Home Auto Le nostre VIDEO PROVE (1) La Volkswagen ID3

Le nostre VIDEO PROVE (1) La Volkswagen ID3

56
CONDIVIDI
Un frame dalla nostra Video Prova della nostra Volkswagen ID.3: sotto il filmato completo.

Le nostre Video Prove  – Iniziamo dalla nuova Volkswagen ID3 una serie di test filmati.  È davvero l’elettrica per tutti? Guardate e diteci che cosa ne pensate. E se volete contribuire a queste serie, inviateci i vostri video a info@vaielettrico.it .  Facendo attenzione a girarli in assoluta sicurezza, naturalmente.

Le nostre Video Prove 1 – Davvero è l’elettrica per tutti?

È evidente in quest’auto l’intenzione del produttore di rivolgersi a ch cerca la miglior possibile combinazione tra costo, abitabilità e prestazioni. La Volkswagen ID.3 nasce come auto elettrica di massa, come lo sono state la Golf e, prima, il Maggiolino. Ho voluto analizzarla proprio con gli occhi di chi non si considera un fanatico della tecnologia. Ho voluto provare a guardare alla ID.3 dalla prospettiva di chi deve acquistare un’auto nuova guardando al mercato nella sua interezza. Senza pregiudizi e senza scartare nessuna ipotesi.Le mister Video prove Ricordo che la ID.3, nella versione 1st base, viene proposta oggi ad un prezzo di listino di 37.350,00 euro. Al netto degli incentivi statali e delle azioni commerciali, si porta a casa a un prezzo attorno ai 26 mila euro o poco più.Che osa si acquista in casa VW per questo prezzo? Ad esempio una Golf 8, con motore 1.0 benzina TSI. Un’auto non paragonabile per prestazioni, confort, abitabilità e costi di gestione (sempre inferiori).

Altri spazi interni, altro tipo di trazione: va provata

Ricordo anche che la ID.3 monta un motore elettrico da 150 kW sull’asse posteriore, che è l’asse di trazione. Si tratta di una rivoluzione in questa tipologia di auto. Che cosa significa questo in termini di guida? E il fatto che la ID.3 sia nata nata elettrica, che impatto ha avuto sulla progettazione degli spazi a bordo e sulla capacità di carico? In che modo questo ha influenzato gli spazi? Nel video sopra abbiamo cercato di dare una risposta a tutte queste domande.

le nostre video prove
La Golf (in versione elettrica) e la ID.3: due generazioni di Volkswagen a confronto.

Ma è chiaro che ognuno di noi, anche se scettico nei confronti dell’elettrico, dovrebbe provarle queste macchine. Magari approfittando dei test-drive che un po’ tutte le Case, Volkswagen compresa, offrono ai potenziali clienti. E se siete Golfisti di lungo corso, potete prepararvi leggendo il confronto che abbiamo realizzato proprio tra la ID.3 e la versione elettrica della Golf.

— Qui il sito ufficiale con tutte le info sulla ID.3

 

56 COMMENTI

  1. Buongiorno,

    Premetto che 3 giorni fa sono andato ad ordinare una ID.3 Life, sono di Modena e sono il figlio di un pilota rally in pensione…e ho 42 anni. Il concessionario a cui mi sono rivolto, grazie agli ecoincentivi statali e alla rottamazione di una vecchia auto diesel euro 3, sono riuscito a ordinarla con ben 11.900 euro di sconto….praticamente una offerta che non potevo rifiutare. Tre anni fa inoltre ho acquistato una CHR Hybrid, auto con cui giro in questo momento in attesa di ricevere la mia ID.3.

    Ho letto da parte di utenti molte inesattezze. Per cominciare, ora online ci sono tante prove sulla ID.3, fra cui anche quella del sg. Galeazzi…dove sottolinea che al netto di una velocità di 130 km/h in autostrada, percorrendo 100 km i consumi sono stati di 18,5 Kw.
    Se la matematica ora non è diventata una opinione, con la batteria da 58 kw della ID.3 alla velocità di 130 km/h in autostrada si possono percorrere OLTRE 300 km….quindi il signore che dice che una ID.3 percorre 158 km + 60 di riserva che non si devono usare non ho la più pallida idea da dove li abbia tirati fuori, ma sono dati assolutamente inesatti e fa totale disinformazione. Il Sg. Galeazzi inoltre, sempre facendo vedere i risultati su schermo ID.3, in città ha percorso 100 km con un consumo di 12,5 kw…questo vuol dire che la ID.3 in ciclo urbano può anche superare l’autonomia massima dichiarata di 420 km.
    La ID.3 è davvero un’auto elettrica molto notevole è davvero bella, con un’ottima autonomia sia in ciclo urbano che extraurbano e autostradale. E questo, detto dal figlio di un pilota rally che ha cominciato a guidare le gruppo B da corsa da quando aveva 13 anni…ovvero me medesimo.

    Tutto il resto, passatemi il francesismo, sono esimie cazzate.

    Buona giornata.

    • Buon giorno Gabriele,
      innanzitutto congratulazioni per il passaggio all’elettrico.
      Il signore che dice una ID3 percorre 158 km + 50/60 di riserva che non si devono utilizzare non ha mai guidato ID3 né nessun altra auto elettrica. Il suo calcolo parte dall’aver letto (non so esattamente dove) che l’autonomia autostradale di ID3 è di circa 260 km. Lui ha tolto il 20% da questa autonomia (considerando di non ricaricare l’auto oltre l’80%, anche se in realtà si può fare se poi l’auto si utilizza subito) e di aver considerato che è meglio tenersi sempre 50/60 km di riserva nel caso in cui la colonnina dove vogliamo ricaricare non sia funzionante (mi sembra un po’ esagerato tenere una riserva così elevata anche perché, nel caso in cui trovassimo una colonnina non funzionante e dovessimo raggiungerne una seconda non necessariamente dovremmo farlo alla massima velocità).
      Ora, dalla mia esperienza, il consumo autostradale è in media attorno ai 20 kWh/100 km (nei prossimi mesi vi potrò fornire un dato basato su percorrenze maggiori) come si può vedere qui https://www.youtube.com/watch?v=HFBAHLu5eEE&t=557s
      Con questa media siamo attorno ai 290 km di autonomia autostradale, diciamo 280 se proprio vogliamo considerare la “riserva”.

      • Consumi che secondo me sono più che onesti. 290-280 km in autostrada a 130 ti permettono già di fare un Modena – riviera del Conero….per Porto D’Ascoli dove sono andato in ferie quest’anno sono 333 km…vuol dire che la prossima estate, mi fermerò alla prima stazione di servizio in riviera romagnola o già nelle Marche verso Senigallia o Ancona a fare una ricarica da colonnina, non vedo dove sia tutto questo problema o scandalo. E detto da me, vuol dire già molto…perché appunto sono da sempre stato un purista dei motori termici, in quanto figlio di pilota rally della ModenaCorse. Tre anni fa incuriosito dalla motorizzazione ibrida, andai in Toyota a fare un test drive sulla CHR…e mi piacque così tanto che decisi subito di comprarmene una. Certo, non sono macchine x correre come la mia vecchia Lancer Evolution 8 MR FQ400…sono auto fantastiche x la mobilità quotidiana, che fanno risparmiare soldi in carburante inquinando anche meno. Le prestazioni sono quelle che sono. E ora mi sono deciso al passo successivo e ho ordinato una ID.3, che reputo un’ottima auto elettrica…certo, non è una Model 3, ma è anche vero che l’ho pagata LA METÀ…quindi se si è onesti, è un ottimo rapporto qualità prezzo…e non vedo l’ora che mi arrivi, essendo la mia prima elettrica sono parecchio curioso. 😉

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome