Home Aziende e flotte Pallacanestro Cantù, a canestro con l’auto elettrica

Pallacanestro Cantù, a canestro con l’auto elettrica

0
CONDIVIDI
Auto elettrica Cantù
Sponsor auto elettrica Pallacanestro Cantù

A Cantù vanno a canestro con l’auto elettrica. La società di basket Pallacanestro Cantù ha, infatti, stretto un’accordo con la Burgio Carri. La società ha messo a disposizione della società sportiva le auto elettriche.

Gli atleti sono così  diventati sia  testimonial dello sponsor, sia ambasciatori della mobilità elettrica tra tutti gli appassionati di basket che seguono la squadra. La flotta sponsorizzata è costituita da 6 auto: 3 Renault Zoe e 3 Nissan Leaf

Sponsor a emissioni zero per Pallacanestro Cantù 

La partnership ha preso il via da settembre 2019 con la società di noleggio di Novedrate, in provincia di Como. Della sua svolta elettrica abbiamo parlato qui– E’ entrata nel club degli sponsor della società sportiva come gold sponsor per la stagione sportiva 2019-’20 di Legabasket Serie A . Appare  sulla divisa ufficiale da gioco della gloriosa società canturina. Un segno che l’elettrico ambisce ad uscire fuori dai confini della nicchia.

Kevarrius Hayes fa canestro e va in elettrico

La ricarica dell'auto elettrica in dotazione agli atleti di Pallacanestro Cantù
La ricarica dell’auto elettrica in dotazione agli atleti di Pallacanestro Cantù

«Onestamente penso che guidare una macchina elettrica sia fantastico» racconta Kevarrius Hayes, pivot titolare della S.Bernardo-Cinelandia Cantù, alla prima stagione in Italia. Il giocatore americano classe ’97, nativo della Florida, è diventato, quindi, un testimonial che spiega i vantaggi della scelta a zero emissioni: «A Cantù è molto facile spostarsi in auto. E’ una città tranquilla e non mi devo preoccupare di fare in fretta le mie commissioni. Penso che sia anche molto efficiente dal punto di vista ecologico: non devo neppure preoccuparmi delle emissioni”.

L’elettrico ha conquistato gli atleti della Cantù

L’auto è in dotazione di Hayes: “La ricarico di notte mentre non la sto usando, così posso avere una carica completa la mattina dopo. E, per quanto riguarda l’economia, non mi devo preoccupare di spendere denaro in benzina. Penso sia ottima». Uno degli atleti della squadra canturina più entusiasti di potersi spostare con l’auto elettrica.

Lo sponsor Burgio Carri 

Soddisfato lo sponsor: “Negli ultimi anni abbiamo puntato su una mobilità elettrificata, condivisa e connessa. Ma non solo come Burgio Carri ci dedichiamo anche al retrofit elettrico su mezzi pesanti e auto storiche“.

Ecco il video