Home Auto Parcheggia e ricarica, l’idea di Enel X e Smart

Parcheggia e ricarica, l’idea di Enel X e Smart

0
CONDIVIDI

Non basta produrre auto più performanti, non bastano neanche le batterie di ultima generazione. Servono servizi all’automobilista per la transizione alla mobilità elettrica. In questa direzione va l’accordo tra Enel X e Smart con “ready to charge”, una innovative facilities per combattere la paura di restare a secco. 

Il nuovo servizio lo spiegano così alla Mercedes: “Cresce l’offerta di servizi ‘ready to’, sviluppata da Smart per rendere la mobilità pronta per le smart city del futuro. Dopo ‘ready to park’, che offre ai clienti smart di Roma, Firenze e Genova l’opportunità di parcheggiare all’interno di un network di autorimesse convenzionate, è la volta di ‘ready to charge’ che integra il servizio di ricarica, con prenotazione, accesso e pagamento attraverso un’unica App”.

Si semplifica la vita al cliente con questa tecnologia facile da usare:“Oltre a prodotti maturi per il mercato, come la nostra smart, la mobilità elettrica ha bisogno di servizi e infrastrutture che ne facilitino l’utilizzo: crediamo che sia necessario fare sistema con tutti gli attori coinvolti”, ha dichiarato Marcel Guerry, Presidente di Mercedes-Benz Italia. “Da qui nasce la nostra partnership con Enel X, un rapporto iniziato nel 2008 con e-mobility Italy e la prima generazione di smart electric drive, che prosegue oggi con ‘ready to charge’: la più amata delle citycar, il più evoluto provider di servizi di ricarica e le autorimesse private più aperte all’innovazione insieme per favorire una mobilità urbana intelligente a zero emissioni locali.”

Venturini: Eliminare paura di restare a secco

“La lunga collaborazione con Mercedes-Benz si arricchisce di un altro tassello che facilita ulteriormente la vita di chi guida la smart elettrica. Allo stesso tempo prosegue il nostro impegno, a fianco delle più importanti case automobilistiche, per la realizzazione di una infrastruttura di ricarica capillare che elimini la paura di restare a secco di energia – afferma Francesco Venturini, responsabile di Enel X. “Infatti, grazie a questo accordo chi parcheggia presso le autorimesse private ‘ready to park’ in alcune delle più importanti città italiane potrà sfruttare il tempo della sosta per la ricarica della propria smart. Un servizio che arricchisce le potenzialità e le modalità di utilizzo delle vetture elettriche”. Semplificando: prenota, parcheggia e ricarica.

Indicazioni pratiche, come funziona

Per chi vuole conoscere ‘ready to’ – dedicata ai proprietari della Smart – è sufficiente scaricare l’App sullo smartphone, inserire la targa della propria smart ed indicare gli estremi della carta utilizzata per il pagamento.

Attraverso la mappa interattiva è possibile scegliere il parcheggio e l’eventuale colonnina di ricarica, effettuare la prenotazione e raggiungere l’autorimessa entro un’ora, senza alcun addebito extra. Per accedere al parcheggio e al punto di ricarica basta attivare il Bluetooth e avvicinare il proprio smartphone alla sbarra.

Successivamente, l’App permette di controllare il tempo di sosta, lo stato della ricarica, effettuare il pagamento tramite carta di credito o Paypal e aprire la sbarra in uscita.

—–Guarda la nostra Guida all’acquisto alla Smart elettrica—–