Home Nautica OseaD1, barca elettrica di Hong Kong ispirata da acque limpide di Venezia

OseaD1, barca elettrica di Hong Kong ispirata da acque limpide di Venezia

0
CONDIVIDI
Barca elettrica
Il concept di Michael Young di barca elettrica

OseaD1 ovvero il concept di barca elettrica di Hong Kong ispirata alle acque limpide di Venezia. Le immagini (qui un video) della trasparenza della Laguna per effetto del lock down da coronavirus, hanno fatto il giro del mondo e colpito il designer Michael Young. Il creativo che ha disegnato il modello di barca elettrica. 

Acqua pulita con il motore elettrico

Barca elettrica
Il concept di Michael Young con la barca elettrica sullo sfondo di Hong Kong

Rottamare i motori termici e scegliere quelli elettrici è la scelta giusta per la tutela delle acque di Hong Kong. Questa l’idea di Young che ha pensato, un concept per ora, ad un traghetto passeggeri che collega l’isola di Hong Kong con il nuovo museo M + di Herzog & De Meuron. Una delle principali attrazioni del distretto culturale di West Kowloon.

Pesci e uccelli di Venezia l’ispirazione di OseaD1 

Venezia

Venezia senza traffico nella foto di Camilla PellarinScordarsi del petrolio come combustile crea indubbi risultati positivi ha pensato Michael Young dopo la visione dei canali veneziani. “Ho voluto pensare positivo in un periodo in cui c’è pochissimo ottimismo.” Il buonumore è arrivata da Venezia (qui l’articolo): “Una delle prime buone notizie durante la pandemia da Covid-19 è stata il ritorno delle acque limpide nella città italiana .Merito del rallentamento del traffico che ha permesso a pesci e uccelli di riprendersi la città“.

Ecologia ed economia a bordo di OseaD1

Barca elettrica

OseaD1L’ispirazione del concept è stata influenzata dall’emergenza ecologica, ma hanno contato anche riflessioni economiche. La scelta elettrica permette di risparmiare sul carburante oltre che sull’olio, la sostituzione di filtri e la manutenzione. E la funzionalità: “A differenza dei motori diesel o a gas, quelli elettrici forniscono all’istante la piena coppia“.

Una proposta modulare per Osea D1

Michael Young ha pensato ad un modello modulare per la sua imbarcazione elettrica. “La forma ovale del traghetto turistico può essere facilmente aumentata o ridotta“. In pratica si può realizzare un’imbarcazione personale, per piccoli gruppi di amici o la famiglia, oppure una sorta di taxi boat che può ospitare numerosi passeggeri. Quello pensato per trasportare i turisti che intendono visitare il nuovo museo. Il designer infine confessa: “Mi piacerebbe progettare barche di lusso, ovviamente, ma per il momento abbiamo deciso di offrire soluzioni più commerciali“.

LEGGI ANCHE: Gli articoli sulle barche elettriche  della nostra sezione dedicata alla nautica

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome