Home Auto Le più vendute al mondo: le cinesi+Tesla (e la 500…)

Le più vendute al mondo: le cinesi+Tesla (e la 500…)

9
CONDIVIDI
La BYD Dolphin: la marca cinese piazza tre modelli nei primi sei posti.

Le più vendute al mondo: il podio delle elettriche è sempre occupato dalla cinesina low-cost Wuling e dalle due Tesla. E la 500e, nel suo piccolo…

Le più vendute al mondo: che flop per le tedesche

La prima cosa che salta all’occhio è il flop delle tedesche: un solo modello nella top 20 di aprile, con la Volkswagen ID.4 al 13° posto. Le altre non pervenute, a partire da quella che doveva essere l’erede elettrica della Golf, la ID.3. Per il resto la classifica è tutto un fiorire di brand cinesi, in gran parte sconosciuti (o quasi) da noi. Da notare il grande successo del marchio BYD, che piazza tre modelli nei primi sei posti, tutti oltre le 10 mila immatricolazioni al mese. In casa Tesla, invece, il Model Y continua a vendere molto di più del Model 3, con un distacco di oltre 8 mila pezzi. Da notare che aprile per la marca di Elon Musk è un mese tradizionalmente fiacco, dato che Tesla per ragioni finanziarie concentra le consegne alla fine trimestre. Ottima la performance delle coreane, con Ioniq 5 e Kia EV6 al settimo e ottavo posto.

le più vendute al mondoDati che confermano le potenzialità della 500e, se solo…

Un discorso a parte merita l’unico prodotto made in Italy che fa capolino nella classifica, la Fiat 500e, che in aprile è stata anche l’elettrica più venduta in Europa. La piccola torinese continua a raccogliere ottimi risultati, nonostante sia venduta solo nel vecchio continente e nonostante un mercato domestico, l’Italia, sempre fiacchissimo. All’interno del gruppo Stellantis il Cinquino resta di gran lunga l’elettrica più venduta, nonostante un sostegno molto debole in termini di marketing. E nonostante una fascia di prezzi tutt’altro che a buon mercato. Tutti elementi che danno l’idea di quali sarebbero le potenzialità della 500, se solo il management francese decidesse di dedicarle un po’ di investimenti e di attenzioni…

—  Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it   —

Apri commenti

9 COMMENTI

  1. I prezzi per le EV europee non caleranno mai finchè i produttori non capiscono che il mercato preferisce tenersi mezzi Euro4 con centinaia di Km piuttosto che comprarsi un’ibrida o una plugin ibrida. Lasciamo precipitare ancora il mercato chissà che non capiscano che è meglio vendere una BEV piuttosto che non vendere niente!

  2. La ID4 è una ID3 con una carrozzeria diversa. Semplicemente, la carrozzeria monovolume della ID3 non piace, e potevano saperlo anche prima, visto che quel tipo di carrozzeria è fuori moda da dieci anni. P.S.: belli i cerchi della ID3 sul catorcio in foto in apertura.

  3. Non mi sembra che la 500 elettrica sia sottovalutata da Stellantis.
    La pubblicità la fa un certo Leonardo Di Caprio (non proprio uno sconosciuto) e dal lato economico ci sono mille forme di pagamento grazie a FCA Bank anche con rate piccolissime.
    Cos’altro volete di più????!!!!!

    • Non mi risulta che quella pubblicità sia stata utilizzata al di fuori di Francia e Italia (nonostante questo è stata la prima elettrica venduta in Germania qualche mese fa).
      Non fare pubblicità in Germania, Austria etc. è incomprensibile, così come in Nederland o Danimarca.

      • 500e è vendutissima in Germania e Olanda (anche grazie alle società di noleggio).
        La mia regione l’ha comprata come auto aziendale.

  4. Sono stato sempre contro ai veicoli cinesi, ma a questo giro temo che per molti saranno l’unica speranza per permettersi un’auto.
    Speriamo quindi in una invasione low cost di modelli dall’oriente , magari faranno ragionare qualche produttore Europeo.

    • La concorrenza, quando non si fa cartello, è positiva per i consumatori.
      Le low cost cinesi in Europa avrebbero comunque altri prezzi: vanno aggiunti dazio e Iva, intano.
      Poi ci sarebbe il serio problema della rete di assistenza: pazienza per un monopattino, ma se faccio un tamponamento (per non parlare di guasti) e devo aspettare 6 mesi o per sempre un pezzo di ricambio, maledico il risparmio.
      Quindi io auspico che rifacciano la 2CV, la R4, la Aygo, la KA e la Panda in versione elettrica e davvero applichino la regola che costa il 50%: che non significa venderla al 50%, la matematica dice che così il margine sarebbe esattamente il doppio, a scapito del consumatore.

      • Io la 2cv eletteica la lovverei tantissimo. ❤😇

        Anche se mi sa che ancora per almeno un paio d’anni sulla citycar elettrica ci metto un crocione. Troppo cara, anche con gli incentivi. La follia potrei anche farla, ma economicamente non ha senso. 🤷‍♂️

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome