Home Scenari Metano super caro: petizione al governo

Metano super caro: petizione al governo

19
CONDIVIDI

Metano super caro: le associazioni che rappresentano gli automobilisti lanciano una petizione per sensibilizzare il governo. Richiesta: ridurre l’IVA dal 22 al 5%.

metano super caroMetano super caro: raccolta firme da inviare al governo

Dallo scorso ottobre l’aumento vertiginoso del costo del gas naturale sta colpendo senza sosta il settore del metano per autotrazione. Negli ultimi mesi Assogasmetano e Federmetano hanno sollecitato l’attenzione del Governo sulla crisi dei prezzi. Ma ora lamentano che non è arrivato alcun sostegno. Queste le richieste:
 riduzione dell’IVA dal 22% al 5% anche per il metano a uso autotrazione (già accordata agli altri usi di gas civile e industriale)
•  un credito d’imposta alle aziende di trasporto che utilizzano veicoli a gas naturale.
Le due associazioni da tempo “sottolineano le gravi ripercussioni che l’attuale crisi dei prezzi sta avendo su un comparto che conta oltre 1 milione di veicoli a gas naturale. Di cui più di 2.000 camion a CNG, 3.800 a LNG e 5.000 bus; 1500 stazioni di rifornimento, di cui 110 di LNG e circa 20.000 lavoratori“.

metano super caro
Le vendite di auto a metano in gennaio, con la top 10 e il totale . Fonte: Unrae.

Vendite di auto crollate anche in gennaio

Secondo Assogasmetano e Federmetano, “da mesi automobilisti e autotrasportatori sono stati messi in ginocchio, nella totale indifferenza del Governo. Per non parlare delle aziende di trasporto pubblico locale, già alle prese con le difficoltà della pandemia. E che, al centro di un impegnativo programma di rinnovo delle flotte, hanno scelto il metano per i nuovi mezzi. A conferma poi dell’importante ruolo che questo prodotto riveste nella fase di transizione ecologica, va sottolineato che attualmente già il 30% di metano distribuito è di origine rinnovabile (biometano)“. Con il metano super caro, anche le vendite di auto con questo tipo di alimentazione sono crollate. In gennaio la quota di mercato si è abbassata ancora, all’1,3%, con solo 1.421 immatricolazioni. Ai primi sei posti vetture del Gruppo Volkswagen. La Fiat, a lungo leader, si disinteressa a questo mercato: la Panda ora è solo 7°, con appena 73 auto vendute.

Apri commenti

19 COMMENTI

  1. Dove? Se è a qualche decina di km da Ravenna ci vado subito visto che qua il prezzo varia da 1,770 a oltre i 2 euro.
    Solo a Savio costa ancora 1,600.
    Enzo ma chi è che spende il doppio andando a benzina avendo un’auto a metano? Va bbè che se ne vedono di tutti i colori!
    Ernesto hai ragione……ora acquisterei diesel senza pensarci….o gpl che almeno lo trovi quasi ovunque.

    • Novara C.so Milano, con autolavaggio all’altezza del Decathlon.

      Il gpl è altamente pericoloso, non usatelo.:
      – è più pesante dell’aria e stagna;
      – le bombole sono in lamiera rinforzata non sono robuste in caso di sinistro;
      – la bombola è sempre all’interno dell’abitacolo;
      – il gpl ha un finestra di innesco molto ampia (rapporto aria/combustibile), s’incendia facilmente.

      Il metano conviene ancora anche nei confronti del diesel:

      con la Passat diesel si fanno circa 17 km/l, se dividiamo il suo costo per il prezzo del gasolio 1,7 e lo moltiplichiamo per 22,5 (i km che si fanno un kg di metano) otteniamo 2,250, ed io a certe cifre ho visto solo il GNL.

      Ma io dico difronte ad tutto cio, alla crisi ambientale, alle spese di manutenzione non sempre trasparenti di un auto termica, perchè non passare all’elettrico?

      • Autonomia, punti di ricarica esigui, batterie inquinanti sia alla produzione che allo smaltimento, alti costi di sostituzione batteria, produzione energia elettrica da fonti fossili. Io lo concepisco solo per city car.
        Il prossimo futuro è l’idrogeno prodotto da rinnovabili e non l’elettrico che è già obsoleto.

        • Stefano, non può spuntare da un tombino per rimestare il solito minestrone di fake news. Qui trova lettori che si documentano, leggono e scrivono di auto elettriche e di energia da anni, e decine di articoli che smentiscono le sue affermazioni a suon di documenti scientifici. Non prova un po’ di imbarazzo?

          • Caro Massimo, capisco che quando non si hanno argomentazioni supportate dai fatti si possa scadere in sproloqui offensivi.
            Avrei apprezzato molto una disamina relativa alle mie argomentazioni (fatti non parole) ma probabilmente questo non è nelle sue corde.
            Del resto, se come sostiene lei, l’elettrico è sulla cresta dell’onda, non si spiega perché nel 2021 solo poco meno del 10% delle auto vendute erano elettriche……..un 90% di stupidi e disinformati? Non credo proprio.

          • Caro Stefano, mi sono sfuggite le sue argomentazioni. Ho letto solo affermazioni perentorie, tutte sbagliate. Ha sbagliato perfino il dato sulla penetrazione delle auto elettriche in Italia, che purtroppo non è il 10% come scrive lei, ma solo il 4 e rotti per cento. Forse si è confuso con altri Paesi europei meno evoluti del nostro (Norvegia 80%, Svezia 60%, Germania 18%). Tuttavia quando fondammo questo sito, più di quattro anni fa, le auto elettriche erano lo 0,1% del mercato, quindi sono aumentate di 40 volte. Fosse mai che le “disamine” che mi chiede e che non ripeto avendole già scritte centinaia di volte, qualche risultato l’abbiano ottenuto?. Lei però, da autentico non stupido e non disinformato, continui pure a non leggerle.

          • Caro Massimo, la sua supponenza ed arroganza mi ha convinto ad acquistare un’auto elettrica.
            Domani andrò a comprarla sicuramente.
            Vada avanti così che sicuramente tanti altri lettori si accoderanno alla sua crociata.
            Non si scomodi a pubblicare o a rispondere a questa mia risposta……tanto ora mi disiscrivo e banno il sito.
            Nonostante tutto, le auguro la buonanotte e tante soddisfazioni con la sua auto elettrica….sempre che ne abbia una 😁

        • Stefano, forse hai scelto un’auto a metano anziché un’elettrica proprio perché sei disinformato. È inutile che scrivi qui cercando di sfogarti in modo isterico, se non la vuoi capire continua pure a comprare auto a combustione interna, sei tu a perderci a noi importa poco.

  2. E qui mi permetto di riproporre una domanda inserita in altra discussione dove non ho avuto risposta:

    – quando il metano viene usato per produrre energia elettrica per la auto elettriche non va bene ed è classificato un fossile inquinante;
    – quando lo promuove il governo (con i ministri preposti) per la transizione ecologica invece non è più inquinante.

    Qui qualcuno fa il furbo.

    In Italia nel 2018 sono stati immessi in rete il 40,83% da energia rinnovabile ed il 39,06% da GAS naturale quindi l’energia per le auto elettriche è pulita ed ecologica al 79,89%.

  3. Caro Enzo io posseggo una Passat e una Panda a metano e:

    – con la Passat a metano faccio 22.5 km con un kg a eur 1,480, quando vado a benzina (è capitato solo per la revisione bombole) faccio 10 con un litro che ora costa eur 1,800.

    Se la matematica non è un opinione io per spendere come se girassi a benzina dovrei pagarlo eur 4.050.

    Quindi spendo meno della metà di quegli intelligentoni che girano a benzina, però non essendo del tutto stupido ed avendo una coscienza ambientale a breve passo all’elettrico.

    (Con la Panda il ragionamento è similare)

    • Mi sembra tanto 22,km io con Multipla ne faccio 14 km pago 53€ per fare 410km…mi sembra assurdo buttare via auto ancora funzionanti per spirito ecologista e riempirsi di batterie che poi sono da smaltire e la corrente poi fatta con cosa?

      • Con G.Punto facevo 25km/kg andando normale e 30 facendo il super risparmioso.

        La Multipla s.e. tiene 20kg circa e se spendi 53 eur ed io il metano a 2,65 o anche 2,50 non l’ho mai visto.

        A questo punto penso che il tuo sia un post pilotato, creato ad hoc, analogamente a quelli fake del forum di quattroruote e quindi mi fermo qui.

        • la Multipla tiene 28 kg a 1.900 sono appunto i 53€ che dicevo…rimango basito 30 km con il metano ripeto io con un pieno ho fatto 410 km…dei quali 80 in autostrada ai 110..e il resto tratti da 10 km alla volta…per cui…mi chiedo se convenga ancora

          • A questo punto ritengo che la Multipla sia inefficiente come il Doblò.

            Io con la Passat i 14 con un kg penso di vederli a 160-170km/h, ed a 190 fa ancora 8-9.

            E aggiungo:
            – con l’Audi A3 g tron (avuta per una settimana) facevo più chilometri che con la GPunto.

            – con la Passat e le 205/17 invernali su statale un pò trafficata ed il piede leggero sono arrivato a 3,5 kg per 100km.

    • Sono quelli che intanto ci camminano a benzina (perché le auto a metano sono bifuel) e che poi ci andranno a metano quando il prezzo del metano scenderà. Già oggi il prezzo è in picchiata, tanto che le navi che trasportano il metano liquido per l’Europa le stanno rimandando indietro perché l’Europa al momento ha abbastanza metano. Inoltre ricordiamoci che il prezzo del metano in Italia è alto solo per motivi di mercato, ovvero siccome l’Europa è affamata di metano c’è stata un’impennata di prezzi, ma le utility a cui paghiamo la bolletta l’hanno continuato a pagare quasi al costo di sempre (l’impennata in pratica c’è stata per gli utenti italiani, non per le utility)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome