Home Nautica Oceanvolt ServoProp, l’elica che funziona come una dinamo

Oceanvolt ServoProp, l’elica che funziona come una dinamo

0
CONDIVIDI

La barca a vela energeticamente autonoma? Se ne parla da tempo, non mancano le innovazioni e la meta, seppure non semplice, si avvicina. Merito anche dell’ultima invenzione dei finlandesi di Oceanvolt che alla METS di Amsterdam sono stati premiati per ServoProp che si ricarica navigando a vela. Andiamo a vedere di cosa si tratta…

La lampada di Aladino che ci rende più autonomi navigando a vela? E’ ServoProp, una soluzione che, navigando a vela tra i 6 e gli 8 nodi, crea 1 kw di energia, con un rapporto consumo/generazione pari a 3/1 . Ovvero, tre ore di veleggiata corrispondono al consumo di 1 ora di motore. Questi i numeri contenuti nel comunicato stampa ufficiale di Oceanvolt, di cui abbiamo scritto nei giorni scorsi. “La potenza generata può essere utilizzata per alimentare sia il sistema di propulsione sia  tutta l’elettronica di bordo senza la necessità di avere un generatore separato. Insomma possiamo sicuramente iniziare a parlare della possibilità di un caricatore totalmente autosufficiente!”. E’ solo l’inizio del discorso, sia chiaro, ma un bel passo avanti.

Ma di che cosa stiamo parlando? Di un saildrive che possiamo immaginare come un piede marino che spunta dalla barca (vedere la foto sotto) ed è dotato di un’elica che attraverso i movimenti delle sue pale genera energia.

Niente di nuovo, ma è stata la resa e la tecnologia incorporata in ServoProp che ha convinto i giurati della Fiera METS di Amsterdam, dedicata ad attrezzature, materiali e sistemi per la nautica da diporto, a premiare, nei giorni scorsi, l’invenzione degli ingeneri nautici finlandesi nella categoria: machinery, propulsion, mechanical and electrical systems and fittings. In altri termini un altro passo avanti per raggiungere l’autosufficienza energetica grazie ad un sistema di auto produzione da energie rinnovabili. E quest’ultimo aspetto non è irrilevante per il sistema della mobilità elettrica più generale.

Ma quali sono le differenze di ServoProp rispetto ai prodotti concorrenti? “E’ la possibilità di ruotare le pale dell’elica di oltre 180 gradi. L’azionamento della vela a passo variabile con controllo software regola automaticamente il passo delle pale dell’elica in modo che la produzione di energia e la potenza siano ottimali – dicono dall’azienda -. I benefici di ServoProp includono un aumento stimato + 30% della propulsione in avanti, + 100% in retromarcia e + 300% del generatore quando si naviga a vela. Una normale elica fissa (che per sua natura non ha le lame ideali per la rigenerazione) genera meno della metà della potenza di ServoProp ad una determinata velocità della barca.

E sono interessanti anche le applicazioni sulle barche visto che ServoProp è adatto come motore di propulsione per monoscafi fino a 50 piedi e multiscafi fino a 60 piedi. Può infine essere utilizzato come generatore per le utenze in imbarcazioni fino a 100 piedi. Altre informazioni tecniche: il motore gira 2.200 giri/minuto, lavora a 48 Volt e ci sono due versioni: da 10 e 15 kW. Avviso ai naviganti: non è alla portata di tutti: costa, infatti, sui 20.000 Euro.