Home Auto Mi sono regalato una Model Y e ve la racconto

Mi sono regalato una Model Y e ve la racconto

16
CONDIVIDI

Mi sono regalato una Model Y. Comincia così la mail di un lettore romano, che condivide qui le sue prime impressioni sulla nuova Tesla. Pochi giorni fa era stata la volta di Franco a raccontarsi il primo impatto con una EV, una VW ID.3.

                                         di Luigi Conti

“Seguo il mondo delle auto elettriche da parecchi anni, all’inizio con un po’ di scetticismo legato soprattutto ai tempi di ricarica e alla autonomia. Col passare del tempo, però, ho piano piano cambiato opinione, guardando soprattutto l’evoluzione della Tesla. Ed alla fine mi sono convinto“.

Mi sono regalato una Model YMi sono regalato una Model Y: qualche timore, subito fugato

Ho acquistato una Model Y consegnatami a fine settembre. E debbo dire che, nonostante i miei timori (vengo da un Suv turbo-diesel da 110 cv) di non riuscire a gestire la potenza della Tesla, dopo pochi km mi sono tranquillizzato. Certo, quando capita di accelerare per togliermi d’impaccio nel traffico di Roma, ancora mi ‘spavento’, ma alla fine lo trovo anche divertente. L’auto è ben fatta, assemblata a dovere. La pulizia degli interni, che all’inizio potrebbe spiazzare un po’, è invece un plus di queste auto. Niente pulsanti, levette e manopole in giro da imparare a memoria. Una volta configurata tramite il touch screen sulle tue esigenze, non hai quasi più distrazioni alla guida. Comandi tutto a voce: climatizzazione, luci, tergicristalli, musica… E non sbagli un colpo. Nel portabagagli lo spazio è anche troppo e abbattendo i sedili posteriori diventa una sorta di pick-up.

mi sono regalato una Model Y
Il grande bagagliaio posteriore e, sotto, l’abitacolo nella parte anteriore, col solito display, qui in orizzontale.

mi sono regalato una Model Y

Ho fatto 1.500 km spendendo circa 90 euro

Lo stato della ricarica sul display di bordo, con l’autonomia residua e la durata dell’operazione.

La guidabilità è incredibile. Si avvicina molto più a quella di una berlina che di un SUV. Purtroppo non posso ancora ricaricare a casa, pur avendone la possibilità. Ma, fortunatamente, ci sono 8 colonnine Supercharger V3 ad una decina di Km da casa e quindi risolvo così. Anche se mi aspettavo un prezzo più basso dell’energia che è di 0,43 €/Kwh. Nonostante ciò, ho percorso 1.500 km consumando 194 KW/h (133 w/h) spendendo circa 90 euro. Difetti? Si, certo. Ad esempio il raggio di sterzata un po’ ampio, la visibilità dal lunotto posteriore ridotta (ma tanto ci sono le retrocamere in caso di necessità). E la non possibilità, invece, di utilizzare le camere anteriori in manovra come nel precedente Suv Nissan. Per le strade dissestate di Roma le sospensioni sono un po’ rigide. Il giudizio globale comunque è che la Model Y è un’auto fantastica e non tornerei ad un motore termico per nessun motivo“.

Guarda anche la nostra video-prova della Tesla Model Y

—  Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente a newsletter e canale YouTube

Apri commenti

16 COMMENTI

    • Attenzione…ricaricando a casa la spesa lato carburante viene più che dimezzata!
      Inoltre ci si dimenticano due cose…la prima sono i costi di manutenzione e gestione (praticamente azzerati nelle auto elettriche)…secondo la tecnologia applicata (autopilot ecc).

  1. Io rispetto le vostre scelte ma non condivido il vostro punto di vista che sfocia nell’entusiasmo.
    Ho più volte precisato i motivi tecnici, logistici, economico-finanziari che pongono le auto elettriche raramente in vantaggio rispetto a una vettura turbodiesel correttamente confrontabile. Ed è perciò che io non acquisterò mai una elettrica.
    Io, è vero, per percorrere 1 500 km spendo dai 140 ai 150 euro con la mia BMW coupé, ma volete mettere???

    • Mah… Tanto massimo in dieci anni sarai costretto a prenderla elettrica in ogni caso, già tra due o tre col tdi non entrerai nei grossi centri urbani e immagino i km li fai per lavoro quindi è molto probabile avrai bisogno di entrarci, molti lasciano l’auto fuori città ed entrano coi mezzi, può essere un’idea.

      Non ho capito cosa intendi in chiusura con “ma volete mettere?” cioè, cos’è che c’è di migliore in una BMW coupe (che immagino sarà un 3.0 tdi abbastanza spinto dai consumi che dici), la velocità? La ripresa? Lo spunto per bruciare in partenza i rincoglioniti in rotonda o ai semafori?
      L’unica cosa che mi mancherebbe onestamente sono le marce, odio i cambi automatici sulle termiche che malgrado quello che dicono tutti, a me fan solo aumentare i consumi e anche di parecchio.
      Poi oramai una BMW coupè se passa nemmeno più ti giri a guardarla perché è una normale auto da soldi, se si cerca l’auto da far vedere oramai mi spiace ma o vai di Lamborghini e Ferrari o la gente si gira se vede una tesla o una Twingo elettrica… Peccato perché essendo te uno che ha cmq sempre speso certe cifre per le auto potresti veramente passare a una elettrica molto buona anziché una citycar… Conviene aspettare qualche anno per me, ma se ti piace “fare il fenomeno” alla guida probabilmente ti divertiresti tanto di più con elettrico… Al netto delle marce uffa le voglio!!!

    • Zanetti, ti aspetterò fiducioso davanti al concessionario, quando arriverai disperato ad acquistare una “lavatrice con le ruote”, poichè tutti i costruttori non fabbricheranno più auto termiche= stufe!
      Vorrò godermi lo spettacolo.

  2. Provate ad usare il calcolatore costi di Tesla. (Tesla.com/trips)….capirete che il prezzo di un’auto non è tutto. Io faccio 100 km/giorno e “rischio” di risparmiare 300/400 €/settimana (ricaricaSupercharger)…..In realtà risparmio di più ricaricando a casa, anche col FV. Fate voi all’anno.

  3. Leggendo l’ultima frase “non tornerei al motore termico per nessun motivo”, mi è venuto in mente cos’è stato per me, che giravo per lavoro l’Europa come una trottola, il passaggio dalle mappe cartacee al primo GPS a pittogramma… Un bellissimo cambio di paradigma, la sensazione di essere catapultati in un modus dal quale è impossibile tornare indietro. Ecco, la transizione dal termico all’elettrico provoca le stesse belle e forti sensazioni, anche più interessanti, perché – notazione non da poco – le possiamo vivere e raccontare…

  4. Complimenti per la scelta! Io un anno fa’ ho optato per la model 3, non essendo ancora uscita la y. Ottimi i consumi vedo, i miei sono più alti.

  5. Unità di misura sbagliata se potete correggere (viene scritto 193 kW/h (133 w/h), che poi non si capisce bene cosa intende: 133 Wh/km e 193 kWh totali? O su 100 km?)

    • Il consumo è stato di 194 kWh per una percorrenza di 1500 km. Poi c’è un errore relativo all’unità di misura. Il consumo per km è stato 133 wh/km ovvero 13,3 kWh per 100 km.

  6. La model C costa meno… chiaramente non è per tutti. A 45.000€….pero c’è il mercato dell’usato EV ormai maturo. Ho preso una Zoe R110 aziendale con 10.000 km e che costa in new version attorno ai 34.000€, con bonus e rottamazione a € 19.000 con rottamazione di una Dacia Logan GPL del 2012:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome