Home Auto Novembre elettrico 2021: la 500 torna in vetta

Novembre elettrico 2021: la 500 torna in vetta

2
CONDIVIDI
La 500 riprende la leadership nelle vendite di elettriche in Italia.

Novembre elettrico 2021: la vendita di EV conquista ancora quote di mercato, salendo al 6,5% del totale. Le ibride plug-in si fermano a quota 5,2%.

Novembre elettrico 2021: stravincono le piccole

novembre elettrico 2021

novembre elettrico 2021
La Renault Twingo Z.E. al 2° posto tra le elettriche.

La carenza di microchip comincia a farsi sentire: la lista di attesa per alcuni modelli, come la Dacia Spring, si allunga e cambia la classifica delle 10 più vendute. Nessun modello raggiunge le mille immatricolazioni: torna in testa la 500, a quota 946, davanti alla Twingo (656), alla VW e-Up (570) e alla Smart ForTwo (543). La Spring arretra al 5° posto con solo 416 auto consegnate, molto meno di quanto realizzato negli ultimi due mesi. Ancora più indietro le altre due Volkswagen in classifica, oltre alla e-Up: la ID.3 è sesta (354), la ID.4 decima (222). In tutto le elettriche vendute sono state 6.958, facendo salire il totale dell’anno oltre quota 61 mila. Non un gran risultato, rispetto agli altri grandi mercati europei: in Francia nello stesso mese di EV se ne sono vendute  16.416. E lì le piccole Dacia da consegnare c’erano, per la precisione 2.895. Al secondo posto la Renault Zoe con 2.189.

Nelle ibride plug-in le Jeep si riprendono la vetta

novembre elettrico 2021

novembre elettrico 2021
La Jeep Compass ibrida plug-in in.

Tra le ibride plug-in rivincita delle Jeep, che riconquistano la prima posizione con la Compass, prima anche nel cumulato 2021 davanti alla Renegade. In tutto se ne sono vendute 5.560. Per il mercato in generale novembre è stato invece un altro mese nero, con 104.478 unità vendute e una flessione del 24,6% rispetto al 2020. Nei primi 11 mesi del 2021 siamo a 1.371.166 immatricolazioni in tutto. Prosegue il calo di benzina e diesel, che nel mese scendono rispettivamente al 26,9% e 19% di quota. In calo anche i volumi del Gpl, che però risale al 9,2% di quota. Male il metano, che ormai vale solo l’1,8% delle vendite. Le elettrificate, pur risentendo della carenza di prodotto, crescono ancora. Le ibride non ricaricabili ormai sono market leader e si posizionano al 31,4% di quota, con le full hybrid all’8,6% e le mild al 22,8%.

— Altri dati statistici qui sul sito Unrae. E qui i dati di ottobre

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. E nonostante questo in casa Stellantis siamo ormai al panico. Leggo dell’ultimo intervento di Tavares, che dopo aver snobbato l’elettrico per anni adesso piange perché sono rimasti indietro. Ovviamente quello che chiede senza dirlo è il solito aiutino pubblico.

  2. I numeri della Spring in Italia sono calati non esclusivamente per la carenza dei CHIP ma credo soprattutto per le scadenze incentivi e i calendari di consegna nei vari Paesi europei. A me sembra di capire che l’Italia a settembre – ottobre ha avuto la precedenza sugli altri, ora le nuove ondate di consegne sono per gli altri mercati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome