Home Moto & Scooter Newron EV-1, una scultura in legno montata su due ruote

Newron EV-1, una scultura in legno montata su due ruote

0
CONDIVIDI

Se avete in tasca 2 mila euro (e ne avete altri 58 mila in banca che proprio non sapete come spendere) potete entrare nel sito Newron Motors e cliccare su  “pre order”. Da oggi potrete così sperare di accaparrarvi una delle 12 Newron EV-1 che la start up francese produrrà quest’anno, per consegnarle all’inizio del 2021. Cos’è la Newron EV-1? Tecnicamente, una moto elettrica. In realtà è un’opera d’arte, una scultura in legno pregiato montata su due ruote.

Prenotandola, potete scegliere l’essenza preferita (fra ebano, cedro rosso, quercia e frassino bianco) trattata con procedure nautiche. E le pelli pregiate con cui ricoprire la sella griffata Hermes. Compresa nel prezzo, una giornata di visita alla sede parigina.

I pannelli in legno rivestiranno gli elementi strutturali del telaio, formando due ampie parentesi attorno alla grande batterie centrale cilindrica in stile cyberpunk. Newron Motors parla di “batteria strutturale” e di “telaio esoscheletrico”. Anche il motore elettrico è cilindrico ed è incastonato in basso, in prossimità della ruota posteriore, sotto la sella Hermes. Il richiamo alla nautica non è casuale: a capo del progetto Neron EV-1 è stato chiamato un manager come Sébastien Mahut che viene proprio da quel mondo.  E come nella nautica di lusso, l’old style lascia immediatamente il passo all’hi tech quando si parla di trazione e materiali strutturali, seppur lavorati in modo artigianale. Newron EV-1 impiega senza risparmio titanio e fibra di carbonio. Per esempio nel monoforcellone posteriore che contiene l’albero per la trasmissione cardanica.

Arriviamo così alla tecnica, non meno esclusiva dell’estetica. Newron EV-1 è lunga 2,22 metri, larga 0,8  e alta 1 metro. Il passo è generoso: 1,60. Nonostante ciò l’ampio utilizzo di materiali evoluti contiene il peso totale in 220 kg. Per gran parte è da attribuire alla generosa batteria che assicura 220 km di autonomia nel misto e addirittura 300 km nell’uso urbano. La possibilità di ricarica fast tramite CCS consente di fare il piano in 40 minuti. Il motore elettrico sincrono Brusheless PMAC sviluppa 75 kW con una coppia di 240 Nm. Secondo Newron Motors l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede meno di tre secondi. La velocità massima è autolimitata a 220 km/h.

 

Naturalmente Newron EV-1 è dotata anche di una serie di diverse funzionalità digitali come la connettività smartphone con un’app designata, GPS integrato, localizzazione da remoto, Bluetooth e connettività Wi-Fi. La batteria, come dicevamo, è concepita per essere anche un elemento chiave nell’estetica del veicolo, enfatizzato da luci led colorate che indicano il livello di carica residuo. Quando fu presentato il prototipo, la scorsa estate, pochi pensavano che si sarebbe tradotto in una moto vera. Oggi che la meta è vicina, non resta che augurare a Newron EV-1 miglior fortuna rispetto alla britannica ARC Vector, fallita meno di un anno fa. Un concept altrettanto ambizioso, l’unica altra moto elettrica che gli assomigliasse, anche nello stratosferico prezzo di listino.

LEGGI ANCHE: Moto elettriche il listino facile

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome