Home Aziende Le prime Tesla made in Germany attese per ottobre

Le prime Tesla made in Germany attese per ottobre

13
CONDIVIDI

Le prime Tesla made in Germany sono attese per ottobre. Lo ha confermato il patron Elon Musk durante il suo viaggio europeo (con tappa anche a Firenze).

le prime tesla made in germany
Elon Musk: troppa burocrazia in Europa.

Le prime Tesla made in Germany: fabbrica pronta

Non vediamo l’ora di ottenere l’approvazione per realizzare le prime auto, forse in ottobre se siamo fortunati”, ha detto Musk, in visita al cantiere della Gigafactory. La fabbrica si trova a Gruenheide, vicino a Berlino. Ad accompagnare il fondatore di Tesla  c’era Armin Laschet, il candidato conservatore alla successione di Angela Merkel come cancelliere tedesco. In realtà per dare il via alla catena di montaggio (qui verranno prodotti Model 3 e Model Y) manca l’approvazione definitiva dell’Agenzia per l’ambiente del Brandeburgo. Un ultimo “timbro” che potrebbe comportare un ulteriore slittamento a inizio 2022. I ritardi nell’apertura sono dovuti in gran parte alle resistenze e ai riscorsi delle popolazioni delle comunità locali e degli ambientalisti. Con obiezioni legate soprattutto al consumo di acqua. “Questa regione ha così tanta acqua, guardatevi intorno“, ha tagliato corto Musk. “C’è acqua ovunque qui. Vi sembra un deserto? Piove un sacco“.

Musk: “In Europa troppi problemi e burocrazia”

Abbiamo ricevuto molto supporto e questo è molto apprezzato“, ha poi detto Musk. “Ci sentiamo davvero i benvenuti e siamo molto felici di essere qui in Germania“. Per stemperare i contrasti dei mesi scorsi, il patron di Tesla via Twitter ha invitato tutti a una visita del nuovo stabilimenti per il 9 ottobre prossimo. Ma è stato lo stesso Laschet ad ammettere che la burocrazia in Germania è troppo complicata (figurarsi in Italia…), con il rischio di frenare i nuovi investimenti:  “A volte si ha l’impressione che qui inventare qualcosa di tecnologicamente nuovo sia più facile che smantellare la burocrazia, ha detto, fianco a fianco con Musk. “Speriamo che questa fabbrica possa servire da ispirazione per ridare  entusiasmo per il futuro, in Germania e in tutta Europa“, ha aggiunto il patron di Tesla. Ma con sempre più regole, ha avvertito, “alla fine le persone non saranno più in grado di fare nulla. Non si può sempre parlare di problemi ogni giorno. Vuoi svegliarti ogni mattina e tutto è solo un problema?“.


—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al canale YouTube

Apri commenti

13 COMMENTI

  1. Beh io nel 2005 sono stato a lavorare in una fabbrica farmaceutica a Berlino EST e non c’era nessuno che parlasse in inglese, hanno dovuto prendere una traduttrice Tedesco-Italiano.
    Anche a me allora mi sembrava di sognare.

  2. Parole SANTE Elon..

    per me ha funzionato la decisione di importare le prime model Y dalla Cina ..

    non le volete fare in Europa ?
    e allora io ve le mando già fatte dalla Cina ,
    con relativa perdita di occupazione , innovazione ,tasse ,indotto , ecc.. ecc..

  3. Il problema di fondo è che l’Europa resta sempre a guardare quello che fanno gli altri, al posto di proporre la propria alternativa, resteremmo a guardare Cina Russia ed America che poco a poco ci faranno le scarpe, e la nostra amata Italia che sta facendo ??
    Dov’è finita la semplificazione dove sono finite tutte le menti eccelse, già lo sappiamo ma non si fa nulla.

    • come non quotarti ..
      purtroppo in Italia e anche in Europa il “Quarto potere ” , non è più il cane da guardia della democrazia
      ma i chiwawa dei politici che sono le prostitute delle lobby conservatrici

      hanno riempito di carta qualsiasi processo dell’industria e del terziario,anche il più elementare
      siamo diventati il pianeta dei Vogon
      di “Guida Galattica per Autostoppisti”

  4. e in Italia e’ minimo il doppio piu’ burocratica della Germania, con movimenti che gridano Honesta’, senza capirne il significato

    • si vabbè le si è perso gli ultimi 40 anni ,
      se se li studia , forse scopre che sono stati anche peggiori degli ultimi 4

  5. Vivendo in Germania, confermo che c’è parecchia burocrazia, ma è una burocrazia che funziona. Se uno ha i giusti documenti e prenota un appuntamento, in pochi minuti ottiene tutto quel che serve. Sono stato negli uffici del comune, della motorizzazione, del collocamento ed è tutto veloce ed organizzato. E l’agenzia per la protezione ambientale funziona, ed è per quello che ci vuole del tempo per fare le cose per bene. Musk poteva andare in Polonia a fare la fabbrica, ma ssa bene che il mercato che conta è quello tedesco e cheì anche la capacità logistica tedesca é migliore di quella polacca.

    • “tutti i giusti documenti” … e’ proprio quella la burocrazia, chiedere una montagna di documenti.

      In Italia 60 milioni di Italiani NON hanno tutti i documenti “giusti” (in Germania quasi 80 milioni), qualcosa di sbagliato abbiamo tutti noi “piccoli”, figuriamoci chi vuole aprire una fabbrica

    • c’è un mito ,tipo coccodrilli nelle fogne di new york ,
      impensabile in Italia,che per ristrutturare casa
      basta leggersi 2 pagine A4 da attaccare fuori dalla porta
      e comunicare inizio lavori ,anche fai da te ,al comune .

      è solo fantasia/leggenda o funziona veramente così in Germania ?

      io per fare una tettoia fotovoltaica,in legno, nel mio cortile ho dovuto chiamare un geometra e chiedere un permesso al comune e produrre una montagna di documentazione

      perchè , c’è differenza tra tettoia , pensilina e pergolato ..
      addirittura da Regione e Regione

  6. Quindi non è solo l’Italia ad essere iper burocratizzata…la si poteva vedere anche a Modena/Bologna la gigafactory se c’erano gli stessi problemi inoltre diciamo che il nord è abbastanza efficiente…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome