Home Alla ricarica Moixa, smart grid e ricarica intelligente per i 10 mila furgoni...

Moixa, smart grid e ricarica intelligente per i 10 mila furgoni UPS

0
CONDIVIDI

Smart grid e ricarica intelligente firmate Moixa per la flotta elettrica di UPS. Per una società come il corriere UPS, che prevede di mettere in flotta 10 mila furgoni elettrici, anche la ricarica diventa un problema. Per questo ha incaricato la  giovane compagnia digitale britannica  Moxia di realizzare una piattaforma informatica che gestisca il rifornimento con sistemi di intelligenza artificiale.

Intelligenza artificiale per confrontare i prezzi

Il progetto sarà sviluppato in collaborazione con il gestore britannico della rete elettrica. Si tratta infatti di integrare la simultanea richiesta di energia per la ricarica con il fabbisogno del sistema elettrico generale. Il progetto sarà un importante test per verificare uno dei principali problemi che si presenteranno quando i veicoli elettrici costituiranno quote importanti del parco auto globale. Ottimizzare la ricarica e regolarla in modo da sfruttare prevalentemente energia da fonti rinnovabili sarà una necessità stringente per ridurre le emissioni e contenere i costi energetici delle aziende.

Moixa GridShare “privilegia” l’energia verde

Il progetto di rete energetica locale (EFLES) incentrato sulla flotta EV prenderà l’avvio in maggio nel deposito UPS di Camden. Moixa si servirà della sua piattaforma AI GridShare che integra auto produzione da fotovoltaico, stoccaggio di energia e sistemi di ricarica.

«Abbiamo l’esperienza globale, l’infrastruttura di ricarica intelligente e le risorse per ospitare questo progetto pilota unico nel suo genere presso la nostra struttura di Camden», ha dichiarato Claire Thompson-Sage, dirigente di UPS. «Questo progetto _ ha aggiunto _  si baserà sulla nostra infrastruttura tecnologica di ricarica per veicoli elettrici e svilupperà un sistema energetico locale olistico».

La soluzione software di Moixa GridShare sarà determinante nella gestione del sistema di alimentazione. Il software Moixa, infatti, «può raccogliere dati da centinaia di fonti analizzando e confrontando prezzi, domanda, condizioni meteo e altro». Tenendo conto l’ottimizzazione del consumo dal lato cliente e la stabilità delle rete dal lato del distributore. In altre parola regolerà la ricarica in modo da assorbire energia quando i prezzi sono più bassi e il mix energetico ha la maggior quota di fonti rinnovabili.

Le prove generali nel deposito di Camden

Solo il mese scorso il colosso della logistica UPS ha annunciato l’ investimento in Arrival, società che fornirà 10 mila veicoli elettrici nel giro dei prossimi 4 anni. I veicoli saranno integrati nelle flotte in Europa e negli Stati Uniti. Ups ha già in flotta diverse centinaia di furgoni elettrici. Due anni fa acquistò mille veicoli elettrici dal costruttore americano Workhorse. Inoltre utilizza molte migliaia di cargo e-bikes per il trasporto dei piccoli colli nei centri cittadini.

Il progetto di rete locale a Camden si basa sull’iniziativa Smart Electric Urban Logistics, in cui UPS è stata coinvolta insieme a UK Power Networks e Cross River Partnership, che prenderà il via il 1 ° maggio.