Home Sharing Monopattini a Milano, la Procura indaga sul rispetto delle regole

Monopattini a Milano, la Procura indaga sul rispetto delle regole

0
CONDIVIDI
monopattini milano

Monopattini nel mirino a Milano. Scende in campo la Procura che oggi ha disposto nuove indagini sul rispetto delle norme e sulle utorizzazioni di alcuni operatori. «Dobbiamo lavorare molto sul rispetto delle regole del Codice della Strada, perche’ il monopattino e’ un mezzo importante per la nostra mobilita’. Dobbiamo lavorare sulla sicurezza, che e’ un tema», ha detto anche l’assessore alla Mobilità del Comune Marco Granelli.

AGGIORNAMENTO

La Procura di Milano ha rimesso mano all’indagine sull’uso dei monopattini in città. Una documentazione completa sui recenti incidenti, sulle violazioni dei divieti di sosta e di circolazione  e sulle autorizzazioni di alcuni operatori di sharing è stata raccolta ieri dalla Polizia giudiziaria su ordine del Procuratore aggiunto Tiziana Siciliano. Gli accertamenti riguardano le dotazioni di sicurezza dei mezzi e la corretta informazione degli utenti sulle regole di circolazione e di parcheggio  da rispettare durante il noleggio. La Procura vua sapare inoltre quanti veicoli in sharing circolino effettivamente in città e operati da quali società. Due di queste, Circ e GoVolt, non figurerebbero tra quelle autorizzate dal Comune.

Scrooter sharing appiedato a Milano

“Ma a Milano sono più gli incidenti in automobile”

Nelle ultime settimane, infatti, Milano ha registrato un crescente numero di incidenti in monopattino (leggi). «Non mi pare che siano un numero esorbitante _ ha precisato l’assessore Granelli _. Sono molti meno di quelli che avvengono in auto e nella maggior parte si trattava di mezzi privati e non in sharing». Non per questo, tuttavia, si può stare tranquilli: «Dobbiamo lavorare di piu’, per esempio con la realizzazione di percorsi ciclabili e adatti ai monopattini per auitare a rendere sicuro l’uso di questi mezzi».

Piste ciclabili, ora arriva anche Torino con nuovi tracciati per 90 km

Ieri anche il sindaco di Torino Chiara Appendino ha annu nciato che saranno istituite piste ciclabili in città per circa 90 km.

Marco Granelli
L’assessore alla mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli

A Milano, ha reso noto Granelli, le flotte di sharing contano 2.950 auto (4% elettriche, ma dal 1° gennaio 2024 dovranno tutte essere EV), 13.430 biciclette (9% elettriche), 3.050 scooter e 3.750 monopattini, tutti elettrici. Per Granelli gli operatori «devono dedicare una parte delle risorse ad attività di comunicazione sulla sicurezza stradale e l’amministrazione controllerà il rispetto di questa clausola».

I numeri dello sharing a Milano: i monopattini hanno fatto +350 %

Il bike sharing a Milano conta 473 mila utenti. 180 mila utenti conta l’e-scooter sharing, mentre gli utenti che utilizzano monopattini in sharing sono cresicuti del 350% dopo il lock down. Ogni giorno a Milano sono 16.519 i noleggi per autovetture con 7,18 chilometri medi per prenotazione e 31 minuti di tempo medio. Sono 16.163 i prelievi di biciclette, 4.922 quelli degli scooter e 7.600 quelli di monopattini,  con 1,39 chilometri medi di percorrenza e 10 minuti di tempo medio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome