Home Bici Monopattino da Guinness: 460 km in 24 ore

Monopattino da Guinness: 460 km in 24 ore

1
CONDIVIDI
Eric Decker impegnato nella sua 24 ore in monopattino sulle strade della Florida.

Monopattino da Guinness dei primati: 286 miglia (oltre 1.600 km) in 24 ore. Il protagonista è un giovanotto americano, Eric Decker, che ha scelto la Florida come teatro della sua impresa.

Monopattino da Guinness per Eric “caviglie d’acciaio”

monopattino da record
Un monopattino EMove Cruiser

Eric non è nuovo a queste follie: qualche tempo fa ha tentato un altro record con uno skateboard sulle strade della California. Ma questa volta ha alzato la posta, dotandosi di un’organizzazione all’altezza. Partendo su un monopattino EMove Cruiser  (qui le info tecniche) con un’auto al seguito, su cui trasportare altri due monopattini identici di riserva. In modo da disporre sempre di un mezzo carico, mentre gli altri due si ricaricavano con un congegno in corrente alternata montato a bordo. L’idea era di partire da Miami per arrivare a Daytona Beach: 460 km. A Daytona, luogo reso mitico da un’altra, ben più celebre, 24 Ore,  Erick Decker era atteso tra gli ospiti d’onore della Bike Week, un evento che ogni anno attira appassionati da tutti gli Stati Uniti. L’ EMove Cruiser non era stato scelto a caso: ha una buona velocità di punta, fino a 40 km/h, e può superare gli 80 km di autonomia, se non lo si spreme troppo.

Media finale vicina ai 20 km/h, ossa tutte rotte

monopattino da GuinnessMa il sito americano Electrek (qui l’articolo), che ha ribattezzato Erick “Iron Ankles” (caviglie d’acciaio”), segnala che non tutto è filato liscio. La potenza con cui si ricaricava a bordo non era sufficiente e sono state necessarie soste impreviste in hotel, ristoranti o gelaterie, in cui rifornire più velocemente, a 110V. Tutte soste non programmate, che hanno richiesto tempo non solo per la sosta, ma anche per convincere i gestori ad allacciare gli EMove Cruiser ai loro impianti. Non è stata un’impresa facile e l’impavido Eric è arrivato con le ossa rotte, dopo (quasi) un’intera giornata in piedi. “È stato un incubo da vissuto da sveglio, che non vorrei mai più rivivere. Mi fa male dappertutto“, ha borbottato. L’impresa, se così si può chiamare, comunque resta, con una media vicina ai 20 km/h, soste comprese: qualcuno vuol provare a batterla?

— Clicca qui per vedere il nostro Listino dei monopattini elettrici

 

 

 

 

 

 

 

 

1 COMMENTO

Comments are closed.