Home Nautica Nautica in flash: Aqua in Catalogna, la e-barca di Verbania, il libro...

Nautica in flash: Aqua in Catalogna, la e-barca di Verbania, il libro di Darai

0
CONDIVIDI
nautica
Il Catamarino

Tre flash  della settimana sulla nautica elettrica.  Colonnine elettriche in tutte i porti della Catalogna con Aqua Superpower, il Comune di Verbania premiato per la barca elettrica sul lago al Premio Piemonte Innovazione e Sviluppo Next Generation 2021. Gianni Darai di Assonautica Venezia ha scritto un libro dove dedica due capitoli alla sostenibilità della mobilità su acqua a Venezia. 

In Catalogna  Aqua Superpower porta la corrente nei porti

AQUA colonnine barca
Le colonnine di seconda generazione di Aqua a Montecarlo

In Spagna, l’Associazione Catalana degli Sport e dei Porti Turistici ACPET ha firmato un’intesa con la società britannica Aqua Superpower per le infrastrutture di ricarica dedicate alle barche elettriche lungo i 580 chilometri di costa della Catalogna. Nel dettaglio l’operatore di colonnine marine fornirà e installerà gratuitamente i suoi caricabatterie per proprietari e operatori dei porti.

I dispositivi consentiranno la ricarica CC con potenze comprese tra 25 e 150 kW per imbarcazioni elettriche e ibride private e commerciali, dalle moto d’acqua fino ai piccoli traghetti passeggeri. Sono stazioni di ricarica CCS2 che supportano la ricarica CA o CC. Come abbiamo documentato anche con servizi sul posto (leggi qui) le colonnine di Aqua sono già installate e presenti a Monaco, Cannes, St Tropez, Portofino e Venezia. Risale a soli pochi giorni fa l’intesa con i veneziani di e-concept per un sinergia tra le due aziende.

Premio innovazione per la barca elettrica di Verbania

Il progetto “#Verbania Green anche sul lago…” basato su una barca elettrica messa a disposizione per escursioni didattiche e scientifiche (leggi qui) è stato premiato dalla commissione del Premio Piemonte Innovazione e Sviluppo Next Generation 2021. Una soddisfazione per il Comune guidato dal sindaco Silvia Marchionini che si è aggiudicato il secondo riconoscimento di 6.500 euro messo a disposizione da ANCI Piemonte.

verbania
A Verbania il premio per aver investito sulla barca elettrica

L’assessore all’ambiente Giorgio Comoli ha sottolineato come il progetto faccia leva sulla barca configurata anche per le persone diversamente abili, realizzata da Barchelettriche, e “sul nuovo pontile destinato alle barche elettriche al porto di Intra“. Un approdo anche in funzione turistica per i diportisti svizzeri più attenti alle tematiche ambientali. A Verbania oltre a questo progetto “abbiamo investito  sulle colonnine per le ricarica di auto e bici elettriche, sul bike sharing e le piste ciclo pedonali”.

La barca e (in parte) il pontile sono stati finanziati con il progetto Interreg Italia-Svizzera Mobster“.

Tutta la nautica a motore nel libro di Gianni Darai

nautica
La copertina del libro di Gianni Darai

Gianni Darai è un riferimento storico della nautica veneziana, e non solo, grazie anche al suo impegno in Assonautica di cui abbiamo scritto spesso (leggi qui). Massimo esperto di motonautica, ma con esperienze anche nel canottaggio, nella vela, nella cantieristica e nei motori marini ha scritto “Nautica a motore. Breve storia cronologica della motorizzazione nautica con divagazioni lagunari“.

Assonautica
Gianni Darai di Assonautica

Un’opera, auto prodotta e distribuita agli addetti ai lavori, frutto della sua passione. E anche della sua esperienza sportiva che lo portano a ricoprire ruolo significativi nella Federmotonautica Italiana. In questa veste si è occupato della stesura dei regolamenti delle varie specialità e dell’organizzazione di manifestazioni.

Nel libro si scopre la storia di grandi eventi come il Pavia -Venezia o il rallye motonautico nazionale fluviale più longevo e lungo: Venezia-Pordenone. Un capitolo è dedicato al moto ondoso, un problema ambientale di forte rilevanza ambientale che danneggia i palazzi storici della città.

Le ultime pagine sono dedicate alla mobilità sostenibile, riferimento alle creazioni di Agostino Amadi, poi la citazione dei diversi marchi che stanno lavorando sulla conversione all’elettrico. Un lavoro di sintesi sulla transizione che si chiude con un appello: “Vogliamo ricordare anche ai nostri amministratori, che entro il 2050 è stato progettato e condiviso dalla totalità dei paesi di arrivare alla totale decarbonizzazione a livello planetario e all’abbandono delle fonti non rinnovabili, quelle ottenute dai combustibili fossili...”.

Bene, ma purtroppo l’Italia è uno dei pochi Paesi al mondo che non sta sperimentando il trasporto pubblico su acqua in elettrico. Solo, e poco,  ibrido che non è sinonimo di decarbonizzazione. Sia ben chiaro.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome