    • Salve Daniele lo abbiamo scritto molte volte, inoltre ci sono alcune regioni come Veneto o Trento che fanno una scelta anche a seconda della fascia di reddito e non solo come ordine di arrivo che da lo stesso contributo all’operaio e al milionario.

  5. Ho prenotato un’auto totalmente elettrica e, avendo ricevuto una mail da Finpiemone che mi avvertiva della riapertura del bando, mi sono subito attivata. Il problema è che, ogni volta che arrivavo alla pagina dell’autenticazione , appariva l’avviso di errore con l’invito a riprovare. Ho telefonato all’assistenza, che mi invitava a compilare un form con tutti i dati, cosa fatta più di una volta, poi mi arrivavano mail che invitavano a cancellare tutte le cache, cookie e cronologia. Insomma ho fatto tutto ciò che mi è stato detto, ma il risultato è stato zero. Ho l’impressione che la piattaforma sia stata generata in modo tale da limitare gli accessi. Avrei avuto diritto a 10000 euro! Ormai ho rinunciato.

    • Cara Cecilia non si dia per vinta, provi ancora e ci faccia sapere.

      L’assistenza ai cittadini presenta alcune pecche. Personalmente ho telefonato al centralino di assistenza per capire se sono finanziabili i veicoli di categoria N oltre la M – non citati del bando – e l’unica cosa che ho capito e che l’operatrice non sa cosa siano i veicoli di categoria N. Quindi siamo in attesa di una mail inviata alla direzione regionale per avere una risposta. Questo per dire che pur non esprimendomi sulla sua pratica ho visto che c’è qualcosa che non fila liscio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome