Home Auto Nissan Leaf 2: arriva già il GT

Nissan Leaf 2: arriva già il GT

0
CONDIVIDI

La Nissan fa terribilmente sul serio: prima ancora di arrivare in Europa con la nuova Leaf, esporrà al Salone di Tokio (12-14 gennaio) la versione GT.

Certo, la, Leaf Gt non farà grandi numeri, ma è importante per almeno due buoni motivi. 1) a differenza di altri costruttori, la Casa giapponese è convinta che con l’elettrico si possano fare grandi cose e costruisce su ogni modello un’intera famiglia. Ecco quindi arrivare la Grand Touring, versione ‘cattiva’ dell’auto che in Giappone è in vendita da inizio 2017, con notevole successo. Le specifiche tecniche saranno rivelate in occasione del Salone, ma già si notano i cerchioni neri da 17 pollici, la tinta bicolore e altri particolari che danno un’aria più sportiva alla macchina, che per l’Italia è stata presentata a Milano il 9 dicembre. In ottobre dovrebbe poi arrivare la versione ancora più cattiva firmata da Nismo, l’atelier di preparazione che sta a Nissan come l’AMG sta alla Mercedes. E che già nel 2012, all’apparire della prima Leaf, ne preparò una versione da competizione, la Leaf Nismo RC, accolta con qualche sorrisetto, ma poi confluita in una serie speciale destinata al mercato giapponese.

Elettriche e sportive, si può

Un’immagine della Leaf GT svelata a Tokio

2) Secondo motivo: il fatto che la Nissan lanci le versioni sportive delle sue auto elettriche, contribuisce a sfatare un luogo comune ancora piuttosto diffuso. Ovvero l’idea che le macchine spinte solo da propulsori a batterie siano dei macinini adatti ai campi da golf. O, al più, agli spostamenti in città. Le supercar prodotte da Tesla e, presto, da Audi e Jaguar, dovrebbero avere ormai sfatato queste convinzioni diffuse. Anzi: la coppia eccezionale, garantita dallo spunto immediato del motore elettrico, unita a potenze di tutto rispetto, può consentire di costruire bolidi impressionanti, adatti anche ai piloti più esigenti. E siamo solo all’inizio di una bellissima storia. Anche se, a nostro parere, l’auto elettrica dovrà guidare soprattutto una rivoluzione virtuosa nel traffico inquinante e rumoroso nei grandi centri urbani.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome