Home Vaielettrico risponde Meno ansia da ricarica dopo il rabbocco E-Gap

Meno ansia da ricarica dopo il rabbocco E-Gap

6
ansia da ricarica
Charxcontrol

Meno ansia da ricarica da quando c’è E-Gap, un angelo custode che ti può raggiungere e rifornire. È il racconto di due amici trentini, Silvano e Alessandro. A fine articolo trovate il video con il test che Paolo Mariano ha realizzato con il servizio E-Gap. Potete inviare quesiti e osservazioni a info@vaielettrico.it.

Un servizio compreso nella polizza RC Auto

punto interrogativoBuongiorno, vi invio, se può interessare, queste foto del mio mio amico Alessandro Avi, di Baselga di Pinè, che mi ha autorizzato a girarvi le immagini. A Trento ha usufruito della ricarica con E-Gap per la sua ID3 del 2020 .

ansia da ricarica
Alessandro Alvi con l’addetto al servizio E-Gap di Trento che l’ha assistito

Servizio rapidíssimo e cortese, in pochi minuti ha ricaricato la batteria di una ventina di kWh. Molto soddisfatto di E-Gap, dice che ora lo fa sentire più tranquillo, avendo da sempre un po’ di ansia da ricarica, (l’ho convinto io a passare all’elettrico, lui che era  sempre per il suo Diesel Audì). 

Ha inoltre potuto usufruire gratuitamente della ricarica,  essendo compresa con la sua Assicurazione autoSilvano Paterno 

Un paluso anche ai partner assicurativi Itas e UnipolSai

ansia da ricarica

punto interrogativoRisposta- Un meritato elegio all’efficienza del servizio E-Gap e uno, altrettanto meritato, alla compagnia trentina Itas Assicurazioni che ha scelto di includere la ricarica mobile di E-Gap nel pacchetto delle sue polizze RC Auto (leggi).

Ha fatto altrettando l’Assicoop Metropolitana di Bologna di UnipolSai (qui). Iniziative entrambe segnalate da Vaielettrico nel luglio scorso. Itas è addirittura entrata nel capitale della società fondata da Eugenio de Blasio che si propone di estendere il suo servizio di ricarica “on demand” in 500 città europee entro 5 anni.

 E-GAP è attualmente presente a Roma, Milano, Torino, Bologna, Brescia, Verona e Trento e in alcune località tusistiche nei periodi di maggior affollamento. Dal 2022 ha poi ampliato il perimetro del proprio servizio anche fuori dai confini italiani aprendo in Francia (a Parigi), in Spagna (a Madrid) e in Germania (a Monaco e Berlino) mentre sono state già attivate le operazioni in Gran Bretagna (a Londra) e in Portogallo (a Lisbona).

L’apertura del servizio inoltre è prevista in altre città francesi (a Lione, Bordeaux e Marsiglia), spagnole (a Barcellona e Valencia) e tedesche (ad Amburgo e Francoforte) e anche in nuovi paesi come Olanda (ad Amsterdam), e Grecia (ad Atene).

-Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it-

Apri commenti

6 COMMENTI

  1. 1 – Non si puo’ utilizzare l’app Enel X Way come detto in un vostro video
    2 – il numero di customer service presente sulla home page dell’app e-Gap non e’ attivo
    3 – non e’ possibile registrarsi nella app perche’ la conferma della password e’ coperta dalla tastiera (iPhone) e la pagina non scrolla
    4 – nel sito e-Gap alla voce”support” dicono di fare domande ma vi e’ solo l’opzione di rimanere aggiornati.
    5 – che triste disorganizzazione

  2. Geniale l’integrazione nel pacchetto RC

    è come il servizio di cambio gomme, magari servirà una volta in 10 anni ma per chi non fa da sè aiuta a sentirsi più sereni

    • Sì, tutti i furgoni sono elettrici e tutta l’energia che utilizzano affermano sia 100% green. Sicuramente in situazioni fortemente emergenziali risulta un servizio utile, per il resto far muovere un veicolo per ricaricarne un altro (o altri) non mi piace come concettualità ma è un parere personale

Rispondi