Home Vaielettrico risponde Mira (VE): cronaca di una rete di ricarica mai nata

Mira (VE): cronaca di una rete di ricarica mai nata

0
CONDIVIDI
mira ricarica

Mira, provincia di Venezia: cronaca di una rete di ricarica mai nata. Almeno fino ad oggi. Parafrasando il famoso libro di Oriana Fallaci pubblicato nel 1975 “Lettera a un bambino mai nato” potremmo definire così la lettera-denuncia che ci ha inviato Michele. Eccola:

Annunci pre elettorali, caduti nel vuoto

Premetto che questo vuole essere una cronaca dell’attuale livello della burocrazia e della lentezza in Italia e non un attacco a questa o quella amministrazione locale di questo o quel colore politico.

mira ricarica
Come si può notare, il nel Comune di Mira, al centro dell’immagine, non è segnalato alcun impianto di ricarica attivo

Abito a Mira (VE), comune di 40.000 anime nella prima periferia di Mestre, con qualche velleità turistica (Riviera del Brenta) e con importanti vie stradali che lo attraversano (Autostrada A4 e A57, ex Strada Statale 11 Padana superiore e Strada Statale 305 Romea).

Ebbene, sul nostro territorio, come si vede dalla mappa qui a finaco, non vi sono attive  colonnine di ricarica pubblica.

Il 05.06.2021 l’amministrazione comunale invita le ditte interessate a presentare la propria candidatura per la realizzazione di una rete urbana capillare di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici o ibridi plug-in, individuando 13 punti potenziali su suolo pubblico, che saranno messe a disposizione senza oneri per il privato al quale spetta la valutazione sul punto di migliore collocazione sotto il profilo tecnico, eventualmente indicando anche altre aree sempre di proprietà comunale, ogni postazione dovrà avere due stalli.

Il 12.02.2022 l’amministrazione comunale di Mira annuncia l ’approvazione del protocollo d’intesa con la società Enel X Mobility, selezionata a seguito di relativo avviso per la manifestazione d’interesse, per l’installazione su suolo pubblico di colonnine di ricarica auto alimentate a energia elettrica, distribuite su tutto il territorio comunale. Si Parla di 6 postazioni intanto (pareva fossero 3 AC e 3DC…) annunciando l’avvio dei cantieri a breve

09.06.2022: con un post sui social, l’amministrazione annuncia, a due settimane dal voto per il rinnovo del consiglio comunale, la messa in opera della prima colonnina con tanto di foto.

Cantieri a singhiozzo e colonnine spente

11.10.2022. Ebbene, per tutta l’estate, quella colonnina non ha mai funzionato; a metà settembre vicino a questo primo punto di ricarica è riapparso un cantiere; questo di fatto non era neppure collegato alla rete elettrica.

Intanto ne son spuntati altre 2 (sempre a ricarica AC) ma anche queste colonnine non sono mai state attive e  non risultano neppure sulle App. Altri punti individuati sono tuttora area di cantiere (senza nessuno che lavora). Ho provato a contattare il servizio clienti del gestore, che molto gentilmente e celermente mi ha riferito che non hanno una minima idea di quando verranno attivate, neppure una previsione temporale.

mira ricarica

Ora, mi chiedo, ma in questa nazione, quanto ci vuole per attivare un punto di ricarica pubblico? Se queste sono le premesse, il termine temporale del 2035 , per noi italiani, è eccessivamente vicino. Intanto continuo ad “emigrare” nei comuni limitrofi per ricaricare e mentre lo faccio, passo il tempo negli esercizi posti vicini alle colonnine…. peccato per il mio comune. Michele Gatti

La lunga attesa per l’allacciamento alla rete

Risposta- Caro Michele, lei ci racconta una storia che purtroppo si ripete per tanti altri comuni e tante altre stazioni di ricarica. Alle complesse procedure di autorizzazione, infatti, si aggiungono tempi biblici per l’allacciamento alla rete, che non dipende dall’operatore di ricarica (in questo caso Enel X Way) ma dal distributore di zona, a cui fanno capo la cabine di distribuzione. Clamoroso il caso di Roma, un anno e mezzo fa (leggi).   E qualche giorno fa abbiamo riportato un dato allucinante a livello nazionale: i punti di ricarica in Italia sono saliti a 33 mila, ma il 12% risulta inattivo in attesa di collegamento o per guasto.

Ma da oggi Michele può ricaricare

AGGIORNAMENTO- Michele ci cominica che nel frattempo la rete di ricarica di Mira comincia a funzionare. Le prime colonnine sono state allacciate alla rete e oggi possono essere utilizzate, come dimostra questa foto scattata ieri. 

-Iscriviti a Newsletter e canale YouTube di Vaielettrico-

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome