Home Incentivi Macron punta sull’elettrico e alza gli incentivi

Macron punta sull’elettrico e alza gli incentivi

4
CONDIVIDI
Il presidente Emmanuel Macron durante il discorso  nella fabbrica Valeo di Etaples.

Macron punta sull’elettrico e alza gli incentivi per l’acquisto da 6 a 7 mila euro. Chiedendo a Renault e PSA (Peugeot-Citroen-Opel) di conquistare la leadership nelle auto a batterie.

Macron punta sull’elettrico: bonus a 7 mila euro

Il presidente francese ha svelato il suo piano all’industria automobilistica nazionale in un atteso discorso (qui il video completo) nella fabbrica Valeo di Etaples, nel Pas de Calais. La scelta del luogo non è casuale. Valeo è un gigante della componentistica auto e Macron ha voluto rimarcare che il sostegno governativo non riguarderà solo i produttori, ma anche la catena dei fornitori. Per aiutare tutta la filiera automotive, il presidente mette in campo da subito 8 miliardi di euro. E la prima misura annunciata riguarda appunto gli incentivi.

Macron punta sull'elettrico
La Renault Zoe, leader nelle elettriche: l’incentivo all’acquisto in Francia sale a 7 mila euro.

Oltre all’aumento da 6 a 7 mila euro per le elettriche acquistate da privati, è stato alto da 3 a 5 mila euro quello riservato alle aziende e agli enti locali. E arriva un bonus anche per le ibride plug-in, pari a 2 mila euro. La Francia intende poi potenziare l’incentivo alla rottamazione delle auto piu’ inquinanti. Ai proprietari andrà un aiuto di 3.000 euro dallo Stato (5.000 euro se il nuovo acquistato è un veicolo elettrico). L’offerta comincerà dal primo giugno e interessare una platea di 200.000 potenziali acquirenti.

Spinta a riportare in Francia le produzioni

In cambio a questa fenomenale spinta alla vendita di vetture elettrificate, il presidente chiede a Renault e PSA forti investimenti per assumere una leadership mondiale. Ribadendo la promessa del ministro dell’economia, Bruno LeMaire, di arrivare presto a una rete di ricarica pubblica di 100 mila colonnine. Macron ha parlato di un’economia da tempi di guerra, da risollevare con misure eccezionali: “Oggi ci sono più di 400.000 veicoli che avrebbero dovuto essere venduti e che non lo sono stati. A fine giugno arriveremo a quota 500.000 in confronto allo scorso anno”. 

MaCRON PUNTA SULL'ELETTRICO
La Peugeot produrrà in Francia, a Sochaux, il Suv elettrico e-3008.

Ai costruttori, poi, il presidente chiede un forte impegno per riportare in Francia le produzioni ora effettuate all’estero. “Mi rallegro per l’annuncio fatto in questo momento da Psa di localizzare a Sochaux la produzione della 3008 elettrica“, ha detto. “E’ una decisione importante, un segno di fiducia per la produzione in Francia e della capacità di affrontare insieme le sfide future“.

— Leggi anche:  Macron dà il via alla mega-fabbrica francese di batterie. E noi…

 

4 COMMENTI

  1. Noi diamo il prestito di miliardi di euro a fca… Con sede legale in usa e che ha presentato una sola macchina elettrica, grande poco più di un cassone della spazzatura a 40000 euro.
    Come siamo avanti….
    In più permettiamo ai soci di dividersi gli utili ma di indebitarsi a copertura statale con tanti piccoli imprenditori alla canna del gas.
    Mi taccio per non dirne di più grandi… Toccando stipendi di calciatori juventini ed altro ancora…

    • Mattia, solo per la precisione: il prestito lo dà Banca Intesa, il governo mette una garanzia, non scucirà un euro, salvo che FCA vada gambe all’aria.

Comments are closed.