Home Auto Ma Tesla fallisce o no? Non pare proprio

Ma Tesla fallisce o no? Non pare proprio

0
CONDIVIDI
Elon Musk (primo a sin.) a Fremont consegna un Model 3 a una giovane coppia americana

Ma Tesla ce la farà a mangiare il panettone? Anche in Italia sono in tanti a scommettere che Elon Musk debba alzare bandiera bianca prima di fine anno. Ma a giudicare dai risultati del secondo trimestre 2018 non si direbbe proprio…

L’ultimo trimestre di perdite?

La Casa di Fremont perde ancora soldi, scontando le difficoltà e i ritardi nella produzione del Model 3. Non sono noccioline, ma 520 milioni di dollari. Ma adesso pare proprio che la fabbrica marci ai livelli desiderati e il fatturato nel trimestre aprile-giugno è salito a quasi 4 miliardi di dollari. Con un aumento del 43,5% rispetto al 2017, tutto dovuto all’arrivo del Model 3. Ma Tesla non è soltanto una Casa automobilistica: c’è una divisione impegnata nella vendita di tetti solari e accumulatori di energia. Quest’ultima ha fatturato nel trimestre 374 milioni di dollari, rilasciando 84 MW di energia, con 203 MWh di storage.

Prodotti oltre 25 mila Model 3 in 3 mesi

Ma la lingua batte sempre sul solito dente. Ovvero il Model 3, che è il prodotto che può fare la fortuna (o la disgrazia) di Tesla. Le domande degli analisti ad Elon Musk si sono concentrati su questo. Musk nella conference-call è apparso piuttosto provato, ma anche molto friendly nei confronti di chi in passato aveva trattato in modo anche aggressivo. Scusandosi più volte. I numeri comunque sono questi: 28.578 Model 3 prodotti nei tre mesi, 18.449 consegnati. La produzione, dunque, ha marciato a un ritmo di poco più di 3 mila macchine a settimana. Ma Tesla ha assicurato che l’obiettivo delle 5 mila auto prodotte a settimana è giù stato superato a fine giugno. E si deve arrivare a 6 mila per fine agosto, anche se Musk ha annunciato che la settimana scorsa si è arrivati a 7 mila. E dato che a regime il margine di guadagno su ogni Model 3 è almeno del 15%, ci si aspetta che gà nel trimestre luglio-settembre Tesla annunci il suo primo profitto. Per poi voltare definitivamente pagina. Anche perché nel frattempo tengono bene le vendite di Model S e Model X (circa 100 mila nel complesso). In Italia il Model 3 dovrebbe arrivare a fine anno (guarda l’articolo).

—Dunque i gufi stanno perdendo la partita? Wall Street sembra crederlo, al punto da premiare le azioni tesla con un robusto rialzo. Leggi qui la lettera agli azionisti Tesla (in inglese).

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome