Home Auto Multe sulle emissioni: Volkswagen si salva con l’elettrico

Multe sulle emissioni: Volkswagen si salva con l’elettrico

9
CONDIVIDI
La Volkswagen ID.4 è l'elettrica di maggior successo del gruppo tedesco.

Multe sulle emissioni: Volkswagen Group si salva grazie all’aumento di vendite di auto con la spina, elettriche e ibride plug-in. Niente sanzioni dalla UE, dunque.

Multe sulle emissioni: VW si ferma a 118,5 g/km

multe sulle emissioni
Questo grafico, realizzato da VW, mostra il numero di auto con la spina vendute nel 2020 e nel 2021 e (a destra in verde chiaro) la media delle emissioni consuntivate nel venduto 2021 rispetto al “tetto” fissato dalla UE.

È la stessa VW a far sapere che, “sulla base di dati preliminari, nel 2021 il Gruppo ha raggiunto emissioni medie di CO2 di 118,5 g/km” nelle auto vendute nella UE. È un livello del 2% inferiore all’obiettivo legale, anche se la conferma definitiva da parte della Commissione Europea arriverà in un secondo momento. Il valore è calcolato secondo le emissioni omologate nella procedura di omologazione WLTP, con limiti più severi rispetto al precedente standard, il NEDC. IL dato 2021 non è quindi confrontabile con quello degli anni precedenti, che indicavano valori solo apparentemente più bassi. Nel 2020, per esempio, la media si era fermata a 99,9 g/km, grazie appunto a test effettuati a velocità inferiori e quindi con minori emissioni. Christian Dahlheim, Responsabile Vendite del Gruppo, spiega: “Quasi un veicolo su cinque consegnati in Europa lo scorso anno era elettrificato, e più della metà di questi era 100% elettrico. Ciò ci ha aiutato a ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 della flotta e a soddisfare l’obiettivo UE.”

multe sulle emissioni
Christian Dahlheim, responsabile vendite del gruppo VW.

Ma solo da poco Wolfsburg è passata da carbone a gas

Nel 2021 il gruppo tedesco ha consegnato 472.300 veicoli elettrificati nell’Unione Europea, il 64% in più rispetto al 2020. La percentuale di veicoli 100% elettrici (BEV) e ibridi plug-in (PHEV) è salita al 17,2% delle consegne totali (nel 2020 era al 10,1%). Volkswagen rivendica quindi il ruolo di “leader indiscusso di mercato nel segmento BEV in Europa, con una quota di mercato del 25% circa. Ma Dahlheim assicura che siamo solo all’inizio di una strategia che dovrebbe portare ad essere leader nell’elettrico a livello globale. Senza più alcun problema per quel che riguarda i limiti UE sulle emissioni: “Nell’ambito della strategia NEW AUTO continueremo a portare avanti con coerenza l’elettrificazione della gamma. Nel 2030 prevediamo una quota di veicoli 100% elettrici al 60% in Europa“. Anche se, sotto altri aspetti, la Volkswagen sta colmando un certo ritardo. La centrale elettrica di Wolfsburg, che produce elettricità per la fabbrica e teleriscaldamento per la città, è stata solo da poco convertita dal carbone al gas. Una soluzione con cui tagliare 1,5 milioni di tonnellate di CO2 all’anno, pari alle emissioni annuali di 870.000 auto.

LEGGI ANCHE Diess frena sulle BEV? Solo per la stampa italiana

Apri commenti

9 COMMENTI

  1. Ricordo che per il 2020 tutte le auto con emissioni NEDC sotto i 50g/km venivano contate doppie per fare la media di gamma. Vale anche per il 2021, perciò stiamo parlando di dati fuffa, oppure per il 2021 le cose sono diverse??

  2. VW e l’ultima azienda su cui credere nel loro DNA e insita la menzogna e la poca onesta (leggi dieselgate) in ultimo le auto prodotte dal gruppo ..purtroppo ho una Skoda elettrica Eniak 80 confermano quanto siano indietro nel SW : va in crash continuamente HW: batteria che non carica come dovrebbe max 40kw contro i 125 kW dichiarati commercialmente :promettono card di ricarica gratuita per un anno ma in verità devi pagare 22. € mese postvendita inesistente dovrò portare la mia auto (IN GARANZIA)a 200km di distanza e lasciarla lì una settimana TUTTO A SPESE MIE ….tutto ciò che scrivono o dicono per me ha un solo sinonimo BALLE!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome