Home Agenda eventi Macchine da lavoro elettriche a Bauma (24/30 ottobre Monaco)

Macchine da lavoro elettriche a Bauma (24/30 ottobre Monaco)

0
CONDIVIDI
macchine lavoro elettriche
Halle A 3, Bondioli Pavesi - Bauma

L’edilizia punta sempre più alle emissioni zero con costruzioni meno impattanti, ma pure con macchine da lavoro “decarbonizzate”. A Bauma, la fiera delle macchine da lavoro che si tiene a Monaco di Baviera dal 24 al 30 ottobre non mancheranno le novità. Ne anticipiamo alcune. 

La stessa fiera annuncia e sottolinea la sempre maggiore tendenza  elettrica: “Il funzionamento a emissioni zero è una delle tendenze principali nel settore delle macchine edili“.

Bauma tifa elettrico: argomento chiave

all-electric Bobcat T7X
Il Bobcat T7X elettrico in azione

Nel sito della fiera si leggono tutti i benefici della scelta a batteria: “Sempre più macchine edili e veicoli vengono sviluppati con motori elettrici. Sono silenziosi, quindi adatti all’uso in aree poco rumorose, ad esempio vicino a ospedali o nei cantieri urbani. Proteggono  gli operatori e l’ambiente dall’esposizione ai fumi di scarico diretti, rendendo possibile lo svolgimento di molte lavorazioni anche in luoghi con scarsa ventilazione. Ha senso che la strada verso emissioni zero sia anche uno degli argomenti chiave del bauma di quest’anno“. Poche righe ma significative sulla trasformazione che attende il settore.

La macchina compattatrice APU3050e di Wacker Neuson

macchine da lavoro elettriche
APU3050e di Wacker Neuson

Nella pagina Facebook dell’azienda si legge  un post dell’estate: “Tra due mesi inizierà   Bauma e uno dei nostri temi principali sarà quello delle emissioni zero. Le nostre macchine elettriche rendono la vita in cantiere molto più semplice“.

A Monaco si potrà conoscere la macchina compattatrice APU3050e: “La prima piastra vibrante reversibile alimentata a batteria con azionamento diretto che utilizza il sistema di regolazione idraulica per cambiare direzione come nei modelli convenzionali”. 

I benefici elettrici: “L’operatore non è esposto ad alcuna emissione di gas di scarico. Pertanto, la macchina può essere utilizzata senza restrizioni in trincee, gallerie e spazi interni. Per l’operatore il lavoro diventa più piacevole e salutare rispetto alle macchine alimentate a carburante. Poiché le macchine sono prive di emissioni, si aprono nuove applicazioni in aree con requisiti speciali per il rispetto dell’ambiente“.

Compattare ma a zero emissioni con Hamm AG

macchine lavoro elettriche
Un compattatore, l’azienda presenterà modelli elettrici alla Fiera

Hamm AG vuol trasformare a emissioni zero il lavoro di compattazione delle strade attraverso la conversione in elettrico delle macchine con i rulli. L’azienda tedesca a Bauma presenterà in anteprima mondiale otto modelli della serie HD CompactLine. Sono alimentati da una batteria agli ioni di litio con una capacità di circa 23 kWh. “Inoltre, l’energia rilasciata dai motori di trazione e vibrazione durante la frenata viene utilizzata per il recupero. La batteria ha una capacità sufficiente per un’intera giornata lavorativa. L’e-drive riduce inoltre notevolmente le emissioni sonore, rendendo i rulli e-tandem adatti a tutte le aree che richiedono una compattazione particolarmente silenziosa”.

La pala cingolata T7X di Bobcat

pala meccanica eletrica
all-electric Bobcat T7X compact track loader

Ne abbiamo già scritto ed è stata già annunciata la pala cingolata T7X completamente elettrica (leggi qui). A Bauma ci sarà un’altra opportunità per il produttore per continuare a raccogliere il feedback dei clienti. “Il suo obiettivo è quello di poter valutare meglio le opportunità di mercato per la macchina in Europa, Medio Oriente e Africa“.

La batteria agli ioni di litio è da 62 kWh e secondo l’azienda può lavorare ininterrottamente per quattro ore. Il suo carico utile mobile è di poco inferiore a 1.400 kg. “A differenza di tutte le altre pale la nuova macchina non richiede fluidi: Bobcat ha completamente sostituito il tradizionale sistema idraulico con un sistema di azionamento elettrico composto da cilindri elettrici e motori elettrici di azionamento. L’unico liquido nella macchina sono circa quattro litri per il raffreddamento“.

Il calcestruzzo? Lo trasporteremo in elettrico con e-mixer iONTRON

YouTube player

Sono infinite le applicazioni elettriche. L’azienda Putzmeister immagina un futuro per il trasporto di calcestruzzo completamente elettrico grazie al suo e-mixer iONTRON. Interessante la batteria del veicolo: una capacità di 350 kWh.

L’azienda sottolinea: “Significa che una carica è sufficiente per cinque o sei viaggi nelle aree urbane, di solito sufficiente per un’intera giornata lavorativa. Il suo funzionamento praticamente silenzioso consente un uso illimitato anche in luoghi soggetti a rigide normative sul rumore, un vantaggio competitivo significativo quando si tratta di gare d’appalto nelle aree metropolitane“.

Gru elettrificata con E-Pack

L’E-Pack di Tadano è un sistema elettroidraulico con un motore elettrico integrato da 32 kW che garantisce “un funzionamento della gru silenzioso e privo di emissioni“. Presentata all’ultimo Bauma del 2019 all’epoca era disponibile solo per una sola gru. Quest’anno Tadano annuncia l’estensione a cinque delle sue gru AC dell’E-Pack.

Gru elettriche
Tadano sta lavorando all’elettrificazione delle sue gru

Il produttore giapponese offrirà anche un’anteprima della prima gru fuoristrada completamente elettrica. La macchina è attualmente in una fase di sviluppo avanzato e il lancio sul mercato è previsto per la fine del 2023. Sarà in grado di guidare da e verso il cantiere ed eseguire tutti i sollevamenti utilizzando solo l’energia fornita dalle sue batterie.

Queste alcune delle novità che si presenteranno a Monaco, dalla fiera sottolineano: “Altri espositori hanno già annunciato nuove macchine elettriche…” In Germania ci credono.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it
Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome