Home Sharing Parigi riapre ai monopattini elettrici con Dott, Lime e Tier

Parigi riapre ai monopattini elettrici con Dott, Lime e Tier

0
CONDIVIDI
Sono Dott, Lime e Tier i tre operatori scelti per il servizio di monopattini in sharing a Parigi. Metteranno in strada 5 mila veicoli ciascuno per un totale di 15 mila mezzi a disposizione di parigini e turisti. La concessione ha una durata di due anni. Grande sconfitta è la multinazionale americana Bird che voleva fare di Parigi la sua “seconda casa”.

Parigi, in strada 15.000 veicoli in sharing

Parigi è considerata la Mecca dei monopattini elettrici. Già l’anno scorso ne circolavano oltre 20 mila. Ma una lunga serie di incidenti con relative polemiche politiche aveva indotto il sindaco Anne Hidalgo a sospendere il servizio in attesa di regole più stringenti. Tra queste, una selezione rigorosa delle società autorizzate a circolare.
Monopattini Parigi

Esclusa la Bird nella gara a 16

La selezione è durata sette mesi durante i quali i 16 condidati  hanno dovuto dimostrare affidabilità, efficienza  e particolare attenzione alla sicurezza. Fa scalpore l’esclusione di Bird, pioniere californiano dei monopattini in sharing e numero uno al mondo. Bird era stata esclusa anche dalla selezione di Milano, promuovendo un ricorso finito al vaglio del Consiglio di Stato. Per ora Bird non ha ancora commentato l’esito della gara parigina.

Dott festeggia: ecco i nostri atout

Commenta invece l’olandese Dott ricordando i suoi atout: energia 100% green, tutte le funzioni gestite inernamente da dipendenti assunti a tempo pieno, standard di sicurezza unici, e prezzi calmierati. Il software progettato internamente induce gli utenti a rilasciare i monopattini solo nelle aree riservate, tanto che a Parigi il 97% dei veicoli rispettava già questo requisito prima della sospensione del servizio.
Dott in Italia è presente a Roma, Milano, Torino, Monza, e si candoda a servire ogni altra città.

E annuncia: raggiunto l’utile operativo

Henri Moissinac – CEO e co-fondatore di Dott – ha commentato: «Siamo molto orgogliosi di questo riconoscimento e grati alla Città di Parigi per la sua fiducia, con un ringraziamento speciale al
sindaco Anne Hidalgo, al vicesindaco David Belliard e al loro team di Mobilità Urbana. Questa decisione testimonia la bontà del lavoro quotidiano del team Dott».
dott, parigi, monopattini
Maxim-Romain e Henri-Moissinac-,, fondatori di Dott
Dott ha annunciao anche di aver raggiunto un flusso di cassa positivo giugno e che le sue città sono profittevoli (con EBIT>0) – includendo tutti i costi operativi, la manutenzione e
gli investimenti in asset. Questo avviene, spiega l’azienda,  grazie all’ ultima generazione di mezzi con batterie sostituibili. Dott gestisce attualmente oltre 20.000 monopattini elettrici in 14 città in Belgio, Francia, Germania, Italia e Polonia.
Ad oggi, Dott si è assicurata 56,6 milioni di dollari di finanziamenti guidati da EQT Ventures e Naspers, con la partecipazione di Axel Springer Digital Ventures, DN Capital, Expon, Felix Capital, FJ Labs, U-Start Club e vari angel investors. I prossimi passi per Dott includono il miglioramento dei suoi monopattini e la diffusione di biciclette elettriche, progettate da Dott e assemblate in Europa.
Con la compensazione del carbonio, aggiunge l’azienda «abbiamo raggiunto la neutralità del carbonio nel gennaio 2019. Nel 2020, stiamo riducendo la nostra impronta di carbonio del 56% rispetto all’anno precedente». Anche questo ha avuto un peso nella campagna parigina dove il sindaco Hidalgo ha alle spalle una lunga militanza ambientalista.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome