Home Moto & Scooter Monopattini elettrici, Uber, Lime e Lyft li danno gratis a chi va...

Monopattini elettrici, Uber, Lime e Lyft li danno gratis a chi va a votare

0
CONDIVIDI

Lime, Uber e Lyft, tre dei principali operatori di scooter sharing in America, offriranno viaggi gratuiti sui loro monopattini elettrici a tutti gli elettori che si recheranno alle urne per le elezioni  del 6 novembre.

Le due ruote elettriche stanno diventando il mezzo base, una sorta di standad, per la mobilità urbana nelle grandi aree metropolitane americane. Non bastassero le performance borsistiche ormai stratosferiche delle società di servizi in condivisione di scooter e monopattini elettrici quotate a listino, il fiorire di nuovi operatori in competizione tra loro in tutte le principali città degli States e l’alluvione di nuovi modelli in vendita (leggi), arriva ora una iniziativa emblematica: tre dei principali protagonisti, cioè Lime, Uber e Lyft, hanno lanciato un programma tariffario straordinario in occasione delle elezioni di “mid term” in calendario il prossimo 6 novembre. Corse gratuite o corse super scontate per compiere il tragitto fra casa e seggi elettorali. Ciò consentirà, sostengono i promotori, “ai quasi 15 milioni di elettori iscritti che ad ogni tornata non si presentano poi ai seggi, di esercitare finalmente il proprio diritto di voto”. Come dire: siamo noi l’unica soluzione per muoversi senza difficoltà nelle metropoli, siamo noi, le due ruote elettriche, il servizio chiave degli spostamenti urbani.

Non era mai successo con altri mezzi. Nessun operatore di autobus, taxi e metropolitana aveva mai pensato di mobilitarsi per le elezioni. Lime, una delle principali compagnie di scooter sharing negli Usa con i suoi maneggevoli monopattini, offre agli elettori due viaggi gratuiti per un massimo di 30 minuti ciascuno. “Raggiungere i seggi è spesso una sfida per molti americani e noi vogliamo fare la nostra parte per aiutarli” ha dichiarato il cofondatore di Lime Brad Bao. Per lanciare il servizio Lime ha dovuto modificare il software della sua App, aggiungendo la funzione LIME”VOTE18 che abilita appunto al viaggio andata e ritorno dal proprio seggio. Da parte sua Uber offre il viaggio gratuito con il suo monopattino Jump a tutti i giovani al primo voto, e ora aggiunge 10 dollari di sconto a tutti coloro che utilizzeranno i suoi scooter per recarsi alle urne. E ha aggiunto alla sua App una mappa che aiuta ogni elettore ad individuare il proprio seggio.

Lyft, principale concorrente di Uber, offre invece uno sconto generalizzato del 50% sui tragitti casa-seggio elettorale e il viaggio gratuito nelle aree sfavorite, dove vi siano significative carenze dei servizi di trasporto pubblico. “La nostra compagnia _ spiegano alla Lyft _ lavora per migliorare la vita delle comunità e favorirne le connessioni attraverso il miglior sistema di trasporto al mondo. Oggi aiutiamo il popolo americano ad esercitare il proprio diritto di voto”. Le tre società dedicheranno al servizio le rispettive flotte di monopattini in condivisione. Lime opera solo con questi veicoli, mentre Uber e Lyft dispongono anche di scooter veri e propri. Non è chiaro se anche questi ultimi faranno parte dell’offerta. Manca invece all’appello l’altro grande a stelle e strisce, cioè Bird.

L’iniziativa è senza precedenti e dimostra come gli operatori delle due ruote condivise si sentano ormai protagonisti della cultura americana. Ma la possibilità di una prova gratuita del servizio in occasione delle elezioni rappresenta anche una grande opportunità di marketing per le compagnie, che così avvicineranno al servizio di scooter sharing fasce sociali che altrimenti non l’avrebbero mai considerato.