Home Auto Mercedes sfida Tesla: noi primi sulla guida autonoma

Mercedes sfida Tesla: noi primi sulla guida autonoma

16
CONDIVIDI
Livello 3 di guida autonoma su EQS. Classe S, ma il guidatore deve poter intervenire entro 10".

Mercedes sfida Tesla e rivendica di essere un gradino più avanti sull’introduzione della guida autonoma nelle auto di serie, con il Livello 3 su EQS e Classe S.

Mercedes sfida Tesla
Una Mercedes EQS, elettrica, equipaggiata con Livello 3 di guida autonoma.

Mercedes sfida Tesla: Livello 3 su EQS e Classe S

Guardare un film o leggere mentre si guida. Mercedes  commercializza da metà maggio in Germania il sistema “Drive Pilot, sfidando Tesla nella nicchia della guida autonoma “Livello 3” . Il sistema, che permette di staccare le mani dal volante e di distogliere lo sguardo dalla strada in determinate situazioni, sarà offerto sui due modelli più costosi. Ovvero la Classe S e l’elettrica EQS, come optional al prezzo rispettivamente di 5.000 e 7.430 euro. ‘Drive Pilot‘ per ora può però guidare l’auto senza l’intervento umano solo in certe situazioni: con traffico intenso in autostrada e velocità massima 60 km/h. Il dispositivo consente al conducente di controllare le e-mail, navigare in rete o guardare film sullo schermo centrale. “Il guidatore può rilassarsi o lavorare“, spiega Mercedes.” Ma  deve poter intervenire in ogni momento in meno di 10 secondi, se il sistema lo chiede. In caso contrario, l’auto si ferma automaticamente in sicurezza“.

Mercedes sfida TeslaLa Germania prima ad approvare una normativa

In Tesla la guida autonoma ora commercializzata è di “livello 2″. E richiede un guidatore attento in ogni momento, che supervisioni le operazioni del computer di bordo. È questo che fa dire a Britta Seeger, consigliere di Mercedes, che la sua azienda è un passo avanti sul concorrente americano (senza mai citarlo, peraltro). “Con Drive Pilot abbiamo sviluppato una tecnologia innovativa che, grazie alle ridondanze con molti sensori, consente un funzionamento sicuro. E restituisce tempo prezioso al cliente“. La Germania è stato il primo Paese a creare una base giuridica per l’uso di questi sistemi, approvando una norma per l’utilizzo del Livello 3 già nel 2017. Il regolamento di omologazione tecnica è poi entrato in vigore un anno fa e da allora, può essere implementato in Europa.  Opportunità che Mercedes coglie per prima, soddisfacendo i requisiti legali del regolamento UN n. 157. Qui altre info.

mercedes sfida tesla— Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

16 COMMENTI

  1. In Mercedes si sono ritagliati la normativa in funzione del sistema “RIDICOLO” che hanno inventato solo per dire siamo i primi che hanno la guida autonoma in Europa…..solito annuncio pubblicitario per far credere ai soliti filo-germanici che loro fanno le migliori elettriche come EQX e compagnia cantante: peccato poi che non le producano perchè costerebbero più di un razzo di Space-X. Semplicemente ridicoli.

  2. Forse Mercedes dovrebbe intanto mettere su strada auto elettriche competitive nei confronti di Tesla su tutti gli altri (più importanti !!) parametri

    • Come sempre Mercedes riguardo a’elettrico pensa a fare puri spot pubblicitari assolutamente inutilizzabili nella vita reale….
      A cosa serve un sistema di guida autonoma che può lavorare solo sotto 60 km/h, solo in autostrada, solo di giorno ma se non c’è neancge una nuvola, solo se la strada è stata mappata da Mercedes?
      Ditemi che probabilità che ci sono che capiti una situazione del genere? Praticamente pari a 0!!!! Perchè in autostrada sotto i 60 km/h in modo costante ci si va solo se c’è una colonna infinita quindi 9 su 10 vuol dire che c’è un evento straordinario (incidente grande o lavori in corso)…..
      Quante volte si potrà utilizzare questo sistema? 1 volta nella vita e per pochissimi km!!!!
      In definitiva è un puro spot pubblicitario che nella realtà non aggiunge nulla se non il fatto di poter dire “io ce l’ho”

      Ma d’altronde Mercedes non è nuova a queste logiche… lo ha già fatto con il modello con 1000 e più km di autonomia…. l’ha strombazzato ai 4 venti peccato cge si parli di un modello cge non verrà mai prodotto (le cui caratteristiche è prestazioni non sono state confermate da enti indipendenti fra l’altro) perchè concepito fin dall’inizio come puro esercizio di stile perchè se venisse commercializzato costerebbe qualcge milione di €….
      D’altronde è relativamente semplice fare un modello efficiente più delle attuali auto elettriche quando non ti poni limiti di spesa… puoi utilizzare soluzioni e materiali che sono sicuramente più efficienti ma non utilizzabili nella realtà per il costo cgd avrebbero… anche in questo caso si è pensato solo a fare un bello spot facendo credere che Mercedes sia al top riguardo l’efficienza quando nella realtà le auto che commercializza sono ben peggiori rispetto a Tesla proprio su questo aspetto.

      • Non dimenticare che richiede di avere anche un’auto di fronte e che non funziona né nei cantieri, né in caso di maltempo.
        Perdonate il mio francesismo, ma è un sistema utile come un fondoschiena senza il buco.
        E, comunque, è tipico dei tedeschi. Classici proclami auto-incensatori, se la cantano e se la suonano, ma poi sotto sotto c’è molto fumo e pressoché niente arrosto. Purtroppo molti (sia utenti che diverse testate giornalistiche) ci cascano come polli…

  3. “Al momento, Drive Pilot può esprimere tutte le sue potenzialità solo a velocità inferiori a 60 km/h, su autostrade con carreggiate separate, inoltre in assenza di semafori, rotonde o qualsiasi altri sistemi di controllo del traffico. Le strade idonee devono essere mappate da Mercedes e il sistema funziona solo durante il giorno, con tempo ragionevolmente sereno, senza ostruzioni aeree”

    Io ho usato quello Tesla durante un temporale (nubifragio, per la precisione) di notte, in una strada di campagna SENZA strisce ai lati, che ben conosco e so avere soltanto prati ai lati!!, a 20 km/h perchè oltre guidando io non vedevo NULLA: la macchina ha affrontato senza alcuna esitazione la strada. Ed era (un anno fa, tra l’altro) molto lontana dall’attuale Beta che stanno usando negli USA e Canada che ha comportamenti da livello 4. Ma è una Beta.

    Potrebbe anche essere un bel boomerang, per Mercedes: hanno fatto pressioni per la legislazione, questo apre la strada in Europa anche e soprattutto a Tesla, che ha un sistema, ammesso che raggiunga la maturità, che funziona in qualsiasi strada non mappata e in quasi qualsiasi condizione atmosferica, fino a 130 km/h, di notte.

    Quello che è davvero superiore per Mercedes è il fatto che mentre è attivo il sistema la responsabilità legale è di Mercedes. Ma Tesla sta portando avanti la SUA assicurazione che nei pochissimi stati in cui è già attiva è notevolmente concorrenziale. Le due cose potrebbero convergere.

    “grazie alle ridondanze con molti sensori, consente un funzionamento sicuro”: è esattamente il motivo opposto per cui Tesla ha deciso di rinunciare al radar nella guida autonoma, dovendo dare una priorità in caso di informazione contrastante è controproducente usarne più di uno perchè comunque non puoi fare “la media”, dice Andej Karpathy, responsabile sviluppo AI in Tesla.

    Un sistema AI guiderà meglio del 99,9% degli automobilisti ma nel restante 0,1% sbaglierà in modo assolutamente clamoroso.

    Ma, parlando di strada, per la guida davvero autonoma è ancora lunga…

      • Non la penso affatto così. Il sistema tesla ha causato moltissimi incidenti, anche mortali. Nelle comparative serie NON E’ superiore ai sistemi di altre aziende, anzi, a meno di non parlare di fantomatici aggiornamenti che arriveranno, domani, ovviamente. Personalmente poi trovo vergognoso questo giocare, ovviamente sempre in modo legale, sul fatto ad esempio di chiamare “autopilot” un sistema che autopilota non è (e non parliamo di un lustro fa che è meglio).

        • Dire che un sistema ha causato moltissimi incidenti anche mortali quando è espressamente richiesta l’attenzione costante del guidatore è errato. La sinistrosità di Tesla con FSD inserito è pari ad 1/3 delle auto senza sistema inserito, le quali hanno un tasso di incidenti di 1/3 inferiore al parco macchine americano (dati sempre NHTSA, non fonti giornalistiche). I moltissimi incidenti per colpa dell’automatismo accertata da NHTSA sono 17 con 1 morto (fonte: NHTSA) a fronte di un parco circolante (alla data di quelle cifre) di quasi 2 milione di veicoli, alla data del 22 ottobre 2021 (6 mesi fa).
          Qui può trovare la lettera inviata da NHTSA a Tesla il 31 agosto 2021:
          https://static.nhtsa.gov/odi/inv/2021/INIM-PE21020-84913P.pdf in cui richiede l’accesso ai dati. Non c’è ancora una conclusione nota (trascorsi oltre 9 mesi di indagine).

          Condivido assolutamente sul nome decisamente fuorviante, le persone fanno sciocchezze e non capiscono quello che leggono normalmente, figuriamoci se giochi con le parole.
          Lo avrei chiamato Advanced Cruise Control.

          La invito a condividere i link delle comparative serie ma più solertemente di quelli dove si dimostra l’efficienza migliore delle altre BEV, perchè li stiamo ancora aspettando.

          Aggiungo che sono informatico di professione (statistico di formazione) con una personale predisposizione verso l’intelligenza artificiale e seguo con particolare attenzione la visione artificiale: sono proprio ansioso di ricevere i link delle prove comparative che lei cita, ce ne sono tantissimi, non avrà che l’imbarazzo della scelta a fornirne uno che sia uno (non di youtuber, ovviamente: di laureati in AI all’Università della Strada ne facciamo anche a meno) con relativo studio comparativo pieno di interessanti numeri e non opinioni personali.

          • “La invito a condividere i link delle comparative serie ma più solertemente di quelli dove si dimostra l’efficienza migliore delle altre BEV, perchè li stiamo ancora aspettando.”

          • Ascolta me. Discutere con “L’Astuto” è come lavare la testa all’asino: si perde il ranno e il sapone.

          • @Mau
            “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità” (frase attribuita erroneamente a Goebbels ma non si sa in realtà chi la pronunciò, una parafrasi della stessa è presente in una biografia di Goebbels ad opera dello storico, Hugh Trevor-Roper)

          • -Ascolta me. Discutere con “L’Astuto” è come lavare la testa all’asino: si perde il ranno e il sapone.-

            Secondo A me invece il signor Astuto è molto astuto. Vi tira tutti matti e nemmeno ve ne accorgete. 😂☝️😝

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome