Home Nautica Traghetto di Leonardo dopo 500 anni rivive in elettrico

Traghetto di Leonardo dopo 500 anni rivive in elettrico

7
CONDIVIDI
Nelle acque dell'Adda

Il grande Leonardo e l’elettrico. Un matrimonio possibile dopo 500 anni. Succede a Canonica d’Adda dove la Regione Lombardia ha finanziato la costruzione di un modello di traghetto fedele al disegno originale del 1500. La propulsione? Elettrica.

Nel fiume Adda  oltre un catamarano elettrico da 48 posti (qui il nostro articolo) è già in funzione un traghetto leonardesco, unisce Imbersago e Villa d’Adda, composto da due barche unite tra di loro tramite una piattaforma in ferro che può ospitare anche due auto. Poi una fune tesa per contrastare la forza della corrente che permette il movimento della barca da una sponda all’altra. In caso di acqua ferma entra in azione l’uomo con un lungo bastone di ferro.

Il nuovo traghetto verrà collocato dove lo disegnò Leonardo

Il traghetto leonardesco
Il disegno di Leonardo con il traghetto

Sarà diverso il traghetto di Canonica che, come ha sottolineato il sindaco Gianmaria Cerea, non a caso ingegnere, alla stampa locale, si baserà sul disegno di Leonardo. “Verrà collocato nell’esatta posizione dove fu disegnato 500 anni fa”. Una chiara operazione turistica, ma pure con lodevoli obiettivi didattici di recupero della memoria storica. Il disegno è contenuto nel Codice Windsor, anche se non si è ben sicuri chi è l’inventore della barca. 

La propulsione sarà elettrica 

Addarella il catamarano elettrico che porta 48 passeggeri

Purtroppo una delle due sponde è venuta meno quindi il sindaco avverte che non ci sarà la fune come nel modello originale. Si sostituisce con un motore elettrico (ancora da vedere nei dettagli). Anche questa scelta può essere può avere un valore didattico sulla navigazione a emissioni zero.

Grand Tour e Leonardo a emissioni zero

 

il traghetto leonardesco
Il traghetto leonardesco di Imbersago

Il progetto «Leonardo e il Gran Tour rivivono a Canonica e lungo l’Adda» è stato proposto dall’amministrazione comunale alla Regione che lo ha finanziato tramite l’assessorato al turismo, risorse del bando Lombardia to stay, con 400 mila euro sui 522 mila complessivi. La ricostruzione del traghetto è uno dei tasselli del progetto di turismo sostenibile che vede anche la realizzazione di ponte mobile ciclo pedonale di collegamento tra l’alzaia di Canonica e quella di Vaprio oltre alla riproduzione di alcuni studi e progetti di Leonardo.

LEGGI ANCHE: India, le piccole barche della tradizione in elettrico

7 COMMENTI

  1. Canonica d Adda (Bergamo) dove risultano già installate ed attive ben DUE colonnine per veicoli elettrici nella piazza del municipio.
    Gestite da Evbility.
    Che servono anche per la ricarica delle due Renault Zoe in gestione una alla Polizia municipale e l altra ai servizi sociali comunali.

  2. Buongiorno!
    Scusate la mia ignoranza, ma io conosco solo il perfetto traghetto di Imbersago, che funziona con la corrente ( non certo elettrica ) del fiume Adda. Forse a Canonica d’Adda non c’è la corrente del fiume?
    Io sono un fanatico della propulsione elettrica, ma non vorrei vedere andare a ” elettrico” anche le girandole dei bambini! Grazie di una delucidazione, enrico contreas

    • Buonasera Enrico, l’amministrazione comunale, come ho scritto nell’articolo, dice che non ci sono le condizioni come a Imbersago. Quindi invece della corrente naturale si dovrà usare quella elettrica.

  3. Buonasera Gian Basilio!
    Grazie della spiegazione. Andrò a farci un giro. Sono posti molto belli.
    Cordiali saluti, enrico

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome