Home Aziende Lidl: la BEV al supermercato. Arval Italia: noleggio con ricarica

Lidl: la BEV al supermercato. Arval Italia: noleggio con ricarica

4
CONDIVIDI
lidl arval

Da Lidl in Germania e da Arval Italia due iniziative per facilitare la diffusione della mobilità elettrica. Lidl noleggia una piccola auto elettrica, mentre Arval Italia abbina al noleggio un pacchetto per la ricarica compreso nel canone.

L’offerta Lidl: Elaris Finn a 222 euro al mese

Oltre alle ricariche gratis in molti supermercati, la Lidl, in Germania, propone in alcuni  suoi negozi il noleggio di una Elaris Finn, piccola city car elettrica di produzione cinese. L’iniziativa è stata lanciata in giugno, attraverso il provider Like2Drive. Costo 222 euro al mese, validità un anno per 10.000 km totali, tutto compreso. L’offerta non  è inedita perchè già la catena di negozi di elettronica ed elettrodomestici francese Darty distribuisce nei suoi centri commerciali la mini car Citroën Ami.

Elaris Finn

Una city car cinese, ma fino a un certo punto

Elaris Finn è stata lanciata in Cina nel 2019. Rispetto alle altre city car cinesi offre finiture ed equipaggiamento di buon livello. Per esempio uno schermo da 12,3 pollici che interagisce con Apple Car Play e Android Auto, dotazioni di sicurezza avanzate, un motore da 45 Cv che consente di raggiungere una velocità massima di 115 km/h. Pur pesando meno di 1.000 kg, vanta una batteria che garantisce 300 km di autonomia.

Insomma, una macchina elettrica vera, potenziale concorrente della Smart Fortwo. Elaris in Germania è presente con altri due modelli: la Elaris Pio, sempre una city car e l’Elaris Beo un Suv compatto potenziale concorrente della VW ID4.

Arval Italia: oltre al noleggio, card, app & ricarica inclusa

Venendo in Italia, da segnalare l’iniziativa di Arval Italia. La primaria società di noleggio auto a lungo termine lancia una card, una app e costi per la ricarica inclusi nel canone di noleggio. Il servizio viene erogato in partnership con HELLO Mobility, una piattaforma aperta di servizi per la mobilità ready to use.

lidl arval

Sottoscrivendo “Arval Energy Card Service Management”, il driver avrà a disposizione una RFID Card per ricaricare il veicolo presso una rete che entro settembre raggiungerà oltre 23.500 punti di ricarica disponibili in Italia (circa l’80% del totale). Con l’app HELLO Charge potrà individuare le colonnine più vicine, prenotare, monitorare e terminare le sessioni di ricarica. Ma anche accedere a un network di oltre 200 parcheggi automatici in tutta Italia, con all’interno più di 180 punti di ricarica.

E c’è anche il parcheggio con le colonnine

«Con questo nuovo prodotto allarghiamo il nostro ecosistema di servizi legati alla mobilità elettrificata» dichiara Dario Casiraghi, Direttore Generale di Arval Italia. «Abbiamo scelto come partner HELLO Mobility, un’azienda che ci permette di offrire un prodotto digitale e innovativo, in grado di migliorare la user experience dei nostri driver che adottano un veicolo elettrificato, mettendoli nelle condizioni di gestire la loro mobilità in una modalità ancora più semplice».

Alex Pallotti, CEO di HELLO ha spiegato che HELLO Mobility si propone come soluzione plug and play per i grandi operatori dell’industry. «L’integrazione dei servizi di ricarica e parcheggio con l’operatore leader del noleggio a lungo termine in Italia è un ulteriore contributo che offriamo per la costruzione di un’offerta di valore, che accelererà la conversione delle flotte aziendali, riducendo le emissioni medie».

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

 

Apri commenti

4 COMMENTI

  1. Possono anche tenersela la macchinetta a ben 222 euro mese…. E magari a restituzione ti faranno storie per il cattivo stato della vettura o per il chilometraggio….

    • Di grazia quale sarebbe un prezzo corretto?
      Ci son poche informazioni sul tipo di contratto, ma 2600 euro l’anno per una city car più che valida come seconda auto non mi sembrano molti, considerando le ricariche gratuite, zero bollo e costi di gestione compresi nel noleggio… se non ci dovessero essere rate iniziali e finali… mi sfugge di che ci si stia lamentando…
      È piccola? Poco sicura? Non è certo la prima auto di famiglia eh…

  2. Avevano la soluzione sotto il naso.
    Bastava dare un’occhiata all’e.GO Life di Aquisgrana della startup Next.e.GO Mobile del professor Günther Schuh dell’Università RWTH realizzata con tutto il supporto tecnico di Bosch e il design di Paolo Spada figlio del mitico Ercole codatronca.
    Grande occasione persa.

    https://m.youtube.com/watch?v=z626IiRJxQI
    https://m.youtube.com/watch?v=ccL5wYk3q8I
    https://www.youtube.com/watch?v=X0JaECdizqw
    https://www.youtube.com/watch?v=d6x3raf-Poo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome