Home Scenari L’E-Valley si presenta: appuntamento il 27 ottobre a Key Enegy

L’E-Valley si presenta: appuntamento il 27 ottobre a Key Enegy

0
CONDIVIDI

L’E-Valley si presenta. Oggi è una realtà ancora in embrione. Ma già si vede quali siano le sue potenzialità. Affonda infatti le radici nell’immenso giacimento di saperi della Motor Valley emiliana, eccellenza mondiale degli sport motoristici e dell’automotive di alta gamma. La sfida dei prossmi anni sarà convertirla in toto alla trazione elettrica.

Serviranno investimenti pubblici e privati, politiche di sostegno, formazione di nuovi talenti, un paracadute per chi fallirà nell’impresa. Lo sanno bene gli imprenditori e le istituzioni dell’Emilia-Romagna, che non sono rimasti alla finestra, come abbiamo visto ieri, in occasione della presentazione del progetto lanciato da Vaielettrico e MOTUS-E  “E-Valley, la transizione elettrica nella Terra dei Motori”.

Qui sotto il video con la registrazione integrale della conferenza stampa.

L’E-Valley ai raggi X: lo studio di Giorgio Prodi

Il progetto mira a fare il punto della rivoluzione elettrica nella filiera industriale della Motor Valley. Prevede la realizzazione di uno studio “sul campo”, direttamente con i  protagonisti, che sarà poi discusso in una giornata di eventi, nell’ambito della Fiera Ecomondo-Key Energy che si terrà a Rimini dal 26 al 29 ottobre.

Key Energy, la manifestazione di Italian Exhibition Group per le energie e la mobilità sostenibili, ha riservato all’iniziativa l’intera giornata del 27 ottobre prossimo. La Regione Emilia-Romagna l’ha patrocinata, assieme a Confindustria Emila Centro, Unindustria Reggio Emilia e ANFIA.

Nel corso dell’ incontro in streaming sono intervenuti: Corrado Peraboni, CEO – Italian Exhibition Group: Vincenzo Colla, Assessore sviluppo economico e green economy – Regione Emilia-Romagna; Mauro Tedeschini, Co fondatore – Vaielettrico; Francesco Naso, Segretario Generale – MOTUS-E; Giorgio Prodi,  Prof. Associato – Università di Ferrara che curerà lo studio; Marco Righi, Presidente dei Giovani imprenditori di Unindustria Reggio Emilia e fondatore di Flash Battery; Sonia Bonfiglioli, Vice Presidente – Confindustria Emilia area centro e Presidente di Bonfiglioli Group; Livia Cevolini,  CEO – Energica Motor Company, Giuseppe Corcione, CEO – Reinova.

Rimini, da 24 anni in prima linea sulla sostenibilità

«Come IEG _ ha esordito Corrado Peraboni _ abbiamo il compito di offrire una vetrina internazionale a questa industria legata alla mobilità elettrica. Già 24 anni fa proprio in questo territorio, alla fiera di Rimini, è nata la manifestazione leader nel Bacino Mediterraneo e del Sud Europa legata alla green economy e all’economia circolare, Ecomondo, da cui è scaturita  poi Key Energy, una manifestazione che ha oggi l’ambizione di porsi all’avanguardia nel dare spazio all’imprenditoria impegnata nella transizione alla mobilità elettrica».

Colla annuncia un grande investimento sui talenti

Vincenzo Colla ha sottolineato che «il passaggio epocale dai motori termici a quelli elettrici non sarà indolore: bisogna dunque fare attenzione alla progettazione delle filiere che mettiamo in campo». E ha aggiunto che la Regione si impegna a gestire il passaggio «prima di tutto con un investimento nei saperi e nelle conoscenze. Non c’è green deal senza competenze e capacità». Ha a nche anticipato un grosso investimento della Regione per creare e attrarre talenti da tutto il mondo. Proprio la formazione dei nuovi talenti sarà il tema centrale del dibattito che si svolgerà il 27 pomeriggio.

Mauro Tedeschini, scorrendo il programma della giornata, ha detto che «già le imprese segnalano difficoltà a reperire personale qualificato, e questo rischia di essere il principale limite per la transizione». La mattinata sarà dedicata invece alla presentazione dello studio, da cui emergeranno, ha anticipato Giorgio Prodi «tutti i rischi e tutte le opportunità di una trasformazione alla stesso tempo inevitabile e problematica». Lo studio servirà da base per proporre politiche mirate anche al Governo, ha detto Francesco Naso. «Per questo MOTUS-E, che rappresenta i principali stakeholder della mobilità elettrica, l’ha promosso e sostenuto con grande convinzione».

Nuove tecnologie, nuove leve di imprenditori

La Motor Valley emiliana, però, non parte da zero. Sonia Bonfiglioli, Livia Cevolini, Marco Righi rappresentano, con le loro aziende, realtà già affermate nel mondo della mobilità elettrica. Tutte nate da aziende fondate dai genitori nell’ambito della tecnologia tradizionale. «C’è un settore spesso ignorato che è quello dell’off-road _ ha detto Sonia Bonfiglioli _. E’ l’indotto fatto di batterie e colonnine di ricarica, poi il mondo del material handling, cioè della movimentazione materiali come i carrelli di sollevamento, escavatori, ma anche l’elettrificazione del settore agricolo».

La Motor Valley è già tutto questo. L’E-Valley lo diventerà. Il reggiano Marco Righi ha ricordato la brillante operazione di marketing territoriale che ha portato nella città del Tricolore il nuovo stabilimento della joint venture Silk-Faw, il più grande investimento straniero green field degli ultimi dieci anni in Italia. Livia Cevolini ha spiegato il valore della filiera, raccontando come la sua Energica sia riuscita a far fronte alle mancate consegne di componentisti asiatici mobilitando un team di fornitori del territorio. «Questa è la forza della filiera _ ha detto _. La futura E-Valley non può farne a meno: deve aiutarla a traghettare verso la nuova tecnologia».

Reinova, l’hub per diffondere saperi

Questo sarà uno degli obiettivi di Reinova, ha speiegato Giuseppe Corcione. La sua azienda, inaugurata appena una settimana fa, sarà un polo mondiale di sviluppo e test per veicoli elettrici e loro componenti. «Con l’avvento dell’era elettrica _ ha detto _ l’industria dell’automotive dovrà essere più veloce nell’innovazione e più agile nel cambiamento. Poche aziende possono permetterselo, se non inserite in una rete di supporto e di comoetenze. Reionova è tutto questo questo».

Bper premierà i campioni della E-Valley

L’evento di ottobre, sarà anche l’occasione per un confronto fra protagonisti grandi e piccoli di questa rivoluzione. All’interno di Key Energy avranno a disposizione uno spazio condiviso per raccontarsi, incontrarsi e gettare le basi di future collaborazioni. Con il sostegno del Gruppo Bper, infine, Vaielettrico e Smart Italy hanno istituito un premio per le tre esperienze più significative di transizione verso la E-Valley. Le aziende premiate saranno scelte fra quelle raccontate nel libro “Volti e storie della E-Valley” realizzato per l’occasione dalla staff di Vaielettrico.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome