Home Le guide facili Il primo monoruota elettrico? Ecco come sceglierlo

Il primo monoruota elettrico? Ecco come sceglierlo

1
CONDIVIDI
quale monoruota?

Il 2020 è stato quello che si può definire un anno d’oro per veicoli elettrici ed in particolare per tutti i mezzi di micromobilità urbana. Anche il monoruota elettrico, il mezzo più innovativo del settore, ha beneficiato di questo Tsunami di positività che ha colpito il comparto della mobilità elettrica urbana.

Le aziende produttrici offrono una vasta gamma di veicoli dalle più disparate prestazioni: le velocità massime vanno dai 15/20 Km/h sino a settanta chilometri orari combinata alla possibilità di avere un’autonomia di poche decine di chilometri fino a oltre i 200 Km. Le aziende produttrici hanno avuto differenti approcci anche nella filosofia legata al rapporto velocità e sicurezza dei monoruota.  Inoltre, l’offerta si è arricchita l’anno scorso con una nuova generazione di ruote dotate di ammortizzatore :  InMotion V 11,  Kingsong Ks S18 e Gotway  Begode EX.

Avere l’imbarazzo nella scelta può essere una gioia per l’utente esperto, capace di addentrarsi nei misteri della fisica elettrica. Ma il neofita? Chi si sta avvicinando affascinato a questo nuovo mondo potrebbe sentirsi leggermente disorientato e travolto dalla numerosità dell’offerta. Inizialmente potrebbe non riuscire a districarsi agevolmente tra voltaggi, potenze e capacità elettriche. Ulteriore impedimento rappresentano i dati ufficiali rilasciati dalle case madri d’oriente, che la maggior parte delle volte sono sovrastimati abbondantemente: da qui nasce il mito del “Km cinese”  che è un po’ più corto che nel resto del Mondo. Considerato che il prezzo di questi veicoli oscilla tra le centinaia di euro fino alle migliaia di euro, il neofita potrebbe aver bisogno di qualche consiglio per acquistare la sua prima ruota.

Cosa considerare prima dell’acquisto di un monoruota elettrico

Quali sono i migliori criteri da seguire per acquistare il ​​monoruota giusto? Essendo per molti una domanda Esistenziale, risponderei con l’esortazione del Tempio di Apollo: “Conosci Te Stesso“. Non esiste il monoruota perfetto per tutti, ma per ognuno esiste un monoruota perfetto e questo dipende dall’utilizzo finale dell’utente.  Parametri come peso, autonomia,  dislivello e superficie del percorso (dalla neve e sterrato di montagna fino alla sabbia della spiaggia) determineranno potenza minima del motore, la giusta dimensione della batteria e il pneumatico più appropriato. Perché ne hai bisogno in primo luogo? Rispondere a questa domanda ti aiuterà a scegliere un marchio con caratteristiche su misura per il tuo utilizzo specifico. Detto questo, ecco i fattori principali che ti portano ad un buon acquisto.

Considera la distanza usuale da percorrere col tuo monoruota

Quindi scegli il motore dotato di una batteria sufficiente a percorrere quella distanza con una singola carica. Tuttavia, se ti senti a tuo agio a caricarlo spesso sul posto di lavoro e a casa, puoi optare per un monoruota a corto raggio e quindi più economicoLe dimensioni generali delle ruote per i monoruota elettrici includono 14, 16 e 18 pollici, togliendo le ruote più estreme della gamma Gotway Begode Mten da 10 pollici e Monster Pro da 24 pollici che riserverei ad utenti esperti. Le ruote piccole sono più leggere e più comode rispetto alle ruote grandi. Quindi, se l’obiettivo è la trasportabilità e la copertura di una distanza più breve, le ruote piccole sono appropriate. Se invece hai bisogno di ruote adatte all’alta velocità, stabilità su buche, terreni irregolari e distanze maggiori, scegli ruote da 16 o 18 pollici.

 

 

Scegli il tipo e la capacità della batteria 

Una batteria è un componente importante di un monoruota elettrico. La maggior parte  utilizza batterie ai polimeri di litio o agli ioni di litio. Ricorda che le prestazioni del tuo motore dipendono dalla potenza della batteria. Quindi scegli marche di batterie affidabili come Samsung e Panasonic. All’inizio può essere più dispendioso, ma la sicurezza costa ed è un investimento su cui conviene riflettere . Allo stesso tempo, la batteria dovrebbe essere rimovibile. Ciò renderà più facile sostituirla una volta che le prestazioni si deteriorano, anche se le batterie di qualità assicurano 1000 cicli di carico/scarico prima del deterioramento delle prestazioni. Quindi moltiplicando con l’autonomia del veicolo a piena carica, si può ipotizzare che il cambio della batteria sarà necessario dopo circa 20000 km per le batterie più piccole fino a diverse decine di migliaia se non centinaia nelle batterie più capienti. 

 

Velocità e potenza del monoruota adeguata alle tue esigenze

L’istinto naturale ci porta sempre a desiderare il mezzo performante e veloce, ma per esprimere certe potenzialità sportive, è necessario disporre di attitudine, del contesto adeguato ed una esperienza di diverse migliaia di Km percorsi. Per chi deve imparare o acquisire dimestichezza con il monoruota, la velocità perfetta è 15/20 Kmh.  Se guidi principalmente in città, raramente utilizzerai la velocità massima. La congestione umana e altri ostacoli sulla strada non ti permetteranno di viaggiare a velocità superiori. Tuttavia, se viaggi principalmente fuori città su strade meno congestionate, la velocità massima diventa una caratteristica significativa per la scelta finale.

Un motore gioca un ruolo strategico in un monoruota elettrico e nell’utilizzo che si intende farne. Per ottenere prestazioni necessarie ad affrontare in sicurezza ripide salite e dislivelli importanti, la capacità della batteria e la potenza del motore diventano significative nel processo di scelta. Quindi scegli un motore di alta potenza in watt: il Cut Off è sempre il nemico numero uno.

Considera l’ergonomia del monoruota

Se la guida è limitata a pochi minuti nel quartiere, puoi non prestare molta attenzione alle caratteristiche dei pedali. Ciononostante, per l’utente sportivo che progetta percorsi di 50/70 km con il monoruota elettrico, i pedali dovrebbero avere un’ampia superficie antiscivolo che copra quasi l’intera lunghezza dei piedi. Bisogna considerare anche l’inclinazione delle pedane: i pedali inclinati sopportano più carico e sono anche più confortevoli.

Ogni monoruota ha un carico massimo specificato nella scheda tecnica che può trasportare in sicurezza. Quindi considera il tuo peso e poi scegli il modello adatto al carico. Ricorda che utilizzare il veicolo con un carico eccessivo sovraccarica il motore con conseguenze nefaste, in caso di spegnimento improvviso. Per realizzare la velocità massima e altre caratteristiche è necessario prendere nota della capacità di carico. Considera anche in alcune situazioni potresti dovere trasportare il monoruota a mano e che caratteristiche come batterie abbondanti e cerchioni grossi influenzano notevolmente il peso finale del mezzo. Quindi in caso si voglia utilizzarlo complementarmente al trasporto pubblico, consiglierei di scegliere un peso nell’intervallo tra i 10/15 Kg complessivi.

Guida notturna in sicurezza

Un buon monoruota elettrico dovrebbe essere equipaggiato per supportarti per una guida sicura di notte. Pertanto, dovrebbe avere le luci posteriori e anteriori.  Bisogna assicurarsi che il faro anteriore abbia una luce molto intensa e il complesso ottico posteriore possieda una buona visibilità soprattutto in frenata. Questi dispositivi, uniti ad indumento ad alta visibilità, dovrebbero essere sufficienti per una guida notturna in sicurezza.

Novità assoluta nel panorama della micromobilità elettrica: cassa compatibile con Bluetooth su monoruota elettrica per poter ascoltare la musica dal proprio cellulare o da qualsiasi altro dispositivo compatibile. La potenza delle casse è notevolmente variabile da un modello all’altro. Il Gotway begode Nikola è il Re della classifica come potenza sonora: se le altre ruote hanno una cassa bluetooth, il Nikola è  una cassa bluetooth con un monoruota sotto!

Concludendo, questi sono i primi passi per valutare l’acquisto del primo monoruota. Valutando bene prima quale utilizzo se ne vuole fare, si potrà procedere per la scelta più adatta al proprio caso, contenendo anche l’esborso economico. Non esiste un monoruota perfetto per tutti, ma per ognuno esiste un  monoruota perfetto.

 ——Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube—–

Apri commenti

1 COMMENTO

  1. Il monoruota non può circolare su strade pubbliche , come da legge del febbraio 2020 che regolamenta la circolazione di monopattini e altri veicoli elettrici
    Importante saperlo ,poi ognuno si assume le proprie responsabilità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome