Home Vaielettrico risponde Novità positive nelle ricariche: 3 segnalazioni

Novità positive nelle ricariche: 3 segnalazioni

3
Area di servizio Sile in A27: le ricariche di Free to X ora sono al coperto.
Charxcontrol

Novità positive nelle ricariche: dopo tanti malfunzionamenti, arrivano tre segnalazioni positive da altrettanti lettori, che ci piace registrare. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i vostri messaggi vanno inviati a info@vaielettrico.it

novità positiveNovità positive: finalmente le pensiline nelle colonnine in autostrada (1)

“Vorrei condividere con voi le fotografie delle pensiline sulle colonnine Free to X...Finalmente un pò d’ombra!!!! Ogni tanto ‘na gioia 😂. Qui siamo in autostrada A27, nelle aree di servizio Sile Ovest ed EstCordialmente. Matteo Agostini
Novità positive
L’immagine da Google Maps che ci ha girato il lettore da Udine: sulla destra le pompe di benzina , a sinistra la ricarica fast. In mezzo il bar.

Il distributore con ricarica e bar: perché non lo fanno ovunque? (2)

“Questo è il distributore ENI con annessa colonnina di ricarica in via Mons. Nogara a Udine. E c’è pure il bar... Perché non si può fare da tutte le parti? Le cose troppo facili non le vogliamo? Saluti“. Enrico Ambrosini

La foto che ci ha girato il lettore: 3 colonnine AC nell’ufficio postale.

Novità positive:  le ricariche negli uffici postali, come funzionano? (3)

“A Vigarano Mainarda (Ferrara) stanno montando queste colonnine in occasione del rifacimento della agenzia postale. Sulla colonnina c’è il lettore con Cip wireless per le carte. All’interno non avevano notizie di come funzionerà. Non avevo notizie di questa iniziativa. Ho un’auto elettrica e volevo sapere se voi siete aggiornati. Grazie. Giambattista Faccani
Una ricarica di Free to X a cielo aperto: le nuove installazioni sono riparate da una tettoia per riparare dal sole e della pioggia.

Si parla solo delle magagne, ma ci sono i miglioramenti…

Risposta. In genere si segnala quel che non funziona e non a caso riceviamo soprattutto mail per colonnine mai attivate o fuori servizio. Ma in realtà su molti fronti le cose continuano a migliorare e queste tre mail ne sono testimonianza. Free to X (ma anche Atlante ed altri), nella sua seconda fase di installazioni sta effettivamente posizionando stazioni coperte. Il che è un grande vantaggio, soprattutto in condizioni di tempo estreme, anche per velocizzare le operazioni. Così come aumentano le stazioni di servizio con ricarica e bar-ristoranti in cui attendere che la batteria si riempia.

In arrivo 5.000 “colonnine postali”

Quanto alle colonnine nelle stazioni postali, ci informeremo per capire come funzioneranno nella realtà e con quali tariffe. Si tratta comunque delle prime installazioni del Progetto Polis, approvato l’anno scorso e cofinanziato dal Pnrr. Prevede il rinnovo di 7.000 uffici postali in altrettanti Comuni con meno di 15.000 abitanti, considerati sfavoriti. Le Poste doteranno gli uffici di fotovoltaico ampliandone le funzionalità grazie al potenziamento digitale.

Verranno infine installate 5.000 colonnine di ricarica pubblica nei parcheggi degli uffici. Installazione e gestione sono stati assegnati con 8 bandi su altrettanti lotti. Il valore totale è di 70 milioni di euro.

Apri commenti

3 COMMENTI

  1. Le Poste sono state tra le prime a dotarsi di mezzi elettrici.. da me fanno consegne sia con tricicli BEV che con e-Corsa… mi pare di aver visto anche delle Zoe ..
    Guida più facile e rilassante per il postino…meno inquinanti e rumore per tutti..
    Se poi si potrà pure ricaricare…. vedremo…(Preferisco sportelli veloci! Non voglio caricare troppo mentre aspetto 🤣)

Rispondi