Home Due ruote Mercato elettrico: il 2022 inizia bene per le due ruote

Mercato elettrico: il 2022 inizia bene per le due ruote

0
CONDIVIDI

I dati ANCMA di gennaio evidenziano una netta crescita delle immatricolazioni di ciclomotori elettrici rispetto allo stesso periodo del 2021. Un trend positivo “stimolato” soprattutto dal boom della sharing mobility.

Chi ben comincia… È proprio il caso di dirlo dando un’occhiata ai recenti numeri del mercato delle due ruote elettriche. Come di consueto Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) ha pubblicato i dati sulle immatricolazioni dell’ultimo mese (gennaio) del settore moto, evidenziando un andamento positivo generale che investe anche il campo a zero emissioni.

Il 2021 si era chiuso abbastanza bene, il 2022 riparte con nuovo slancio. Anche per la mobilità elettrica.

gennaio 2022: boom di ciclomotori elettrici

L’apice della bufera pandemica, che ha inevitabilmente rimescolato le carte negli ultimi due anni, sembra essere in via di depotenziamento e questo si traduce, per il mercato motociclistico italiano, in un lento ritorno alla “normalità”. Almeno, si intravedono segnali di ripresa.

Malgrado le difficoltà di approvvigionamento che ancora colpiscono globalmente l’industria delle mobilità, il mercato delle due ruote prosegue infatti nella sua tendenza positiva. I dati generali di gennaio evidenziano una crescita dell’intero settore (moto, ciclomotori e scooter) del 9,8% rispetto allo stesso mese di un anno fa. Un trend positivo che va però “tarato” con un gennaio 2021 che era stato particolarmente negativo.

A gennaio +117% grazie allo sharing

Dopo aver chiuso il 2021 in sostanziale pareggio, i volumi di vendita dei mezzi green sono schizzati in alto con l’inizio del nuovo anno. Rispetto a gennaio 2021, c’è stato un lusinghiero +117,2%. I ciclomotori elettrici sono stati i principali mattatori nelle vendite, con 675 nuovi veicoli registrati (+156%).

Va detto che questo andamento molto positivo è dettato in grossa percentuale dall’aumento delle commesse legate alla sharing mobility. Un servizio in forte espansione in alcuni centri italiani.
Ne sa qualcosa Vmoto, azienda specializzata nella produzione di due ruote 100% elettriche, che addirittura comanda la classifica generale dei ciclomotori più venduti in gennaio con lo scooter Super Soco CUx. Ben 506 unità finite sul mercato italiano, ma quasi totalmente richieste per flotte sharing.

gennaio 2022: boom di ciclomotori elettrici

Askoll e Cooltra, nuovo accordo milionario

Tra i brand elettrici che meglio si sono comportati in quest’inizio d’anno ci sono poi i “soliti” NIU, Lifan, Piaggio e Askoll, storicamente i più apprezzati in Italia con i loro scooter a zero emissioni.

In fatto di mobilità condivisa proprio Askoll Eva ha recentemente annunciato di aver ricevuto un nuovo ordine di ben 650 scooter da parte di Cooltra, leader europeo della sharing mobility. Un accordo importante per l’azienda di Dueville, che prevede la fornitura del suo scooter elettrico più venduto, eS2, per potenziare il mercato italiano e francese. Un’operazione dal valore complessivo non banale: 1,85 milioni di euro.

Askoll da tempo è partner di Cooltra per lo sharing elettrico a Milano, Roma, Barcellona, Madrid, Lisbona e Parigi. L’azienda spagnola sta attraversando un periodo estremamente positivo e in Italia detiene ormai il 65% della quota di mercato dello scooter-sharing.

gennaio 2022: boom di ciclomotori elettrici

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratis alla newsletter e al canale YouTube 

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome