Home Aziende Parte E-Power, il motore “urbano” di Energica e Dell’Orto

Parte E-Power, il motore “urbano” di Energica e Dell’Orto

0
CONDIVIDI

La joint venture fra Energica e Dell’Orto dà corrente a E-Power, la famiglia di sistemi di trazione elettrica con potenze comprese fa 2,5 e 15 kW. E’ destinata ai veicoli a due ruote urbani. Il progetto era stato lanciato l’anno scorso (leggi).

e-power

I power train sviluppati congiuntamente dalle due aziende italiane sono pronti e sono attualmente in fase di test. Sono destinati a  scooter e moto nella fascia equivalente a 50 e 125 cc termici e con velocità massime che vanno da 45 a 100 km/h. Nelle prossime fasi è prevista una integrazione spinta dei componenti per semplificare l’installazione sui veicoli ed abbattere i costi.

La collaborazione fra le due case italiana è nata sulle piste del Fmi Enel MotoE World Cup, realizzando le Energica Ego Corsa che equipaggiano tutti i Team. Alle moto da competizione dell’azienda modenese Dell’Orto fornisce il sistema di acquisizione Dell’Orto DoDATA.

e-power

Via ai test, le caratteristiche

E-Power è nato con l’obiettivo di realizzare un innovativo sistema di propulsione elettrico per la mobilità urbana sostenibile. Le attività di ricerca, studio, progettazione, simulazione e test sui componenti si sono concluse e ora sono iniziati i test. Le  batterie da 48 V e 2,3 kWh, modulari, si possono ricaricare dalle normali prese domestiche senza la necessità di infrastrutture di ricarica. Il sistema è concepito per arrivare a un’autonomia di oltre 100 km.

Il progetto sviluppato da Dell’Orto ed Energica nasce per realizzare power train semplici e con un ridotto numero di componenti. Quindi particolarmente economici. In un comparto in forte crescita in tutto il mondo e fortemente affollato di concorrenti, soprattutto asiatici, E-Power ha  l’ambizione di trovare uno spazio commerciale non solo in Europa ma sul mercato globale.

Obiettivo, il mercato globale

Le strategie di controllo del sistema si sono avvalse  dell’esperienza ormai decennale di Energica nel comparto delle due ruote elettriche (stradali e racing) ad alta potenza. Dell’Orto ha portato invece 90 anni di esperienza nelle moto termiche di piccole e media taglia. L’azienda lombarda gode inoltre di una consolidata presenza commerciale in paesi chiave come Cina e India, dove le due ruote elettriche rappresentano un fenomeno di massa.

«Grazie a E-Power  _ scrive Energica in un comunicato _ l’Electric Motor Valley italiana creata da Energica sul territorio emiliano ed esportata poi in Italia e all’estero, amplia il proprio raggio dal segmento performante a quello urbano, rispondendo quindi a nuove esigenze di mercato».

Con CEMP si parla di guida autonoma

La collaborazione tra Energica e Dell’Orto si estenderà al progetto CEMP, finanziato da Regione Lombardia. Presentato da OCTODell’OrtoEnergicaUniversità degli Studi di Modena e Reggio Emilia (UNIMORE) CEMP (Connected Electric Modular Powertrain) vuole sviluppare l’innovazione sostenibile per la mobilità leggera urbana. I cardini sono la  connettività e la guida autonoma (ADAS). Si rivolge alle due e alle quattro ruote leggere. Prevede la realizzazione di un laboratorio urbano nei pressi della sede di Mantova di UNIMORE.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome