Home Incentivi L’Ecobonus (ritoccato) incassa 400 milioni in più. Ecco come

L’Ecobonus (ritoccato) incassa 400 milioni in più. Ecco come

2
CONDIVIDI
400 milioni, ecobonus, auto elettriche
Il premier Giuseppe Conte: la norma sugli incentivi sembra arrivata finalmente in porto.

Con il varo del Decreto Agosto il governo ha rifinanziato con 400 milioni di euro il fondo per gli Ecobonus, già esaurito (leggi).

E 90 milioni vanno alle colonnine

Altri 90 milioni sono stati stanziati per sostenere l’installazione di punti di ricarica per auto elettriche sia pubbliche, sia private da parte di professionisti e imprese.

Colonnine

Due sotto-fasce, più soldi alle termiche

I 400 milioni aggiuntivi a favore dell’auto, però, saranno assegnati per fasce di emissione di Co2. In particolare alla fascia da 0 a 60  g/km (elettriche e ibride pug-in) verranno assegnati 150 milioni aggiuntivi. La fascia da 61 a 110 g/km viene suddivisa in due sottogruppi. A quello tra 61 e 90 g/km (le ibride) verranno assegnati 150 milioni, mentre a quello 91-110 g/km (benzina e diesel Euro 6) 100 milioni. In sostanza la nuova rimodulazione è più generosa con le auto elettrificate, mentre per le termiche la dotazione finanziaria potrebbe rivelarsi insufficiente a soddisfare la domanda da qui alla fine dell’anno, quando scadrà l’incentivo. ma bisogna precisare che il decreto è stato approvato “salvo intese tecniche”. Quindi non si possono escludere cambiamenti dell’ultim’ora..

Quanto vale il bonus, fascia per fascia

Al momento, comunque, lo schema degli incentivi dovrebbe essere questo:

Da 0 a 20 g/km: 8.000 euro con rottamazione (+2.000 euro di contributo del concessionario), 5 mila euro senza rottamazione (+1.000 euro di contributo del concessionario).
Da  21 a 60 g/km: 4.500 euro con rottamazione (+2.000 euro di contributo del concessionario), 2.500 euro senza rottamazione (+1.000 euro di contributo del concessionario).
Da 61 a 90 g/km: 1.750 euro con rottamazione (+2.000 euro di contributo del concessionario), 1.000 euro senza rottamazione (+1.000 euro di contributo del concessionario).
Da 91 a 110 g/km: 1.500 euro con rottamazione (+2.000 euro di contributo del concessionario), 750 euro senza rottamazione (+1.000 di contributo del concessionario).

Occhio ai fondi, potrebbero esaurirsi

Restano immutati i limiti di prezzo di 40 mila euro al netto dell’Iva per la fascia 61-110 g(km e 50 mila euro per quella 0–60 g/km.

I bonus sono assegnati fino all’esaurimento dei fondi, il sui andamento può essere visualizzato nel sito del Ministero per lo Sviluppo economico (qui). L’immatricolazione dell’auto deve avvenire entro 180 giorni dall’acquisto. I termini vanno dal 1° agosto al 31 dicembre di quest’anno. Per le auto elettriche il bonus è prorogato al 2021.

2 COMMENTI

  1. Dare i soldi alle termiche è una follia figlia di uno schifosa sudditanza nei confronti delle lobby.

  2. L’ auto elettrica è attualmente l’ unica soluzione per abbattere l’ inquinamento dovuto al folle traffico delle auto a motore termico.

Comments are closed.