Home Auto Pensi a un’elettrica usata? Ecco un po’ di prezzi

Pensi a un’elettrica usata? Ecco un po’ di prezzi

0
CONDIVIDI

Un’elettrica usata? Vediamo come cambia il mercato con l’arrivo degli incentivi sul nuovo, che di solito spiazzano le vetture di seconda mano più recenti.

Occhio alla capacità residua delle batterie

Un’avvertenza banale: nelle elettriche più vecchiette c’è un aspetto sul quale porre grande attenzione, ovvero la capacità residua del pacco-batterie. Più km (e ricariche) sono stati fatti, più è probabile che le celle dell’elettrica usata abbiano perso la loro potenzialità nell’immagazzinare energia. È come se in un’auto a benzina si fosse ristretto il serbatoio e, quindi, la percorrenza con un pieno. Quando si acquista un’elettrica usata, dunque, è bene verificare quanti km è in grado di percorrere l’auto che ci interessa. Se, per esempio, i nostri spostamenti quotidiani sono modesti, può convenirci acquistare un’auto con capacità ridotta ma, in proporzione, a un prezzo molto più abbordabile. Vediamo dunque un po’ di prezzi su cinque modelli tra i più venduti in Italia.

CITROEN C-ZERO

E’ l’entry-level, assieme alla prima serie della Nissan Leaf, e si può trovare anche a meno di 10 mila euro. Su Autoscout 24 il primo prezzo (guarda l’annuncio) è a 9.500 euro per una vettura del maggio 2013 con un chilometraggio più che accettabile, ovvero 27.450 km. Stiamo parlando di una vetturetta ideale per il casa-lavoro, che si può ricaricare facilmente anche a casa con 3 kW di potenza. Offerte simili si trovano per le “sorelline” Peugeot iOn e Mitsubishi MiEV, praticamente identiche (le due francesi derivano dal modello giapponese). A 11 mila euro si trovano anche C-Zerocon soli 10 mila km sul groppone. E con 13.900 euro un concessionario del casertano offre addirittura delle km 0.

NISSAN LEAF (prima serie)

Su Autoscout 24 (guarda) se ne trovano anche a 9.900 euro, ma si tratta di una vettura dell’agosto 2013 con 68 mila km sul groppone. Forse l’occasione migliore è un’auto del febbraio 2017 che un rivenditore di Messina propone a 21 mila euro, ma praticamente nuova. I km dichiarati sono appena 1.150, dato che si tratta di una vettura dimostrativa. In mezzo c’è un po’ di tutto, sia in termini di prezzo che di chilometraggio. Si tratta di un modello per un uso soprattutto cittadino, con batterie da 24 kWh. Da fine 2017 è stata messa in vendita la seconda serie.

NISSAN LEAF (seconda serie)

La disponibilità è ancora poca, perché si tratta di una vettura molto recente. E comunque le usate costano poco più di 30 mila euro, anche se con pochissimi km sulle spalle (in offerta ce n’è una con 5 mila e una con 13 mila km). Ma c’è un rivenditore di Pordenone che le propone nuove in versione Tekna a 29.700 euro (clicca qui). Se davvero sono nuove come recita l’annuncio, e non km 0, hanno diritto agli incentivi statali. E il prezzo, quindi, diventa molto interessante.

RENAULT ZOE

Sempre su Autoscout si trova persino una Zoe dell’ottobre 2014 a 8.900 e con un chilometraggio tutto sommato contenuto, 38 mila km. La propone un rivenditore di Oderzo. Non viene chiarito se il prezzo comprende anche le batterie o se invece questo ultimo sono a noleggio e, quindi, da pagare con un canone mensile a parte. La Zoe è forse l’elettrica di cui si trova un’offerta di usato più ricca (guarda). Con occasioni anche a km 0, ovvero macchine praticamente nuove, proposte a 25.700 euro. Anche qui sono disponibili vetture dimostrative, ora messe in vendita a prezzi aggressivi. Come quella disponibile a 20.900 euro a Castellanza con soli 2.500 km.

 

SMART Electric Drive

Nonostante sia una veterana nell’elettrico, la Smart Electric Drive (oggi EQ) non si trova in grande quantità nell’usato. Forse, vien da pensare, perché chi ce l’ha se la tiene ben stretta… In genere si tratta di usato “fresco”, come una vettura del settembre 2017 con 10.200 km a 18.970 euro su Autoscout. O addirittura delle km 0 (praticamente nuove), proposte su Trovit (clicca qui) a 22.890 euro. Ricordiamo che la Smart sta per cessare la produzione di vetture con motore endotermico, per dedicarsi esclusivamente all’elettrico con una nuova generazione di modelli. Prevedibile che nei prossimi mesi si intensifichino le offerte anche di vetture elettriche nuove del modello in fase di “pensionamento”, con una minor convenienza dell’usato recente.

BMW i3

Forse è l’auto elettrica usatadi cui si trova maggiore disponibilità. Su Autoscout non è facile trovare offerte sotto i 20 mila euro e in genere si tratta di vetture del 2014-2015 con un certo chilometraggio sulle spalle. Il prezzo minimo che abbiamo scovato è a 17 mila euro per un’auto del febbraio 2015 con 105 mila km percorsi (guarda). Ovvio che in questi casi bisogna far controllare bene la capacità residua del pacco-batterie, per capire di quale autonomia reale si dispone. E forse su una i3 un po’ datate conviene considerare l’alternativa della versione range-extender, in cui un piccolo motore a benzina ricarica il propulsore elettrico in caso di autonomia insufficiente. In elettrico puro, secondo noi, meglio spendere qualche euro in più per modelli che non abbiano fatto più di 30 mila km.

TESLA MODEL S

Anche qui siamo in presenza di una discreta offerta ed è prevedibile che le opportunità aumentino ancora con il progressivo affermarsi del più recente Model 3. Su Autoscout il prezzo più accessibile è relativo a una vettura del dicembre 2012 con 69 mila km e batteria da 85 kWh, disponibile ad Artena, Roma (guarda) a 44.990 euro. Mentre su AutoUncle si trovano esemplari con lo stesso pacco-batterie a 51.990 euro e un chilometraggio sui 95-100 mila km almeno (clicca qui) . Considerando che in origine questa vettura dichiarava 420 km di autonomia, c’è da supporre che un range residuo tutt’altro che disprezzabile sia ancora utilizzabile. Anche se pure qui, prima di firmare un contratto, è opportuno fare tutte le verifiche del caso, come per ogni elettrica usata.