Home Sharing Muoviti Controcorrente, il car sharing di Bergamo

Muoviti Controcorrente, il car sharing di Bergamo

0
CONDIVIDI
Le Renault Zoe del car-sharing elettrico che parte dal 1° giugno a Bergamo.

A Bergamo arriva Muoviti Controcorrente, servizio di e-mobility in car sharing. Con la app Popmove (qui), 10 auto elettriche da condividere e libere di circolare in tutte le ZTL. Oltre che di parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu e gialle.

Costo: 20 centesimi al minuto, 8 all’ora

Il servizio Muoviti Controcorrente – Car Sharing Bergamo by Lozza entra in funzione dal 1° giugno. E nasce grazie alle sinergie realizzate tra Lozza SPAComune di Bergamo e ALD Automotive, società leader nel noleggio a lungo termine. Le 10 auto saranno posizionate in 5 stalli (Sentierone, Croce Rossa di Loreto, Palazzetto dello Sport in città bassa, Colle Aperto e Piazza Mercato del Fieno in Città Alta).

Il logo dell’app Popmove

Muoviti Controcorrente  sia ai cittadini che ai turisti. Con lo scopo di allungare i giorni di permanenza in città per quanti sceglieranno di soggiornare a Bergamo Alta, area spesso chiusa al traffico.  Il servizio sarà usufruibile tramite l’app “Popmove”, inserendo numero di patente e carta di credito. Il servizio avrà questi costi: 0,20 centesimi al minuto/ 8 euro all’ora/ 56 euro per un giorno /112 euro per un week-end / 358 euro per una settimana.

A Bergamo 36 colonnine di ricarica

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori.

L’unione tra pubblico e privato è uno degli elementi che più caratterizzano il nuovo servizio. Il Comune di Bergamo ha varato una delibera con cui si decide che:

  • le auto private: potranno circolare in tutte le ZTL previa registrazione con il Comune e potranno parcheggiare gratuitamente con il “disco orario” nelle zone blu. Sostando il tempo massimo previsto dalla zona blu in cui si è posteggiato o cambiando il “disco orario” in caso di sosta prolungata;
  • le auto in car sharing: potranno transitare in tutte le ZTL e parcheggiare gratuitamente nelle zone blu e nelle zone gialle residenti.

L’ottica è quella di una mobilità integrata, in cui lo sharing elettrico (come Muoviti Controcorrente) diventa una componente della viabilità urbana. A oggi, sul territorio di Bergamo, sono già presenti 32 colonnine pubbliche e 4 sono state inaugurate di recente al nuovo gasometro.

— Leggi anche: Corrente, il car sharing elettrico di Bologna e Ferrara, con le Renault Zoe