Home Nautica Motonautica: un futuro elettrico. Parla Chiulli, presidente della Uim

Motonautica: un futuro elettrico. Parla Chiulli, presidente della Uim

0
CONDIVIDI
Motonautica

Anche la motonautica solca le onde in elettrico. Una scelta sempre più chiara grazie alla Formula E in versione acquatica che prende il nome di E1 Series e può contare sul mezzo futuristico a batteria Race Bird (leggi qui).

Raffaele Chiulli,
Raffaele Chiuli, presidente della federazione mondiale di Motonautica

Una manifestazione (leggi qui) che vede in prima fila  Alejandro Agag, presidente di E1, e Rodi Basso, Ceo di E1 e Raffaele Chiulli, presidente della Federazione Internazionale della Motonautica (UIM) che abbiamo intervistato sulle prospettive e sui legami tra sport ed evoluzione della nautica elettrica. Ricopre anche l’incarico di presidente di Arisf (association of international olympic committee recognized international sport federations). Un osservatorio privilegiato da cui osservare le ultime tendenze.

Nello sport aumentano gli investimenti tecnologici e green?

Innovazione, tecnologia e sostenibilità sono al centro di tutte le nostre attività. Con il supporto del Comitato olimpico internazionale e in Arisf spingiamo tutte le nostre federazioni sportive internazionali a fare della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, una priorità.

Un progetto concreto?

Sosteniamo  “Sport for climate action” delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Unfccc), che spinge le organizzazioni sportive ad assumersi la responsabilità della loro impronta carbonica (carbon footprint). Molte federazioni sportive internazionali, sono state in grado, nonostante la pandemia, di organizzare competizioni ed eventi più sostenibili.

Motonautica
La conferenza stampa di presentazione del mondiale di motonautica con barche elettriche

Cerchiamo di risolvere problemi, pensiamo alla plastica. Ogni anno, 8 milioni di tonnellate,  sono abbandonate  negli oceani. A  questo si aggiunge l’inquinamento atmosferico causato dalla produzione di plastica che contribuisce in modo significativo al cambiamento climatico. Con uno sforzo concertato e con la giusta pianificazione, le federazioni sportive internazionali possono ridurre sensibilmente la quantità di plastica utilizzata nelle varie competizioni.

Più in specifico cosa si sta facendo sugli sport motoristici?

Il  motorsport è un esempio virtuoso. Tutte le federazioni internazionali motoristiche (Fia, Fim, Fai e Uim), che fanno parte di Arisf, stanno compiendo grandi sforzi nel sostenere e promuovere la salvaguardia dell’ambiente, stabilendo e attuando buone pratiche, sperimentando e adottando tecnologie innovative  e promuovendo eventi come la Formula e, Moto e, Uim e1 – extreme e ecc.

In questi contesti si sviluppa  l’innovazione tecnologica, sono dei laboratori per testare soluzioni all’avanguardia che dai circuiti di gara trovano, poi, applicazione industriale favorendo il processo di decarbonizzazione ad esempio nel settore dei trasporti.

Dal circuito alla strada?

E’ fondamentale ridisegnare il sistema di mobilità verso un modello più sostenibile. sono convinto che gli sport motoristici  – automobilismo, motociclismo, motonautica e sport dell’aria – e i veicoli da competizione siano veri e propri laboratori in cui soluzioni ingegneristiche e tecnologiche vengono ideate, realizzate e perfezionate.

Motonautica

Per poi, spesso, trovare applicazione industriale, confermando come l’aspetto tecnologico faccia parte del Dna di questi sport, tanto quanto la bandiera a scacchi o il glamour del paddock.

Il contributo alla mobilità sostenibile di queste competizioni?

Il successo della Fia Formula e world championship, Fim Enel moto world cup o il recente lancio della Uim e1 world electric powerboat series ed Extreme-e  offrono una grande opportunità per sensibilizzare istituzioni e cittadini sull’ambiente puntando i riflettori sul tema della mobilità elettrica.

Energy Boat a Monaco

Lo sport può essere un catalizzatore di buone pratiche per una evo-rivoluzione green. Su questo fronte sono impegnato, gioca un ruolo fondamentale la formazione, con l’organizzazione Safe (sostenibilita’ ambientale fonti energetiche) siamo impegnati per dare alle nuove generazioni l’opportunità di crescere e acquisire conoscenze e competenze in un settore chiave quale quello della transizione energetica e della sostenibilità ambientale

Presidente ci parla della Uim  e1 world electric powerboat series, la motonautica in versione elettrica
Barche elettriche
Yacht Club de Monaco, una barca elettrica a Energy Boat

Un’iniziativa che parte dalla combinazione dei risultati raggiunti da tre principali settori: automobilistico, motonautica e vela. La nuova serie Uim e1 accelera la tabella di marcia tecnologica e la consapevolezza verso l’elettrificazione dell’industria marina, salvaguardando gli oceani, i mari, i laghi, i fiumi e l’ambiente. Siamo orgogliosi di collaborare con Alejandro Agag, dopo la sua esperienza di successo con la Formula-e e sono fiducioso che questa iniziativa, insieme a Extreme-e, darà un contributo importantissimo all’accelerazione della mobilità sostenibile a livello globale.

Questo  progetto ci stimolerà ulteriormente a reinventare lo sport della motonautica che entrerà in una nuova era con gare full-electric, che siano competitive, attraenti, impegnative, eco-compatibili e divertenti.

E  il Monaco energy boat challenge?

Anche quest’anno, Uim e Yacht club monaco, hanno organizzato la manifestazione (leggi qui), una delle vetrine più interessanti su ciò che verrà o potrà venire dalla ricerca e dall’industria nautica e propulsioni da fonti alternative.

Monaco Solar & Energy Boat Challenge 2020,
La locandina della manifestazione

Qui si sfidano gruppi di ricerca di numerose università di numerose nazioni.  La nostra visione e missione è promuovere la cooperazione internazionale e sviluppare programmi di ricerca  e sviluppo scientifico, come stiamo facendo con diverse università e centri di ricerca. Il nostro sport aveva una cattiva reputazione ambientale, ma questo è cambiato anche grazie alle iniziative concrete che abbiamo messo in atto verso la sostenibilità.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome