Home Vaielettrico risponde Mi piace la MG4, ma è un marchio nuovo cinese…

Mi piace la MG4, ma è un marchio nuovo cinese…

21
CONDIVIDI
Super-prezzo / La MG4 ha le dimensioni della Golf, ma con il super-bonus costa 22.500 euro.

Mi piace la MG4, ma è un marchio nuovo, cinese… Andrea, un lettore, chiede se c’è da fidarsi dell’affidabilità di questo nuovo modello, attesissimo. VIDEO.

mi piace la MG4Mi piace la MG4, ma sarà un’auto affidabile?

“Mi permetto di disturbavi per chiedere un consiglio. Siamo – i miei genitori ed io – interessati alla MG4, di cui ci piacciono sia le caratteristiche tecniche, sia il prezzo. Per noi, sarebbe la prima “elettrica”. Non abbiamo preoccupazioni sull’autonomia, anche perché la useremmo soprattutto per tragitti brevi e potremmo ricaricarla a casa. E abbiamo a disposizione, in ogni caso, un’auto a benzina, a cui si aggiunge, all’occorrenza, quella della mia fidanzata, anch’essa endotermica. Qualche dubbio, invece, è legato al fatto che è Mg è un marchio “nuovo”, o meglio “rinnovato” che si affaccia in Europa (la qualità del made in China non è sempre ottima). L’affidabilità sarà all’altezza delle aspettative? Vi ringrazio per l’attenzione. Invio la presente dopo aver letto varie recensioni, compresa ovviamente quella del vostro sito. Andrea Ottolia

Un ottimo giudizio nella nostra video-prova: guarda

La video-prova della MG4 (qui sopra), firmata da Paolo Mariano, ha già realizzato oltre 30 mila visualizzazioni.

Risposta. Ormai non si può più parlare genericamente di “auto cinesi”: ci sono oltre 60 Case automobilistiche attive, più che in Europa o negli Stati Uniti. E, ovviamente, offrono livelli di qualità e di prezzo diversi, esattamente come avviene da noi. Tenga conto poi che le auto ormai le fanno i robot e l’incidenza della manodopera locale, in tutto il mondo, è minima. Il che fa sì sia il livello qualitativo sia sia appiattito verso l’alto ovunque, se il progetto iniziale è valido. Venendo alla MG, si tratta di uno storico marchio inglese che da diversi anni fa parte di SAIC, uno dei gruppo cinesi più accreditati. La mi piace la MG4qualità delle sue auto made in China, come ovvio, si potrà giudicare solo nel tempo, ma le credenziali sono buone. E Paolo Mariano, che l’ha potuta provare a lungo, nel video sopra sopra ne dà un giudizio entusiastico, non solo nell’imbattibile rapporto qualità/prezzo. Quello che invece si può verificare subito, prima dell’acquisto, è se la marca che ci interessa ha una buona rete di assistenza. In grado di intervenire in caso di problemi, fosse anche solo la sostituzione di un paraurti. E anche controllare che i tempi di consegna, a quanto pare lunghi, siano compatibili con le nostre esigenze.

Apri commenti

21 COMMENTI

  1. “Le auto le fanno i robot e l’incidenza della manodopera locale, in tutto il mondo, è minima. Il che fa sì sia il livello qualitativo si sia appiattito verso l’alto ovunque, se il progetto iniziale è valido”.

    Si fa passare questo messaggio così casualmente, quando invece è proprio il cuore del problema. Ci siamo già dimenticati gli orribili accoppiamenti, i cigolii, e i mille altri difetti delle Tesla di pochi anni fa (e alcuni ancora presenti)? Eppure ” il progetto iniziale è valido”. Eppure le fanno i robot, quindi dovrebbero essere tutte uguali verso l’alto.

    Inoltre, è vero che ci sono molti brand cinesi e non si possono mettere tutti sullo stesso piano, ma proprio MG ha dimostrato di puntare a prezzi aggressivi. Chissà dove ha risparmiato? O hanno trovato la formula magica per fare auto uguali a quelle che costano molto di più?

    E infine, il cuore delle auto elettriche spesso è il software, e quello lo fanno ancora gli uomini.

    • MG4 LEGGERINA MA VALE LA PENA DI RISCHIARE L’ACQUISTO .. SE L’ASSISTENZA C’E’ VENDERANNO SEMPRE DI +

      Ma comunque bella ed aggressiva.
      Praticamente è entrata nella fascia id3 – nissan leaf – born – megane e tech …. A GAMBA TESA….
      Per parlarci chiaro una botta di soldi in meno di tutte quelle sopra citate. Zero arroganza e soprattutto dotazioni più alte.
      Presumo che i marchi sopra indicati… e molti altri come Skoda per esempio… dovranno cominciare a fare auto con la formula

      – arroganza
      + sostanza

      Potrei soffermarmi per ore sul concetto di comprare una skoda oggi e 20 anni fa….
      .. guardiamo piuttosto alle firme CINESI.
      Ottima entrata.. ora conta il servizio.
      Se lo forniscono a buoni livelli (non ci vuole poi tanto) praticamente avranno vendite sempre più numerose.

  2. Ho letto che SAIC in Cina produce per il gruppo VW e fornisce le batterie alla Porche quindi l’esperienza su come si costruisce un auto c’è, da possessore di ZS EV direi che devono assumere un po’ di programmatori per velocizzare la sistemazione dei bug presenti nell’Infotainment, nulla che impedisce di guidare in sicurezza ma alcune piccolezze che danno fastidio e che dovrebbero essere sistemate velocemente e possibilmente distribuite OTA per le auto predisposte, non obbligando a recarsi dal concessionario come stanno facendo con l’ultimo aggiornamento. Il mio timore è che anche fra i costruttori d’auto si diffonda il malcostume dei produttori di TV che rilasciano gli aggiornamenti software se va bene per un paio d’anni e poi lasciano morire il televisore pensando solo all’ultimo modello.

  3. Io ho ordinato la MG4 in settembre, vediamo quanto tempo passa prima della consegna. Dai forum inglesi ho potuto constatare che son presenti vari difetti e che questi vengono pian piano presi in considerazione e corretti. Bisogna tener presente che non si può parlare di qualità in termini assoluti, ma di rapporto qualità/prezzo. Se avessi la possibilità acquisterei un Tesla, ma che dico una Rolls!

  4. SAIC quest’anno ha venduto nel mondo più elettriche di VW, prendendo il terzo posto mentre VW scivola al quarto (il primo produttore è Tesla seguito da BYD). Quindi a livello di esperienza, competenza e quant’altro, mi sa che ha qualcosa da insegnare. La rete di assistenza sul territorio è già buona ed è in forte crescita, non ho idea sui tempi per il reperimento dei ricambi ovvero non so i magazzini locali quanto sono forniti. La MG4 è superiore a VW ID.3 in tutto, è meglio rifinita, più insonorizzata e più efficiente (ovvero a parità di kWh fa più km). Il prossimo anno sono attese le versioni più performanti e con autonomia ancora maggiore, probabilmente costruite appositamente per l’Europa: si parla di 550 km di autonomia e/o di accelerazione 0-100 in 4″. Sempre l’anno prossimo sarà un anno importante per MG perché festeggia non ricordo ora quanti anni e ci saranno diverse novità: ad Aprile è prevista la presentazione ufficiale della Cyberster e chissà che non usciranno allestimenti dedicati e versioni speciali anche per i modelli già a listino.

    • la id.3 e la gemella cupra born
      fanno 0-100 in 7 secondi
      e a detta di tutti sono più rifinite

      se questo valga 5 o 8 mila eur in più della MG4 lo deve giudicare l’acquirente

      o le proverei tutte e tre
      e confronterei le eventuali rate

      • La ID.3 fa lo 0-100 in 7.3 (dato effettivo, misurato sulla media di diverse rivelazioni: 7.4″), la MG4 in 7.7″ o 7.9″ (dato effettivo non pervenuto), in base alle versioni. Ballano 0.3″ – 0.6″. La differenza tra ID.3 e MG4 è superiore a quella indicata se consideri tutti gli optional e la garanzia che su MG4 è di 7 anni o 150.000 km su tutta l’auto. Considerati tutti i guai della ID.3, la “trasparenza” sui richiami, il fatto che la ID.3 potrebbe essere uccisa nella culla (sopravvivendo solo in versione crossover, ID.3X) perché si parla di ritorno della Golf elettrica … eviterei di scommettere su un modello nato male e forse morto prematuramente … La MG4 finora ha raccolto solo recensioni positive

        • leggere forumelettrico.org
          purtroppo l’italia non fa testo sui numeri per estapolare i difetti e pregi
          in inghilterra si lamentano per problemi di blocco all’infotainement della versione più ricca ..
          e perdite di olio da raffreddamento ..

          personalmente penso che ha problemi marginali , tipo la copertura raffazzonata degli isofix
          e la preferirei senza doppio alettone e con tutti gli ADAS

          l’accelerazione , è senz’altro inferiore di più di mezzo secondo della born
          anche perchè le batterie sono lifepo4 ,quindi più pesanti
          che però potrebbe essere un vantaggio ,
          dato che le danno con migliaia di cicli vita in più rispetto alle litio “normali”
          SE fossero smontabili poi ..
          potrebbero passare dall’auto alle rinnovabili di casa a fine vita dell’auto

          alla fine ..
          de gustibus

          • “e perdite di olio da raffreddamento ..” no, le perdite sono del riduttore-differenziale, dovute allo sfiato, questo è stato rifatto e fornito ai concessionari inglesi che lo sostituiscono prima di consegnare l’auto ai clienti.
            “anche perchè le batterie sono lifepo4” solo nella versione standard a 51 kwh, mentre nelle versioni comfort e luxury sono nichel cobalto manganese da 64 kwh.
            “SE fossero smontabili poi ..
            potrebbero passare dall’auto alle rinnovabili di casa a fine vita dell’auto ” In effetti sembra che siano predisposte per essere smontate e sostitite agevolmente con batterie che in futuro saranno più capaci.

    • Se vorrà fornire pareri sarò ben felice di leggerli in attesa di avere un filo di tempo per andare a vederla dal vivo (e prenotarmi per un test drive anche io)

      • Provata per quel poco che si poteva provare. Esteticamente mi piace molto, è grossa come una id.3, buoni gli spazi interni, sedili molto comodi, dietro si sta bene tranquillamente in 3, il bagagliaio ha poco spazio, le sue concorrenti dirette sono più voluminose. Il cruscotto e il volante mi sono piaciuti come finitura molto meno gli sportelli che risultavano troppo plasticosi, c’è da dire che la Born come materiale interno di cruscotto e sportelli è molto più rifinita. Molto morbida la guida, non ha strappi ed è molto regolare nell’ erogare la potenza, buona la tenuta di strada ( provata con la pioggia )ho provato ad accelerare in curva ma era parecchio stabile, non faccio paragoni con la mia per quanto riguarda l’accelerazione, ma nel suo si comporta molto bene. Ben insonorizzata, mi ha stupito che chiudendo lo sportello non ho sentito il rumore a lamiera ma bensì una bella chiusura morbida. Ho giocato poco con il display, la cosa che non mi è piaciuta era la telecamera posteriore, buona quella a 360° ma quella di indirizzamento era troppo fatto a fisheye e distorceva troppo la visione, aggiungo che e da evitare come la morte di fare retromarcia guardando il lunotto, visibilità pari a 0, la retromarcia su quest’auto è bocciata totalmente.

  5. Quote: “Quello che invece si può verificare subito, prima dell’acquisto, è se la marca che ci interessa ha una buona rete di assistenza. In grado di intervenire in caso di problemi, fosse anche solo la sostituzione di un paraurti”

    Allora, Tesla non la dovrebbe comprare nessuno! ;-D

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome