Home Ricarica e Bollette Lektri.co, dalla telemetria alla ricarica

Lektri.co, dalla telemetria alla ricarica

0

Lektri.co, dalla telemetria alla ricarica: molte aziende della e-mobility nascono come spin-off di realtà tecnologiche già esistenti. Unendo esperienza e innovazione. Ne abbiamo parlato con Luigi Gaudiano, channel manager di Lektri.co. Trovate l’intervista anche in video su YouTube e qui sotto. Mercoledì 12 Luglio Lektri.co organizza un webinar (link per registrarsi) destinato ai professionisti del settore.

Lektri.co: si punta su facilità d’installazione e d’uso

  • Come nasce Lektri.co?

Lektri.co è uno spin-off di un’azienda molto importante nel mercato della telemetria per flotte aziendali. Ci occupiamo di telemetria e tracking di autoveicoli dal 1985, con un grosso portafoglio di clienti e oltre 10 milioni di veicoli tracciati ogni giorno. Siamo nati da un’idea del nostro fondatore, Claudiu Suma. Gestendo tante flotte aziendali, ci siamo resi conto già nel 2015-2016 che il mercato degli autoveicoli stava cambiando velocemente, passando dai veicoli termici a quelli elettrici. Suma ha creato quindi Lektri.co, con l’idea di lanciare un’azienda snella e con tecnologie all’avanguardia nel campo della ricarica“. 

  • Che tipo di proposta commerciale offrite?

La nostra proposta è iniziata con la wallbox domestica da 7,4 kW. Abbiamo registrato la nostra wallbox per tutti i progetti dedicati di ARERA. Il mercato è cresciuto molto in questi anni e noi abbiamo investito molto in soluzioni dedicate alle aziende, con una wallbox da 11 kW e una da 22 kW. I nostri partner ci apprezzano in quanto le nostre soluzioni sono estremamente facili da installare (non più di 10-15 minuti) e molto facili da ‘impostare’. Con una soddisfazione del cliente estremamante alta. Tramite app si riescono a gestire i cicli di ricarica e tutte le feature della wallbox.

lektri.coChe cosa chiedono gli utenti, che risposte diamo

  •  Ci par di capire che la vostra wallbox consente un’integrazione con tutti gli strumenti utilizzati in casa. Vediamo le soluzioni per utenti privati e aziende?

Quando abbiamo pensato ad una wallbox ideale per uso domestico, ci siamo interrogati  facendoci aiutare dai nostri end-users. Abbiamo chiesto a loro quale fosse un caricabatterie ideale per uso domestico. Ci hanno risposto che il caricabatterie doveva caricare appieno i veicoli durante la notte e avere una capacità di bilanciamento del carico. Questo in quanto aggiungiamo un altro prodotto che assorbe energia dall’impianto domestico e integrato nella smart home. Chi sceglie di passare al green tendenzialmente lo fa progettando tutta la sua casa in funzione del risparmio energetico e della salvaguardia dell’ambiente. La nostra wallbox si integra con tutti gli impianti fotovoltaici presenti in questo momento (i più compatibili) e ha un design accattivante e minimalista. Ad un prezzo interessante e alla portata di tutti“.

  • E le aziende? si stanno muovendo a ritmi sostenuti con l’installazione di pannelli fotovoltaici e altri sistemi di auto-produzione. Non si vogliono più scottare, dopo l’impennata dei prezzi dell’energia accusata nel 2022. 

Le soluzioni da 22 kW partono dai presupposti della facile installazione, scalabilità (le aziende possono partire con flotte limitate, ma scalabili), di semplice accesso. Ogni utente può registrarsi sull’app e accendere o spegnere le wallbox per andare a caricare il proprio veicolo. Monitorare attraverso l’app il grado di utilizzo dell’infrastruttura di ricarica e il dispendio energetico. Per le aziende come supermercati e strutture ricettive che volessero in qualche modo monetizzare questi servizi di ricarica c’è la possibilità di offrire il servizio a pagamento. A chi non vuole gestire in prima persona il servizio di ricarica, diamo un prodotto chiavi in mano, con installazione tramite partner e gestione dei flussi di ricarica. Tutto a cura di Lektri.co.

lektri.coLektri.co, un webinar aperto ai professionisti del settore

  • E gli incentivi stanno funzionando in questo momento?

C’è stata un’ondata legata al 110% che ha aiutato molto lo sviluppo del nostro mercato. Ora c’è un rallentamento, che abbiamo subito in parte. I nostri partner riescono comunque a fare business con noi in quanto il nostro è un prodotto competitivo. Sui
media si parla sempre del bonus stazioni di ricarica’, che prevede un tetto massimo di 1.500 e include stazione di ricarica e installazione. Devono decidere come erogarli e come recuperare il prezzo dell’installazione, speriamo che tutto si risolva entro l’estate. Il bonus ha un tetto, come per il 110%, quindi la soluzione Lektri.co è ideale per chi vuole rimanere nei 1.500 euro“.

  • Si continua leggere che mancano elettricisti e installatori in genere, voi parlerete a queste professionalità nel vostro webinar: qual è la situazione?

Noi collaboriamo già in Italia con un canale di distribuzione in cui confluiscono tutte le vendite. Il canale è composto da installatori e distributori, aziende che si occupano di fotovoltaico e di edilizia.  Il 12 Luglio avremo un webinar formativo, con una panoramica sul portafoglio di prodotti, le integrazioni disponibili e del materiale in più sugli incentivi.Sarà un webinar aperto con una sessione di Q&A e dei premi con chi ci dedicherà quest’ora di tempo, degli sconti e delle wallbox da poter vincere per i partecipanti. Per registrarvi al webinar, seguite il link: https://zoom.us/webinar/register/5216889892552/WN_S7I6Lp_4Q02BGlpejcrzqg

  • Secondo voi l’Italia resterà il fanalino di coda nell’elettrico? I dati di vendita non sono conferrtanti: ci sono segnali di cambiamento?
lektri.co
Claudiu Suma

Stiamo diventando un driver di questo mercato. Pensiamo al fotovoltaico: siamo uno dei paesi con più sole e gli utenti domestici vogliono iniziare a risparmiare Il fotovoltaico è uno dei driver più importanti per il mercato energetico italiano e di conseguenza anche per quello della mobilità elettrica. Gli incentivi possono fare la differenza, assieme alla consapevolezza che il mondo sta cambiando e che gli utenti medi valutano sempre più l’esperienza di guida elettrica. Le stesse case automobilistiche stanno cambiando, le auto hanno performance sempre migliori, la confidenza è molto alta. Le statistiche stanno dicendo che andiamo in quella direzione e a breve ne vedremo i risultati.

Phoenix
Vesper
Apri commenti

Rispondi