Home Auto Maserati-Tesla, un duello che s’ha da fare

Maserati-Tesla, un duello che s’ha da fare

0
CONDIVIDI
Un rendering che anticipa le linee della Alfieri, la prima Maserati elettrica, in arrivo tra due anni.

Maserati lancia la sfida a Tesla.  Mettendo nel suo piano industriale 4 modelli elettrici di qui al 2022. Ma è una sfida praticabile, quella tra Modena e Fremont?

Tra due anni l’Alfieri a sfidare il Model S

La slide che riassume il piano industriale Maserati, con quattro BEV, modelli elettrici al 100%

Nel piano si parla di quattro modelli BEV (Battery Electric Vehicle), sigla che comunemente indica appunto gli elettrici puri. La famiglia a emissioni zero si chiamerà Maserati Blue e condividerà un propulsore con tre motori elettrici e batterie a 800V. Con ricarica super-fast e long range, ovvero grande (per ora imprecisata) autonomia. La prima ad arrivare sarà la Alfieri, il cui sviluppo è stato più volte bloccato nel grande centro di progettazione Maserati-Alfa Romeo di Modena Nord. E poi ripreso e aggiornato. Seguiranno la Alfieri Cabrio, le versioni full electric di Quattroporte e Levante. Il debutto con l’Alfieri sarà col botto: si parla di un’accelerazione da 0 a 100 in 2 secondi secchi. Anche se, rispetto alla versione ibrida, il pacco-batterie della full electric farà aumentare il peso di circa 175 kg, non poco. Il nome della vettura è un omaggio alla storia della Casa del tridente: fu Alfieri Maserati, pilota bolognese, a fondarla nel 1914, assieme ai fratelli.

La Tesla Model S

Con che modelli della Tesla andrà a scontrarsi l’Alfieri? E quando arriverà sul mercato? Prevedibilmente il lancio avverrà nel 2020, quando il marchio di Elon Musk avrà aggiunto ai tre modelli già in circolazione (Model S, Model X e Model 3) anche il nuovo Roadster da 402 all’ora  e l’ancora misterioso Model Y. Logico che il target sia soprattutto il Model S. Che però ha dimensioni decisamente maggiori. E nella versione più performante, la P100 D, viene accreditata di 572 km di autonomia e di un’accelerazione 0-100 in 2,7 secondi.

Nuovo Levante vs Model X. Ma anche Porsche…

Ma questo sarà solo l’assaggio. Perché dopo l’Alfieri, anche nella versione cabriolet, arriveranno anche in elettrico i due modelli più mainstream. Ovvero, quelli destinati a un pubblico più ampio. Stiamo parlando dell’ammiraglia Quattroporte e, soprattutto, del Levante, il Suv che sta dando grandi soddisfazioni di vendita (e di profitti) alla Maserati. Qui lo scontro è chiaramente con il Model X, una vettura sulla quale la Tesla sta incontrando più difficoltà. Anche per scelte controverse come le portiere ad ali di gabbiano, affascinanti ma costose e poco pratiche. Ma bisogna vedere come Fremont rivedrà questo modello di qui a te-quattro anni, quando prevedibilmente il Levante elettrico arriverà nelle concessionarie.

Il Suv Maserati Levante: tra tre anni una versione solo elettrica

E naturalmente bisognerà tenere conto di tutto il resto della concorrenza in un segmento affollato come quello dei Suv. A cominciare dalla Porsche, che sta preparando una raffica di modelli BEV, dopo il debutto con la Mission E già l’anno prossimo. Per non parlare delle altre tedesche premium, della Jaguar, della stessa Aston Martin. Insomma, è una grande sfida, tecnologica e commerciale, quella lanciata venerdì primo giugno a Balocco da Sergio Marchionne. Ma l’importante è che anche l’Italia ci sia. Partendo da Modena, la regina della Motor Valley.

Un’altra slide mostrata della Maserati per illustrare la sua svolta elettrica