Home Moto & Scooter Livia e i suoi gioielli/3 Le moto in cifre

Livia e i suoi gioielli/3 Le moto in cifre

0
CONDIVIDI

TORNA A: Livia e i suoi gioielli

 

Ego ed Eva, gemelle over 200

Il prezzo di listino è identico: 30.998 nell’allestimento di serie. Identico è anche il pacco batterie in litio da 11,7 kwh per 1200 cicli e garanzia di 3 anni, identico il motore sincrono a magneti permanenti (PMAC) raffreddato ad olio, identici i freni Brembo, il forcellone in alluminio, il telaio a traliccio in tubi d’acciaio, gli ammortizzatori e le forcelle anteriori Marzocchi.

Cosa differenzia allora i due gemelli Energica, Eva ed Ego? Due cose fondamentalmente: l’assetto di guida con la carenatura che ne consegue, e le regolazioni del cuore elettronico (Vehicle Control Unit, VCU) che gestisce insieme motore, Abs della Bosch, elettronica di monitoraggio delle batterie e inverter.

 

Ego è una supersportiva, nell’aspetto e nelle prestazioni; manubrio ribassato e aggressiva carenatura integrale per una moto che tocca i 240 kmh (limitata elettronicamente), con una potenza di 100 kw (136 cavalli) erogata da 4900 a 10.500 giri e una coppia di 195 nm da 0 a 4.600 giri. L’accelerazione è bruciante: da 0 a 100 in meno di 3 secondi.

Eva è una streetfighter, pertanto il VCU ne addolcisce il motore: 80 kw di potenza, 180 nm di coppia per una velocità limitata a 200 kmh. L’assetto di guida è più rialzato e la carenatura copre solo motore e pacco batterie. Assorbe così meno energia, consentendo un’autonomia massima di 200 chilometri alla velocità media di 80 kmh. Per Ego si scende, alla stessa velocità media, a 150 chilometri. Per entrambi i modelli questo è vero solo utilizzando la modalità più risparmiosa, la “Eco”, e il livello massimo di recupero di energia in decelerazione. Sia Ego sia Eva hanno altre tre modalità di erogazione (Rain per la pioggia, Urban per una guida tranquilla e Sport per ottenere le prestazioni massime). Anche il freno motore ha quattro opzioni: disinserito, leggero, medio e alto.

Nessuna delle due ha il cambio, ma entrambe dispongono di una modalità di assistenza in manovra, con retromarcia e avanzamento lento a 2,8 kmh. Con un peso di 280 chili, del resto, non sarebbe possibile muoverle a braccia. Sia Eva sia Ego possono essere ricaricate da casa a corrente alternata da 3 kw, oppure outdoor nelle classiche colonnine a ricarica rapida da 20 a 50kw (le stesse delle auto), ottenendo l’80% del “pieno” in 30 minuti. Le moto Energica sono le uniche al mondo con Fast Charge on Board. Attraverso un ampio display a colori sul cruscotto è possibile monitorare tutti i parametri chiave oppure connettersi sulle piattaforme Bluetooth (short range) e UMTS con smartphone, tablet o il computer di casa.

MyEnergica App permette di individuare i punti di ricarica più vicini e un Gps traccia i percorsi. Entrando nel sito di dell’azienda ognuno può configurarsi la “sua” moto, scegliendo fra tre diverse combinazioni di colori, due opzioni per il forcellone e l’ammortizzatore posteriore, due per i cerchi in lega d’alluminio, una serie di accessori come borse e valige, un kit di pezzi in carbonio. E il prezzo può vertiginosamente salire ben oltre i 40 mila euro.