Home Moto & Scooter Ola Electric (scooter) fa il pieno di vendite e finanziamenti

Ola Electric (scooter) fa il pieno di vendite e finanziamenti

7
CONDIVIDI
Lo scooter Ola S1 Pro: dichiarati 115 kmHh di velocità massima e fino a 181 km di autonomia.

Ola fa il pieno di vendite dei suoi scooter elettrici e di nuovi finanziamenti. L’azienda indiana, da poco sul mercato, è già valutata 3 miliardi di dollari.

olaOla fa scooteroni da 115 km/h di velocità e 181 di autonomia (dichiarati)

Altri 200 milioni di dollari di finanziamento da nuovi soci (dopo i 150 raccolti pochi mesi fa) entrano nelle casse di Ola, che sembra candidarsi al ruolo di “Tesla degli e-scooter“. Il suo primo modello, Ola S1 e S1 Pro, è in vendita da poche settimane, ma l’accoglienza è stata tale da creare un vero e proprio caso. Si tratta di scooter progettati con l’idea di colpire il mercato occupato dagli scooter da 125 cc. Ola S1 e S1 Pro sono alimentati da un motore elettrico da 8,5 kW. La versione base, S1, ha una velocità massima di 90 km/h, mentre la S1 Pro può arrivare fino a 115 km/h. Con batterie di una certa dimensione per gli scooter: 3 kWh di capacità nell’S1 e 4 kWh nell’S1 Pro. L’autonomia dichiarata è rispettivamente di 121 km e 181 km. Ma è solo l’inizio: secondo il CEO Bhavish Aggarwal, i finanziamenti saranno utilizzati per espandere la produzione presso la FutureFactory di Ola. E per velocizzare  lo sviluppo di un’auto elettrica che Aggarwal produrre nei prossimi anni.

olaIn India il prezzo parte da Rs 99.999,  pari a 1.160 euro

Naturalmente la forza degli scooter Ola non sta solo nelle caratteristiche tecniche, ma anche nel prezzo: i listini partono soli Rs 99.999, pari a ​circa 1.160 euro. In Europa gli scooter Ola dovrebbero arrivare l’anno prossimo. La produzione è basata in India, in una struttura tentacolare costruita in soli sei mesi, con la capacità di produrre 2 milioni di scooter elettrici all’anno. La fabbrica è interamente gestita e gestita da dipendenti donne, con un organico previsto a regime in 10.000 unità una volta che la produzione raggiungerà la piena capacità. Aggarwal vuole portare a compimenti quella che chiama la “Mission Electric” e chiede che le vendite di due ruote a benzina siano vietate in India dal 2025. “L’India ha talento e la capacità di costruire tecnologie del futuro per il mondo intero”, dice. “Ringrazio i nostri investitori già presenti e dò il benvenuto a quelli nuovi. Insieme porteremo la mobilità a un miliardo di persone e la sostenibilità al futuro“.


— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al canale YouTube

Apri commenti

7 COMMENTI

  1. Peccato che tutto nasca da una FRODE bella e buona messa in atto dai precedenti proprietari, chiamati ETERGO. Io stesso ho perso più del 90% del mio investimento senza possibilità di controbattere. Questo fattaccio ha fatto perdere soldi a decine di migliaia di persone che avevano investito in ETERGO nella fase di crowdfounding. Chiedo a voi di VaiElettrico di non pubblicizzare, almeno, questo ladri

  2. NIU con una batteria da 3kWh fa dichiara 70-80 km… personalmente arrivo a 90 teorici, non intendo fare la prova reale 🙂 .
    Ma che questi ne riescano a fare più del doppio…. Mi pare un po’ utopico

  3. Come giá osservato da Riccardo, chissá quale sará l’autonomia effettiva a norma WMTC o simili.. Se come prevedibile il prezzo europeo sará molto piú alto, spero almeno che sia previsto un controllo qualitá magari da parte dell’ex “padrone” Etergo.

  4. Intetessanti. Purtroppo spesso per gli scooter l’autonomia dichiarata é calcolata con un singolo passeggero di 75 kg ed a 45 km/h, quindi si tratta di dati fuorvianti.
    Per il prezzo poi….vedremo. Solitamente tutti i prezzi vengono alzati a dismisura con la scusa dell’adeguamento alle nostre norme, in modo da uniformarli alla concorrenza. Speriamo non sia l’ennesimo mezzo che promette bene e nulla piú.

    • Nella pratica dovrebbe avere un centinaio di km di autonomia. Riguardo al prezzo, probabilmente li alzano in virtù della nostra maggiore capacità di spesa (e degli incentivi). Mi aspetto un 3,5k, ma prima serviranno il mercato Indiano. Non so quando vedremo questo mezzo da noi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome